Dolomiti Energia Trentino, domani i bianconeri sul campo della capolista Virtus Bologna

Virtus Segafredo Bologna (21-3, 1° in classifica) vs. Dolomiti Energia Trentino (11-14, 10° in classifica)

Recupero della 16esima giornata Serie A UnipolSai | Segafredo Arena, Bologna

Mercoledì 13 aprile 2022 ore 20.00 | Discovery+ 

MATCHUP:

I successi casalinghi con Trieste e Brindisi hanno ridato slancio alla volata finale della Dolomiti Energia Trentino in campionato: il prossimo passo per i bianconeri ora è provare a ritrovare il sorriso lontano dalla BLM Group Arena, considerato che nelle partite in trasferta tra campionato ed EuroCup nell’anno solare 2022 capitan Forray e compagni non hanno ancora ottenuto vittorie. Certo, la Segafredo Arena non è esattamente il palazzetto più semplice da espugnare: i padroni di casa della Virtus sul loro parquet non più tardi di domenica sera hanno schiantato Milano spianandosi la strada verso il primo posto in regular season (83-65 il finale) e in campionato tra le mura amiche non hanno MAI perso in 12 partite di Serie A.

Insomma, l’Aquila Basket è chiamata ad una vera e propria impresa anche solo per giocarsela contro l’impressionante corazzata felsinea: ad un gruppo già infarcito di talento e qualità, alla squadra di Scariolo sono stati aggiunti due pezzi da novanta come il play Daniel Hackett e l’ala Toko Shengelia, entrambi in uscita dal CSKA di Mosca. Due giocatori abitualmente in grado di fare la differenza ai massimi livelli del basket europeo e internazionale arrivati ad innalzare il valore delle Vu Nere, che pure potevano contare già sull’apporto di campioni totali come Teodosic, Belinelli (out domani), Mannion, Weems, Cordinier, Pajola, Hervey. La lista sarebbe lunghissima ed è quasi ingeneroso non citarli tutti, tanto è diffuso il talento dei felsinei, che oltre ad avere gli occhi sui playoff scudetto dove difendere il tricolore conquistato l’anno scorso hanno anche tutte le intenzioni di giocarsi fino in fondo le proprie carte in 7DAYS EuroCup, dove negli ottavi di finale incroceranno il Lietkabelis.

La Dolomiti Energia Trentino sabato di Pasqua sarà di nuovo a Bologna, questa volta nella casa della Fortitudo, il PalaDozza, quindi ospiterà Pesaro (sabato 23 aprile, ore 20.00) e Reggio Emilia (domenica 1 maggio, ore 20.45). L’ultima di regular season sarà al PalaRadi di Cremona contro la Vanoli, domenica 8 maggio alle 20.45. E’ il rush finale di una stagione ancora davvero incerta su tutti i fronti.

LE PAROLE DI COACH LELE MOLIN

«Affrontiamo quella che in questo momento è la migliore squadra in Italia: lo dimostrano anche le statistiche che li vedono essere leader di tante categorie numeriche, in particolare sui dati in attacco. Vogliamo andare a Bologna e dare il meglio di noi stessi, mettere in campo una performance come contro il Partizan la scorsa settimana. Dobbiamo metterci nelle condizioni di competere, di giocare la nostra pallacanestro e costringere la Virtus a loro volta a competere e giocare seriamente: se andiamo alla Segafredo Arena come agnelli sacrificali, e questa è la settimana di Pasqua, potrebbe finire male. Non è offensivo dire che loro sono più bravi, ma non sempre nel basket e nello sport vincono le squadre migliori: dobbiamo uscire dal campo con la convinzione e la fiducia di averci provato. Il secondo tempo contro Brindisi? Forse il migliore della stagione, senza dubbio del 2022. Ci sono stati i 50 punti di Flaccadori e Caroline, ma come ho detto nel post partita tutti si sono messi a disposizione ed è stata une bella vittoria di squadra».

BULLET POINTS:

  • La Virtus Bologna è la miglior squadra della Serie A per punti segnati, valutazione, rimbalzi, assist, percentuale al tiro dal campo e da due punti. Non è difficile capire perché occupi la prima posizione in classifica e abbia perso appena tre partite in tutta la stagione regolare di campionato.
  • Nei 14 precedenti tra le due squadre il bilancio è di 8-6 in favore della Virtus: nell’ultimo precedente a Bologna, l’unico nella Segafredo Arena, nell’ultimo turno di regular season 2020-21 arrivò una grande vittoria di Trento che permise all’Aquila di qualificarsi per i playoff Scudetto;
  • E’ la seconda sfida in assoluto tra i due head coach Lele Molin e Sergio Scariolo, che si sono incrociati per la prima volta da avversari nel match di andata.

TOP PERFORMERS:

Nella vittoria contro Brindisi la Dolomiti Energia Trentino è stata trascinata al successo anche dalla strepitosa performance individuale di Flaccadori: il numero 12 bianconero ha aggiornato il suo massimo in carriera in punti (30) e assist (otto), “sorpassando” Reynolds come migliore realizzatore di Trento in Serie A (15,3 punti a partita, 9° posto assoluto e 2° miglior italiano dietro al solo Amedeo Della Valle). Flaccadori è diventato l’ottavo giocatore della storia di Trento (da quando i bianconeri sono in Serie A) a raggiungere quota 30 punti in una partita ufficiale: prima di lui ci sono riusciti Ale Gentile (una partita da 37 e una da 30), David Lighty (34), JaCorey Williams (33), Tony Mitchell (32, 31), Shavon Shields (31, 31), Gary Browne (30) e Julian Wright (30).

Il miglior realizzatore in campionato della Virtus Bologna è Weems: l’ala americana viaggia a 15,1 punti e 4,5 rimbalzi di media, ed è il miglior tiratore da tre punti dell’intera Serie A nonostante gli alti volumi di tiro da fuori (44/90 dall’arco per un brillante 48,9%). Teodosic segna “solo” 10,1 punti a partita ma distribuisce quasi sette assist di media nonostante un minutaggio contenuto: se parametrati su 40′ di match, il play serbo è il secondo miglior assistman della Serie A con 11,5 passaggi smarcanti ogni 40 minuti. Sono ben sette i giocatori di Bologna in doppia cifra di media per punti segnati.

L’ULTIMO PRECEDENTE: 

Il match di andata arriva nel primo turno di campionato, una partita frizzante e con tanti canestri che apre l’ottava avventura in Serie A della Dolomiti Energia Trentino. Alla BLM Group Arena passano i campioni d’Italia della Virtus Bologna, ma lo fanno dopo 40’ in cui i padroni di casa si divertono e fanno divertire il coinvolto pubblico del palazzetto con energia in difesa e fiammate in attacco. Tanti significativi momenti di entusiasmo e di crescita per una squadra in grado di competere ed emozionare, come aveva chiesto alla vigilia coach Lele Molin: l’Aquila alla fine paga a caro prezzo la fisicità dei lunghi virtussini, acuita dall’assenza di Jordan Caroline tra le fila dei trentini, ma non lascia nulla di intentato gettandosi su tutti i palloni fino all’ultimo istante. Miglior realizzatore della partita un Cameron Reynolds da 24 punti (4/5 da due, 4/10 da tre), ma Trento ha mandato in doppia cifra a referto altri quattro giocatori (Diego Flaccadori con 13 il secondo miglior marcatore dei bianconeri).

DOLOMITI ENERGIA TRENTINO 88

VIRTUS SEGAFREDO BOLOGNA 102

(17-30, 43-56; 64-84)

Dolomiti Energia Trentino: Bradford 10 (0/2, 2/3), Williams 12 (5/6, 0/1), Reynolds 24 (4/5, 4/10), Conti 4 (2/2), Morina ne, Forray 12 (4/8, 1/4), Zangheri ne, Flaccadori 13 (1/4, 3/3), Saunders 7 (3/7, 0/2), Mezzanotte 6 (2/4 da tre), Ladurner. Coach Molin.

Virtus Segafredo Bologna: Tessitori 8, Belinelli 19, Pajola 2, Alibegovic 13, Hervey 21, Ruzzier ne, Jaiteh 10, Alexander 5, Barbieri ne., Weems 15, Teodosic 9, Abass. Coach Scariolo.

PROBABILI QUINTETTI: 

Virtus Bologna: Hackett, Cordinier, Weems, Shengelia, Jaiteh.

Trento: Flaccadori, Bradford, Reynolds, Caroline, Williams.

GLI ARBITRI:

Attard, Grigioni, Borgo.

KINESI INJURY REPORT:

Virtus Bologna: Belinelli (coscia sinistra) non sarà della partita, così come i lungodegenti Udoh e Abass.

Trento: Roster al completo a disposizione di coach Molin e il suo staff.

 

Ufficio Stampa Dolomiti Energia Trentino

Commenta
(Visited 39 times, 1 visits today)

About The Author

Gennaro Dimonte Nato a Barletta nel 1994. Prossimo alla laurea in Scienze della Comunicazione e aspirante giornalista. Si divide tra la palla a spicchi e il calcio, con i miti di Carmelo Anthony e Del Piero nel cuore. Grande appassionato di NBA, spera di rivedere i suoi Knicks tra le grandi.