Dominio UBP a Verona, il Guerriero Padova sfiora i 100 punti

Nel recupero della seconda giornata di ritorno del campionato di C Gold, il Guerriero Padova domina sul parquet della Cestistica Verona iniziando le prove generali in vista dei playoff. Con il primo posto matematico già acquisito dallo scorso turno, l’UBP non lascia scampo ai veronesi, in bilico tra zona playoff playout, mettendo in evidenza anche il talento balistico del recuperato e fresco ventenne Stavla (18 punti con 5 triple).

L’attacco scaligero, che elegge il tiro da tre a solo e unico credo dell’intera partita, dovrà fare i conti con un appiglio troppo fragile e ondivago, anche se inizialmente è proprio questa l’arma che permette ai locali di restare a galla. Dopo il tiro scoccato dall’arco da un liberissimo Andreani (2-9), Verona esce dal timeout armando le mani caldissime di Bovo e Pacione che impattano infilando tre triple consecutive (11-11). Coach Volpato trova comunque le risposte che voleva, ruotando quasi tutti i suoi uomini a disposizione già nella prima frazione in cui il Guerriero finisce per doppiare nel punteggio i padroni di casa (14-28).

Padova assesta un’altra spallata sfruttando i mismatch favorevoli a Benfatto che non trova avversari degni di tal nome sotto le plance. È tutto abbastanza semplice per l’UBP che con una pregevole tripla di Campiello prende il largo (22-41). La “Cesta”, però, mostra ancora una volta di gradire la soluzione dal perimetro, entrando in striscia a suon di triple, fino a rintuzzare sul -10 (37-47) a ridosso della pausa lunga (37-49).

Resta la sensazione che l’Unione, pur priva degli infortunati Andreaus e Bombardieri (in panchina per semplice onor di firma), mantenga il totale controllo della situazione anche nell’abbrivio del secondo tempo, nonostante i padroni di casa tentino di restare attaccati alla gara con il solito tiro dalla lunga distanza (42-51). Isacchini insacca anche la tripla del -8 (50-58), ma sono Coppo (50-61) e poi Chinellato a replicare a stretto giro di posta con la stessa moneta (50-65). Al fil di sirena del terzo parziale, un altro tiro da tre realizzato da Stavla, addirittura da metà campo, fissa il +21 (53-74).

Ormai il match è incanalato: l’ultima frazione si trasforma in una sorta di allenamento. Meneghin scrive +25 sul tabellone luminoso (55-80), ma l’UBP scaverà un solco profondissimo con il neo entrato Favaro (62-95) e infine sempre con Stavla che stampa il massimo vantaggio sui titoli di coda facendo calare il sipario con un’altra conclusione pesante (62-98).

Il prossimo appuntamento è previsto per mercoledì 20 aprile, ore 20.30, al PalaSavio a Mortise, dove andrà in onda il recupero della terza giornata di ritorno nel testa-coda contro lo Junior Leoncino.

PULIMAC VERONA – GUERRIERO PADOVA 62-98

CESTISTICA VERONA: Bovo 15, Pacione 5, Campostrini 3, Ballati 11, Ziliani 1, Bevilacqua n.e., Trentini 6, Beghini, Isacchini 16, Burt n.e., Basaglia 2, Filippozzi 3. All. Della Chiesa. Ass. Zamberlan.

UNIONE BASKET PADOVA: Stavla 18, Chinellato 17, Favaro 2, Andreani 7, Maran 4, Coppo 11, Bombardieri n.e., Benfatto 19, Bruzzese 4, Meneghin 4, Campiello 12. All. Volpato. Ass. Augusti.

Arbitri: Toffano di Camponogara (Ve) e Zentilin di Pieve del Grappa (Tv).

Note: 14-28, 23-21 (37-49), 16-25 (53-74), 9-24 (62-98). Tiri liberi: Verona 8/11, Padova 22/29.

Commenta
(Visited 41 times, 1 visits today)

About The Author

Gennaro Dimonte Nato a Barletta nel 1994. Prossimo alla laurea in Scienze della Comunicazione e aspirante giornalista. Si divide tra la palla a spicchi e il calcio, con i miti di Carmelo Anthony e Del Piero nel cuore. Grande appassionato di NBA, spera di rivedere i suoi Knicks tra le grandi.