7DAYS EuroCup, la Reyer riceve il Bursaspor. Tucci: "Abbiamo bisogno del pubblico"

L’assistant coach Gianluca Tucci presenta la partita di 7Days Eurocup in programma martedì 26 ottobre alle 20.00 al Palasport Taliercio contro i turchi del Frutti Extra Bursaspor.

Questa seconda di Coppa ci vede contro una formazione molto imprevedibile, perché da un lato c’è il grande talento di Freeman, giocatore cercato anche da tante squadre di Eurolega, capace di segnare in tantissimi modi, accanto a quello di Needham, che è un play americano già visto in Italia un paio di stagioni fa. Devo dire che è una formazione che ha tanti tiratori di giornata, di striscia come diciamo in gergo, primo fra tutti Andrews, che già la partita scorsa è riuscito a fare 20 punti contro il Fenerbahce, guidando letteralmente la sua squadra alla vittoria, con il 100 per 100 al tiro, sia da due che da tre. Dobbiamo veramente tenerlo d’occhio, insieme però a tante guardie e numeri 3, come Bitim e Dudzinski, perché hanno tanti specialisti da 3 punti.

E poi hanno dei lunghi con leve molto lunghe, magari un po’ leggeri, ma che hanno sicuramente dalla loro una capacità di rimbalzo d’attacco importante. Credo poi che li incontriamo anche in un momento di fiducia, perché aver battuto la capolista del campionato turco, che gioca in Eurolega e fino ad ora era imbattuta, ha dato loro una grande carica. Quindi dobbiamo essere attenti nei momenti iniziali della partita e di ogni quarto, perché lì si detta il ritmo difensivo, e provare a dare una continuità sul piano dell’aggressività rispetto a quanto abbiamo prodotto nel finale dell’ultima partita casalinga. Come sempre puntiamo sull’intensità è chiaramente avremo bisogno anche dell’apporto del pubblico, che sappiamo quanto sia importante in un campionato molto difficile ma che speriamo di portare avanti a testa alta”.

Comunicato e dichiarazioni a cura di Ufficio Stampa Reyer.

Commenta
(Visited 21 times, 1 visits today)

About The Author

Gianluca Zippo Nato a Formia il 13/01/1988. Laureato in Giurisprudenza presso la Federico II di Napoli, già collaboratore e redattore per Teladoiolamerica.net e Road2sport.com, il calcio, l’NBA e la F1 sono la mia malattia, ma il mondo dello sport mi affascina a 360°.