Festival di Trento: 100 anni di Federbasket nelle parole di Petrucci, Sacchetti, Marzorati, Myers e Tonut

“Un grande momento di basket all’interno di una grande manifestazione sportiva. Il Festival dello Sport, organizzato da La Gazzetta dello Sport e giunto ormai alla sua quarta edizione, sta riempiendo le vie e le piazze di Trento dando l’occasione, più unica che rara, di incontrare decine di campioni di ogni sport e medagliati olimpici rientrati da poche settimane da Tokyo.

All’interno del fittissimo calendario di eventi, ha trovato spazio anche la celebrazione dei 100 anni della Federazione Italiana Pallacanestro (1921/2021), che all’interno del Teatro Santa Chiara ha vissuto questo pomeriggio un bel momento fatto di ricordi affiorati dal passato, emozioni recentissime e sano divertimento, certificato dalle risate e dagli applausi dei numerosi spettatori (rigorosamente distanziati all’interno del teatro e muniti di mascherine).

Al talk show, condotto dal giornalista de La Gazzetta dello Sport Davide Chinellato, hanno partecipato il Presidente FIP Giovanni Petrucci, il CT della Nazionale maschile Meo Sacchetti, il recordman di presenze in Azzurro (278) Pierluigi Marzorati, il Portabandiera Azzurro alle Olimpiadi di Sydney 2000 Carlton Myers e il fresco atleta olimpico Stefano Tonut.

“La grande estate Azzurra – ha detto Petrucci – ci ha fatto sognare. Vincere il Preolimpico battendo la Serbia a Belgrado è stato uno dei punti più alti della nostra storia recente anche perché si tratta di un risultato sul quale nessuno era pronto a scommettere. Questa vittoria, il ritorno ai Giochi dopo 17 anni e il quinto posto finale a Tokyo, ci fanno ben sperare per il futuro anche perché la squadra è giovane e ha ancora margini di miglioramento. Senza dubbio, uno dei ricordi più belli in questa estate straordinaria per i colori Azzurri”.

“Indossare la Maglia Azzurra – ha detto Meo – è come indossare una corazza. Ti senti invincibile e carico per la grande opportunità di rappresentare il tuo Paese. Ho giocato tanto in Nazionale e ho anche vinto una Medaglia olimpica, ma ogni volta è unica e anche questa estate ho provato sensazioni incredibili”.

Cinque edizioni dei Giochi per Pierluigi Marzorati: “La strada per indossare l’Azzurro è complessa e tortuosa, ma quando sia arriva è un sogno che si realizza. Ho avuto la fortuna di vivere tante Olimpiadi e quello che si prova entrando al Villaggio è qualcosa che non si dimentica per tutta la vita”.

“E’ stato bellissimo – ha detto Myers – vedere questi ragazzi lottare come leoni e vincere a Belgrado. L’Azzurro è un sentimento intenso, un traguardo che personalmente coltivavo fin da piccolo, un desiderio che cresceva in me ogni giorno”.

Protagonista assoluto in campo, Stefano Tonut ha ancora una lunga strada da percorrere con la Nazionale: “Spero di indossare questa Maglia ancora per tanto tempo. In estate si è creata un’armonia tra noi davvero unica e questo anche grazie al lavoro del CT e dello staff. Ho vissuto alla grande l’esperienza fin dal primo giorno di raduno. Un crescendo fantastico fino a Tokyo. E’ un onore indossare l’Azzurro ma anche una responsabilità che bisogna sentire e onorare sempre. Spero che questo slancio possa aiutare tutto il movimento a crescere ancora”.”.

Fonte: ufficio stampa FIP

Commenta
(Visited 13 times, 1 visits today)

About The Author

Enrico Pecci Classe ’96, proveniente da quel favoloso luogo chiamato Marche (provare per credere), studente di Scienze della Comunicazione ed appassionato di calcio quanto di basket. Collaboratore per nba24.it e tuttobasket.net, sognando un futuro in cui scrivere di sport, basket e calcio in particolare, sia un lavoro oltre che una passione. Appassionato di basket sin dai primi passi mossi nel parquet dal Re, King LeBron James. #IPromise.