Jesi-Sutor Montegranaro, coach Ciarpella: "Il risultato parla da solo..."

Coach Marco Ciarpella, che gara è stata secondo lei quella persa a Jesi?

“Penso che il risultato parli da solo (83-55, ndr), quando uno perde in questa maniera credo che il responsabile sia il sottoscritto perché probabilmente non sono riuscito a trasmettere quella che era l’importanza di questa partita che sicuramente valeva molto più dei due punti in ottica salvezza. Una vittoria ci avrebbe portato a giocare con più tranquillità la seconda fase. Se la mia squadra gioca con scarsa energia e aggressività, subendo gli uno contro uno e secondi e terzi tiri, il responsabile di tutto ciò sono io. Sono molto amareggiato perché credo che ci sia modo e modo di perdere le partite e nel finale potevamo salvare la faccia rispettando e onorando la maglia e credetemi, questa è la cosa che mi ha dato più fastidio”.

Nel finale la squadra è apparsa nervosa ed è arrivata anche l’espulsione di Gallizzi, cosa ci può dire in proposito?

“Quello che è accaduto è sinonimo di scarsa lucidità. Dobbiamo fare tesoro di questo evento con la speranza che non capiti più soprattutto nella seconda fase perché si potrebbero compromettere delle partite fondamentali per raggiungere il nostro obiettivo”.

La battuta d’arresto di Jesi può essere annoverata come la più brutta sconfitta in questa prima fase al di là dello scarto finale?

“Direi proprio di sì perché anche nel primo tempo quando siamo rimasti a galla la squadra non mi è sembrata concentrata sul pezzo con scarsa energia e poca propensione a muovere la palla. Al di là dell’aspetto tecnico, ai ragazzi prima della partita avevo chiesto orgoglio e la giusta mentalità ad andare oltre lo sforzo sul campo. La cosa onestamente mi ha dato più fastidio è lo scarto nel punteggio che abbiamo subito arrivato per il nostro atteggiamento non propositivo”.

Terminata la prima fase adesso arriva quella ad orologio. Un mini torneo ad otto partite, cosa dobbiamo aspettarci?

“Giocheremo otto finali da qui in avanti, sto parlando per tutte e sedici le squadre. La classifica attuale è molto corta con otto, nove squadre che saranno tutte pronte a giocarsi la salvezza diretta. Dobbiamo restare concentrati e riprendere un discorso che purtroppo ci siamo lasciati indietro da qualche settimana”.”.

Fonte: ufficio stampa Sutor Basket Montegranaro

Commenta
(Visited 13 times, 1 visits today)

About The Author

Enrico Pecci Classe ’96, proveniente da quel favoloso luogo chiamato Marche (provare per credere), studente di Scienze della Comunicazione ed appassionato di calcio quanto di basket. Collaboratore per nba24.it e tuttobasket.net, sognando un futuro in cui scrivere di sport, basket e calcio in particolare, sia un lavoro oltre che una passione. Appassionato di basket sin dai primi passi mossi nel parquet dal Re, King LeBron James. #IPromise.