Dodicesima Coppa Italia per Schio! Battuta in finale Venezia

“Il Famila Wuber Schio alza la dodicesima Coppa Italia della sua storia. Egregia finale giocata dalle Orange che si impongono 69-55 sulla Umana Reyer Venezia. Prestazione super delle scledensi, brave a scavare il solco con le lagunari minuto dopo minuto. Grande festa alla Segafredo Arena di Bologna, Famila che riporta a casa il trofeo dopo il digiuno del 2019 e la non assegnazione del 2020. Dodicesimo sigillo nella competizione per Schio in diciassette finali disputate. Gruda è l’MVP induscussa della serata, la francese domina sotto le plance, prestazione regale sia in attacco che in difesa. 22 per Sandrine, 11 su 13 dal campo. Finale contraddistinta dal punteggio basso, l’unica altra Orange in doppia cifra è Mestdagh con 14. Ogni scledense ha aggiunto tasselli fondamentali per un mosaico che vede il Famila alzare la coppa al cielo.

Replica della Finale su Telechiara (canale 14 del digitale terrestre), nella serata di martedì 9 marzo alle 22.10

Non basta una Anderson scatenata per Venezia, 23 punti per lei. Coach Vincent rinuncia ad Harmon e Trimboli, coach Ticchi lascia a riposo Howard, peculiare, sopratutto nel pregara, pensare che le rispettive MVP delle semifinali non sarebbero state della gara.Primo quarto equilibratissimo, parte forte Venezia, Schio brava a non lasciare scappare la Reyer ed a ricucire il gap chiudendo il parziale sopra di una lunghezza. Nel secondo quarto le Orange prendono in mano la gara, 18-9 di parziale e distanze che si allungano. Dopo l’intervallo il copione non cambia, la difesa di Schio è granitica. Famila che constringerà Venezia ad appena 55 punti finali (la Reyer viaggiava a più di 90 punti di media in stagione). L’Umana prova a non arrendersi, ma il gap è ormai incolmabile. Il quarto “superclassico” della stagione si tinge di Orange, 2-2 il computo totale delle partite con un trofeo a testa equalmente spartito. Venezia cade per la seconda volta in stagione tra tutte le competizioni, in entrambe le occasioni per mano di Schio. Finalissima che corrisponde anche all’ultima gara stagionale in maglia Schio per Achonwa che se ne và con un trofeo sottobraccio. “Last dance” per la canadese, giunta al termine del proprio contratto. Il calendario fitto del 2021, composto per lei anche da WNBA e giochi olimpici in rapida successione ha reso impossibile il prolungamento della lunga delle Minnesota Lynx sino al termine della stagione italiana.

36^ trofeo nella bacheca di Schio e del Presidente Cestaro (10 Scudetti 12 Coppe Italia, 11 Supercoppe Italiane, 2 Coppe Ronchetti ed 1 EuroCup) coach Vincent alza il suo quinto trofeo alla guida del Famila (1 Scudetto, 2 Coppa Italia, 2 Supercoppe Italiane)

Umana Reyer Venezia – Famila Wuber Schio 55 – 69 (15-16, 24-34, 36-51, 55-69)
UMANA REYER VENEZIA: Bestagno 3 (1/1, 0/2), Carangelo* 11 (0/1, 3/5), Pan, Natali NE, Anderson* 23 (8/15, 1/3), Petronyte* 2 (1/5 da 2), Fagbenle* 8 (4/10 da 2), Meldere NE, Attura, Penna* 8 (1/5, 2/4)
Allenatore: Ticchi G.
Tiri da 2: 15/40 – Tiri da 3: 6/18 – Tiri Liberi: 7/9 – Rimbalzi: 29 8+21 (Fagbenle 10) – Assist: 11 (Anderson 4) – Palle Recuperate: 9 (Carangelo 2) – Palle Perse: 16 (Carangelo 3)
FAMILA WUBER SCHIO: Keys, Mestdagh* 14 (3/6, 2/7), Cinili* 2 (1/6, 0/1), Gruda* 22 (11/13, 0/1), De Pretto 2 (1/1, 0/1), Achonwa* 8 (3/8 da 2), Crippa, Andre’ 6 (2/2 da 2), Dotto* 7 (3/5 da 2), Sottana 8 (3/7, 0/2)
Allenatore: Vincent P.
Tiri da 2: 27/50 – Tiri da 3: 2/12 – Tiri Liberi: 9/13 – Rimbalzi: 45 15+30 (Achonwa 6) – Assist: 15 (Sottana 4) – Palle Recuperate: 13 (Andre’ 3) – Palle Perse: 17 (Dotto 4)
Arbitri: Ferretti F., Pazzaglia J., Maschietto C.

PREMI TECHFIND FINAL EIGHT COPPA ITALIA A1
Miglior Giovane: Awak Kuier (Passalacqua Ragusa).

Miglior Quintetto: Giorgia Sottana (Famila Wuber Schio), Yvonne Anderson (Umana Reyer Venezia), Kim Mestdagh (Famila Wuber Schio), Olbis Andrè (Famila Wuber Schio), Sandrine Gruda (Famila Wuber Schio).

MVP: Sandrine Gruda (Famila Wuber Schio)”.

Fonte: ufficio stampa Famila Basket Schio

Commenta
(Visited 32 times, 1 visits today)

About The Author

Enrico Pecci Classe ’96, proveniente da quel favoloso luogo chiamato Marche (provare per credere), studente di Scienze della Comunicazione ed appassionato di calcio quanto di basket. Collaboratore per nba24.it e tuttobasket.net, sognando un futuro in cui scrivere di sport, basket e calcio in particolare, sia un lavoro oltre che una passione. Appassionato di basket sin dai primi passi mossi nel parquet dal Re, King LeBron James. #IPromise.