La Riso Scotti Pavia supera la Vaporart Bernareggio nella prima giornata della seconda fase della cadetteria

 

 

Avanti fin dal primo quarto, ha impresso poi nei due rimanenti quarti l’accelerazione definitiva e l’ha fatta sua. La Riso Scotti Punto Edile Pavia regala un esordio di seconda fase di lacrime alla Vaporart Bernareggio che, priva di una pedina di primo piano come Laudoni fermato da un infortunio, esce sconfitta dal “PalaRavizza” con il punteggio di 78-66. Ancora una volta sulla vittoria dei pavesi, la sesta consecutiva dopo le cinque colte nel gruppo B2, ha influito la grande vena realizzativa di Torgano con i suoi quindici punti, a Bernareggio non sono invece bastati i diciotto di Baldini e i sedici di Tsetserukou. La Vaporart è ora attesa a un pronto riscatto nella sfida in programma al “PalaReds” mercoledì 24 marzo alle 21 contro la Corona Platina Piadena.

PRIMO QUARTO – Bernareggio parte con Todeschini, Baldini, Aromando, Gatti e Tsetserukou. Coach Di Bella, per Pavia, risponde con Piazza, Donadoni, D’Alessandro, Nasello e Rossi. Donadoni infila il primo canestro, Tsetserukou risponde subito con un jumper. La partita è combattuta fin dai primi secondi. D’Alessandro, con un semigancio, rialza in quota Pavia: 4-2. Baldini potrebbe siglare il sorpasso di Bernareggio ma stecca la tripla. Tsetserukou, servito da Todeschini, affonda la lama e ripristina la parità dopo due minuti e mezzo di gioco. Nuovo vantaggio pavese, Tsetserukou cerca di rimettere la partita sui binari dell’equilibrio ma Rossi lo stoppa. A ribadirlo provvede però Aromando. Le due compagini si sfidano a viso aperto senza lasciarsi scappare. Pavia si rialza in quota con Piazza, Bernareggio risponde con Baldini e si continua a giocare punto a punto. D’Alessandro ricecchina nel secchiello brianzolo e coach Marco Cardani chiama il timeout. Ka cerca l’ennesima parità ma Rossi si conferma mago delle stoppate sfornando la seconda dopo quella con Tsetserukou. D’Alessandro si guadagna due tiri liberi e li infilza entrambi. Pavia prova la prima minifuga sul 12-8 a circa quattro minuti dal termine del primo quarto. Bernareggio si riavvicina con Baldini che porta il suo score personale a quattro punti. Apuzzo intercetta bene e va a schiacciare riportando Pavia a quattro incollature di vantaggio. Sono i suoi primi punti con la Riso Scotti Punto Edile. Torgano cala una tripla e sospinge i padroni di casa a più sette. Pavia affonda nuovamente la lama con D’Alessandro, bravo a cogliere un rimbalzo: 19-10 con due minuti e mezzo alla fine del primo quarto. Sempre D’Alessandro sforna un micidiale 4-0 che porta Pavia per la prima volta in doppia cifra: 21-10. Bernareggio appare frastornata dalla manovra asfissiante dei padroni di casa. Almansi mette a segno la prima tripla timbrata Vaporart e rianima il roster brianzolo. Torgano, però, intona subito il controcanto con la sua seconda tripla della gara. Todeschini fallisce la tripla del possibile riavvicinamento ospite nel finale di quarto e i primi dieci minuti si chiudono con Pavia avanti per 24-13.

SECONDO QUARTO – Quartieri porta Bernareggio a meno nove. Saladini prova a reagire ma sbaglia, lo stesso fa Almansi steccando una tripla. Nei minuti d’avvio le realizzazioni sembrano latitare. Quartieri non manda a bersaglio il secondo tentativo da tre punti dei brianzoli nel secondo quarto, Piazza si incunea bene sottocanestro e sigla i primi punti pavesi dei secondi dieci minuti: 26-15. Di Bella chiama il timeout. Torgano fallisce una tripla, Rossi è ben appostato per cogliere il rimbalzo e Pavia si porta a più tredici. Tsetserukou subisce fallo e va alla linea della carità mettendone uno su due. Rossi , ben imbeccato da Nasello, allarga ulteriormente il fossato per il 30-18, subito dopo D’Alessandro conferma la sua serata di particolare ispirazione con una tripla. Pavia, con il suo ubriacante 5-0, riesce a tracciare quindici punti di vantaggio sui brianzoli che soffrono la mancanza di Laudoni. Donadoni commette fallo su Baldini che va a farsi una gita in lunetta e ne mette due su due. Piazza brucia Tsetserukou e muove di nuovo il tabellone dalla parte dei pavesi, Aromando risponde subito. Tsetserukou riporta Bernareggio in scia con due tiri liberi, una tripla di Apuzzo, però, ristabilisce il più quattordici dei padroni di casa: 38-24 a due minuti dall’intervallo lungo. Nasello sottocanestro si regala i primi due punti della gara. Tsetserukou regala altra messe a una Vapoart particolarmente a singhiozzo in fase realizzativa. Todeschini sbaglia il tiro dell’ultimo secondo e Pavia conclude la prima parte di gara avanti di più quattordici, 40-26, ponendo ottime premesse per portare a casa la contesa.

TERZO QUARTO – Rossi sbaglia l’allungo pavese, Todeschini fallisce su opposto versante. Tsetserukou porta Bernareggio a meno dodici, Baldini suggella il 4-0 brianzolo facendo capire che la squadra ospite vuole vendere cara la pelle. Tsetserukou, dalla lunetta, ne mette uno su due. Dopo circa tre minuti Pavia non ha ancora realizzato un canestro nella terza parte di gara. Todeschini spara una tripla e Bernareggio porta il suo parziale di quarto a 8-0. Di Bella teme il pericoloso ritorno brianzolo e chiama il timeout sul punteggio di 40-34 per i padroni di casa. Todeschini porta Bernareggio a meno quattro. Pavia sembra frastornata da una squadra ospite entrata con un supplemento di determinazione sul pitturato del “Pala Ravizza” rispetto ai primi due quarti. Piazza, con due tiri liberi, sblocca i pavesi regalando loro i primi due punti del quarto. Lo stesso Piazza con un coast to coast realizza il suo parziale di 4-0 risospingendo Pavia in mare aperto: 44-36. D’Alessandro commette fallo su Aromando e lo manda in lunetta: doppio bingo e Bernareggio si riporta a meno sei. Bernareggio commette fallo ed entra in bonus mandando in lunetta la Riso Scotti, Donadoni ne fa uno su due, poi colpisce di nuovo in contropiede completando il gioco da tre e riportando Pavia in doppia cifra: 48-38 a metà quarto. Aromando riporta Bernareggio in scia, Donadoni risponde subito con il suo settimo punto consecutivo. Tsetsrukou non capitalizza dalla lunetta steccando due tiri liberi su due. Donadoni conferma la sua ottima vena e si regala un’altra tripla proiettando Pavia a più tredici. Dopo un difficile avvio di periodo, Pavia è ritornata ad alzare la voce. Cardani chiama il timeout sul 53-40 per i padroni di casa a tre minuti dalla conclusione del quarto. Donadoni dalla lunetta ne piazza due su due e porta a tredici punti il suo score personale. Poi commette il suo quarto fallo su Quartieri e lo manda alla linea della carità: ne mette uno su due, una tripla di Dessì è la risposta di Pavia: 58-41 a due minuti dal termine del quarto. Tsetserukou si prende due liberi per un fallo di D’Alessandro, ne mette uno su due. Apuzzo manda in lunetta Quartieri fermandolo irregolarmente, il brianzolo ne fa due su due: 58-44 a quaranta secondi dal tramonto del terzo quarto. Dessì, nei secondi finali, cecchina ancora e porta Pavia a quota sessanta e più sedici. Il terzo quarto vede Pavia avanti per 60-44.

ULTIMO QUARTO – Torgano battezza il quarto con una tripla. Baldini risponde con la stessa capitalizzazione entrando in doppia cifra di score. Radchenko appoggia al vetro altri due punti, Bernareggio se la gioca fino all’ultimo. Torgano conferma la sua ottima vena e confeziona la sua seconda tripla di fila. Aromando profana il canestro pavese e ha la possibilità, subendo fallo, di completare il gioco da tre che sfrutta pienamente: Bernareggio è a meno dodici, 66-52. Todeschini protesta in modo un po’ troppo vibrato e si prende il fallo tecnico, Pavia si prende il tiro libero con Torgano che lo realizza. Dessì sfonda il canestro ospite in altre due occasioni con altrettanti tiri liberi e Pavia si porta sul più diciassette. Fallo tecnico fischiato a coach Marco Cardani che protesta anch’egli in modo eccessivo. Dessi piazza un tiro libero su due e Pavia tocca quota settanta. Bernareggio evidenzia molto nervosismo con il terzo fallo tecnico in pochi minuti fischiato a Gatti. Piazza commette fallo su Tsetserukou che va in lunetta e ne realizza due su due. D’Alessandro, autore di una buona gara, ci mette però una macchia nera uscendo per quinto fallo. Tsetserukou chiude anch’egli anzitempo per quinto fallo. Torgano realizza i due liberi che si è preso per un fallo subito e Pavia si alza sul tranquillizzante più diciassette. Bernareggio lotta generosamente nei minuti finali, Baldini si prende una tripla. Ka realizza dopo un rimbalzo offensivo. Bernareggio prosegue nel suo nervosismo e anche Baldini subisce il fallo tecnico. Rossi realizza così un tiro libero che porta Pavia sul 73-60 a circa tre minuti dal termine. Dessì sforna una tripla che lo porta in doppia cifra e poi ribadisce il concetto sottocanestro su assist di Donadoni. Aromando riduce lievemente il ritardo di Bernareggio a meno dodici. Cardani chiama il timeout a 38” dal termine con il copione della partita ormai già definito. Pavia battezza quindi nel modo migliore la seconda fase del campionato cadetto imponendosi per 78-66.

TABELLINO

RISO SCOTTI PUNTO EDILE PAVIA: Torgano 15, D’Alessandro 13, Donadoni 13, Dessì 13, Piazza 10, Rossi 7, Apuzzo 5, Nasello 2, Saladini, Del Rosso, Ciocca, Bencivenni. Coach: Fabio Di Bella.

Tiri liberi: 15 su 19, rimbalzi 32 (Donadoni, D’Alessandro, Rossi 6), assist 17 (Piazza 4).

VAPORART BERNAREGGIO: Baldini 18, Tsetserukou 16, Aromando 13, Todeschini 7, Quartieri 5, Almansi 3, Ka 2, Radchenko 2, Gatti, Ghedini, Adamu, Laudoni. Coach: Marco Cardani.

Tiri liberi: 16 su 23, rimbalzi 27 (Aromando 8), assist 5 (Todeschini 3).

ARBITRI

Stefano Gallo di Monselice (PD), Michele Biondi di Trento.

Commenta
(Visited 26 times, 1 visits today)

About The Author

Cristiano Comelli Sono nato a Milano il 12 gennaio 1970 e mi occupo di giornalismo da circa vent'anni sia di cronaca sia di sport. Ho cominciato con il quotidiano locale "La Prealpina" scrivendo di calcio e ciclismo, poi, sempre per il calcio, ho avviato una collaborazione con il quotidiano "Il Giorno" che dura tuttora. MIisono poi avvicinato al mondo del basket attraverso le collaborazioni con alcune testate on line ed eccomi qua, pronto a vivere la magia del basket insieme con gli amici di Tuttobasket.