L'Atlante Eurobasket vendica la sconfitta dell'andata contro la Bcc Treviglio trascinata da Olasewere

ROMA-  Sotto nel primo quarto, avanti dal secondo fino al termine. L’Atlante Eurobasket Roma ridisegna un sorriso sul suo campionato dopo essere inciampata sul pitturato di Verona e coglie la seconda vittoria interna di fila dopo quella contro l’Urania Milano. Con Roberto Gallinat tornato nei ranghi ma non utilizzato da Damiano Pilot in via precauzionale perché non ancora in condizioni ottimali, la squadra romana ha disputato una prova di autorità vendicando anche grazie  a una buona prestazione nell’assetto difensivo e a un travolgente Olasewere la sconfitta dell’andata al “PalaFacchetti”. Treviglio inciampa dopo tre vittorie di fila contro la stessa Atlante, la Top Secret Ferrara e la Lux Basket Chieti.

 

PRIMO QUARTO – L’Atlante schiera Romeo, Staffieri, Magro , Viglianisi e Olasewere. Risponde la Bcc Treviglio con Borra, Frazier, Nikolic, Pepe e Sarto. Romeo rompe il ghiaccio e porta in quota i capitolini, Borra stecca la replica con una tripla dall’angolo ma  Frazier acciuffa il 2-2. L’Atlante fallisce il nuovo sorpasso con un reverse di Magro. Non sbaglia invece Romeo che si garantisce il quarto punto e secondo canestro di fila portando i padroni di casa sul 4-2 al 3’. L’ex  M Rinnovabili Agrigento Pepe, però, porta Treviglio avanti di una lunghezza con una tripla. Sarto serve Nikolic che allarga il fossato a favore degli ospiti a tre lunghezze. Due punti di Olasewere portano la situazione sul 6-7. La partita continua a vivere all’insegna dell’equilibrio con le due compagini che si sfidano a viso aperto. Frazier rimette Treviglio avanti di tre incollature. Borra commette fallo su Olasewere che va alla linea della carità e ne mette due su due. Tra le due compagini ritorna la differenza di un solo punto: 8-9. Una schiacciata di Borra fa affondare la lama a Treviglio, ma Romeo risponde subito: 10-11 a metà quarto. Romeo è l’elemento realizzativo dominante nelle file della squadra di Damiano Pilot, Frazier nel roster di Mauro Zambelli. Nikolic sfodera una tripla che riporta in minifuga Treviglio e poi concede il bis con un gancio. Magro riporta l’Atlante a meno quattro: 12-16 a meno di tre minuti dal tramonto del primo quarto. Dopo una serie di rimbalzi, ancora Magro riporta in corsa Roma a meno due garantendosi il quarto punto consecutivo. Pepe sbaglia il possibile riallungo trevigliese con un tiro da tre, non così capitan Reati che porta i biancoblù in vantaggio massimo ovvero sul più cinque: 14-19 a meno di un minuto dalla conclusione del quarto d’esordio. Treviglio prova a scappare ma l’Atlante tiene il campo a dovere e le impedisce la fuga. L’Atlante ha l’occasione di riportarsi sotto con Viglianisi ma la precisione non abbraccia la sua tripla. Romeo, invece, esegue bene il compitino ed è il meno tre. Il primo quarto sorride a Treviglio con il punteggio di 19-16.

 

SECONDO QUARTO – Pepe vorrebbe allargare il fossato con una tripla ma non inquadra il bersaglio, lo stesso fa Romeo su opposto versante. Cepic, lanciato, si prende il canestro da sotto e il libero aggiuntivo sbagliandolo: 18-19 al 3’ e Atlante ancora in scia ai biancoblù. Olasewere tenta di mettere la freccia di sorpasso con un tiro in condizioni precarie e fallisce. Cepic porta l’Atlante al sorpasso di un punto e coach Zambelli chiama il timeout. I capitolini sembrano entrati in campo maggiormente determinati nel secondo quarto e decisivo è stato l’apporto di Cepic, autore anche di una pregevole stoppata pregevole in fase difensiva.  Frazier prova a riportare in quota Treviglio ma il suo tiro da tre non bacia neppure il ferro. Non miglior sorte ha un altro tentativo da tre di Nikolic che trova sì il ferro ma in opposizione e non in complicità. Si realizza pochissimo ma Nikolic dall’angolo rimuove il tabellone di Treviglio dopo sei minuti di gioco: 20-22 e nuovo acuto biancoblù a quattro minuti dall’intervallo lungo. Reati porta gli ospiti a più quattro e Pilot chiama il timeout per riordinare le idee con i suoi sul piano tattico. La partita continua comunque a non avere un dominus assoluto. Le percentuali realizzative del secondo quarto continuano però a essere ampiamente deficitarie con uno scheletrico  parziale di 5- 4 per gli ospiti. Olasewere subisce fallo e va in lunetta mettendone due su due. L’Atlante si riavvicina così a meno due. Fanti completa il riavvicinamento impattando la partita a quota ventiquattro a circa due minuti da fine quarto. Reati infila un tiro libero su due, tanto quanto basta per ritornare a dettare legge. Frazier, in contropiede, sigla il più tre trevigliese. Una tripla di Staffieri, però, la prima per i padroni di casa, rimette  in equilibrio la contesa a quota ventisette. Romeo, a undici secondi dal termine, consente all’Atlante di arrivare all’intervallo lungo in governo della gara sul 29-27.

 

TERZO QUARTO – Treviglio acciuffa il pareggio dopo un paio di minuti, Romeo però risponde subito portando l’Atlante avanti per 31-29. Frazier tenta di ripristinare il pareggio ma ancora Romeo ne spezza le velleità realizzative con una stoppata. Gli errori proseguono copiosi da una parte e dall’altra lasciando basso il punteggio. Olasewere sospinge i capitolini a quattro lunghezze di vantaggio a metà quarto: 33-29. Romeo fallisce l’ulteriore riallungo trovando il ferro a fargli da sbarra. Sarto va in lunetta e riduce leggermente il fossato mettendo un tiro libero su due. Ancora Olasewere, con un gancio, riporta però l’Atlante in mare aperto a più tre. Una tripla di Romeo porta ulteriormente in orbita i capitolini e coach Zambelli chiama il timeout. Treviglio sembra soffrire la vivacità della manovra capitolina. Treviglio si riavvicina con una tripla sul 38-35. Olasewere si gira e colpisce sia pur in a posizione precaria, gli ospiti rispondono e la differenza di tre punti a favore del roster di Pilot  resta. I biancoblù non demordono e si riportano a meno uno. Fanti, con un tapin, ripristina la differenza di più tre. Treviglio tenta continuamente l’aggancio e il sorpasso ma i capitolini riescono a tenersi in territorio di vantaggio. Pepe ci prova con una tripla che però non va neppure a baciare il ferro a un minuto dal termine del penultimo quarto. Viglianisi subisce fallo e si guadagna due tiri liberi sul punteggio di 42-39. Ne mette uno su due e l’Atlante si piazza a più quattro. Su opposto fronte è Ancellotti a portarsi sulla linea della carità dopo avere subito un intervento irregolare. Li mette entrambi e Treviglio va a un solo possesso di distacco. Cicchetti spara sul ferro e fallisce il riallungo capitolino. Il terzo quarto è comunque sempre appannaggio dei padroni di casa con il punteggio di 43-41.

 

ULTIMO QUARTO – Fallo su Bogliardi che finisce in lunetta e fattura un’esecuzione su due: 43-42 dopo venti secondi. L’Atlante replica subito con una tripla e si riporta a più quattro. Cicchetti stoppa Frazier lanciato a canestro impedendogli di capitalizzare. Anche Cepic mette la sbarra alle velleità realizzative di Reati confermando il buon momento difensivo dei padroni di casa. Ancellotti commette fallo su Olasewere e lo manda in lunetta: entrambi vanno a bersaglio e l’Atlante vola a più sei: 48-42 al 3’. Treviglio in bonus manda ancora i romani alla linea della carità con Viglianisi; il primo libero prende il ferro, il secondo è solo rete. Borra fallisce da sottocanestro,  Romeo, invece, su opposto fronte, porta l’Atlante a più nove dimostrando la sua ottima vena realizzativa fatta di un parziale di undici punti: 51-42 al 4’. Zambelli fiuta il pericolo di fuga della squadra di Pilot e chiama il timeout. Frazier, alla ripresa, si prende un antisportivo ma ce n’è anche per la panchina romana che subisce un tecnico per essere entrata in campo. Reati fallisce il tiro libero del tecnico, Cepic stecca i due dell’antisportivo. Romeo porta l’Atlante in doppia cifra di vantaggio sul 53-42, Frazier però risponde subito. Treviglio sembra accusare un po’ di nervosismo, tanto che la panchina si prende un fallo tecnico e manda di nuovo l’Atlante in lunetta: Viglianisi ne approfitta nel modo migliore ed è il 54-44 a circa metà quarto. Olasewere, a rimbalzo, fa prendere ulteriore mare aperto alla  squadra capitolina. Reati guadagna canestro e libero aggiuntivo, Pilot chiama il timeout. Reati mette a segno anche il libero aggiuntivo completando il gioco da tre. Treviglio si riporta a meno cinque dimostrando di credere ancora nella rimonta. Olasewere rispinge Roma avanti di sette incollature. La risposta di Treviglio è in due tiri liberi a segno di Frazier. Fanti  risponde subito ripristinando il più sette: 60-53 a meno di due minuti dal termine della contesa. Frazier riaffonda la lama, Magro, però, replica subito e le distanze restano immutate. Olasewere entra determinato verso il canestro trevigliese e subisce fallo andando alla linea della carità: ne mette due su due e l’Atlante va a più nove. Zambelli chiama un nuovo timeout per cercare di giocarsi le ultime carte per fare risalire i biancoblù. Reati non manda a bersaglio una tripla, Olasewere in contropiede serve Viglianisi che piazza il canestro del più tredici: 68-57 per i padroni di casa a una trentina di secondi dalla fine. Olasewere lascia la palla a terra e anche Treviglio si ferma. L’Atlante può festeggiare il ritorno alla vittoria dopo il passo falso contro Verona imponendosi  per 68-57.

 

TABELLINO

 

ATLANTE EUROBASKET ROMA: Olasewere 20, Romeo 15, Viglianisi 9, Fanti 9, Magro 6, Cepic 4, Staffieri 3, Cicchetti 2, Bischetti, Antonaci, Gallinat. Coach: Damiano Pilot.

Tiri liberi: 13 su 18, rimbalzi 43 (Fanti 11), assist 16 (Fanti 5)

BCC TREVIGLIO: Nikolic 19, Frazier 15, Reati 9, Sarto 4, Borra 4, Pepe 3, Ancellotti 2, Bogliardi 1, Abati Tourè, Manenti, Corini. Coach: Mauro Zambelli.

Tiri liberi: 10 su 14, rimbalzi 34 (Borra 11), assist 10 (Sarto 5).

 

ARBITRI

Salvatore Nuara di Treviso, Pasquale Pecorella di Trani (BT), Daniele Calella di Bologna.

Commenta
(Visited 12 times, 1 visits today)

About The Author

Cristiano Comelli Sono nato a Milano il 12 gennaio 1970 e mi occupo di giornalismo da circa vent'anni sia di cronaca sia di sport. Ho cominciato con il quotidiano locale "La Prealpina" scrivendo di calcio e ciclismo, poi, sempre per il calcio, ho avviato una collaborazione con il quotidiano "Il Giorno" che dura tuttora. MIisono poi avvicinato al mondo del basket attraverso le collaborazioni con alcune testate on line ed eccomi qua, pronto a vivere la magia del basket insieme con gli amici di Tuttobasket.