Italbasket, Mannion e Totè non ce la fanno: convocati Flaccadori e Udom

In vista dei match di qualificazione ai mondiali contro Russia e Paesi Bassi la nazionale perde per infortunio due dei sedici giocatori convocati la settimana scorsa, ovvero il playmaker Niccolò Mannion e il lungo Leonardo Totè. Al posto loro richiamati Diego Flaccadori della Dolomiti Energia Trentino e Mattia Udom dell’Happy Casa Brindisi.

Di seguito il comunicato apparso sul sito ufficiale della FIP:

Cambia il roster a disposizione del CT Meo Sacchetti per le prime due gare di qualificazione alla FIBA World Cup 2023.

Gli atleti Niccolò Mannion e Leonardo Totè sono stati autorizzati a non raggiungere il raduno di Roma per problemi fisici. Si aggregheranno alla squadra Diego Flaccadori e Mattia Udom.

Gli Azzurri, in raduno da oggi al Centro di Preparazione Olimpica dell’Acqua Acetosa, giocheranno venerdì 26 novembre contro la Russia a San Pietroburgo e lunedì 29 novembre contro i Paesi Bassi al Mediolanum Forum di Assago a Milano.

Gli Azzurri

#4 Leonardo Candi (1997, 190, P/G, UNAHOTELS Reggio Emilia)
#7 Stefano Tonut (1993, 194, G, Umana Reyer Venezia)
#12 Diego Flaccadori (1996, 193, P, Dolomiti Energia Trentino)
#14 Bruno Mascolo (1996, 190, P, Bertram Derthona Basket Tortona)
#16 Amedeo Vittorio Tessitori (1994, 208, C, Segafredo Virtus Bologna)
#18 Matteo Spagnolo (2003, 194, P, Vanoli Cremona)
#19 Raphael Gaspardo (1993, 207, A, Happy Casa Brindisi)
#20 Mattia Udom (1993, 200, A, Happy Casa Brindisi)
#22 Giordano Bortolani (2000, 193, G, Nutribullet Treviso)
#31 Michele Vitali (1991, 196, G/A, Umana Reyer Venezia)
#34 Mouhamet Rassoul Diouf (2001, 206, A, UNAHOTELS Reggio Emilia)
#44 Davide Alviti (1996, 200, A, A|X Armani Exchange Milano)
#45 Nicola Akele (1995, 203, A, Nutribullet Treviso)
#50 Gabriele Procida (2002, 201, G/A, Fortitudo Kigili Bologna)
#52 Alessandro Lever (1998, 208, A/C, Allianz Pallacanestro Trieste)
#54 Alessandro Pajola (1999, 194, P, Segafredo Virtus Bologna)

Commenta
(Visited 39 times, 1 visits today)

About The Author

Massimo Furlani Nato a Trento nel 1998, laureato in Studi Internazionali e aspirante giornalista. Malato del basket tanto italiano quanto americano, Dwyane Wade e Steve Nash gli idoli.