Olginate acuisce la crisi di Bernareggio che resta fanalino di coda

OLGINATE – Terzo giro a vuoto di fila. La Lissone Interni Bernareggio non riesce a rivedere il sole e incappa in uno stop per  76-81 al “Pala Iginio Ravasi” contro una diretta concorrente per la salvezza, l’Agostani Caffè Olginate penultima. I Reds di coach Emanuele Micheloni restano così fanalino di coda con otto punti e vedono la loro situazione  sempre più problematica. Dopo un avvio di gara horror nettamente favorevole ai padroni di casa, la pattuglia di Bernareggio ha messo in moto un buon meccanismo di reazione giungendo addirittura in un paio di casi anche al controsorpasso e costringendo  gli avversari alla disputa dei supplementari. I lecchesi sono però stati bravi nell’overtime ad assestare i colpi finali che hanno consentito loro di cogliere due punti d’oro.
PRIMO QUARTO – Nei primi minuti sul parquet sembra esserci la sola Agostani Caffè; grazie ad Ambrosetti, Maspero e Bloise, infatti, i padroni di casa si portano sull’11-1 con il solo Ingrosso a portare acqua al mulino dei Reds con un tiro libero.  Cappelletti prova a rianimare la Lissone Interni con il primo canestro dal campo, Bloise però approfitta di una delle molte palle perse dalla squadra di Micheloni e ripristina il più dieci. Bernareggio cerca di restare in scia con il canestro del 13-5 che induce il coach dei lecchesi Cilio a chiamare il timeout. Alla ripresa, Bloise affonda di nuovo la lama dimostrando la sua ottima vena realizzativa e Quartieri replica subito. Ambrosetti porta i padroni di casa in vantaggio massimo di più undici, Bernareggio, però, risale la china fino a portarsi a cinque lunghezze. Un gioco da tre di Cucchiaro porta però la Agostani al primo intervallo avanti per 23-15.
SECONDO QUARTO – Cucchiaro affonda ancora la lama, Di Meco, però, replica in un amen. Nuovo sussulto olginatese con due tiri liberi del nuovo arrivo Cesana, Almansi, però, replica prontamente.  Ingrosso colpisce da sotto portando Bernareggio sul meno cinque e Cilio chiama un nuovo timeout. I padroni di casa cercano di impostare la fuga definitiva ma i Reds sono abili a rintuzzarla in continuazione. Alla ripresa del gioco Bloise riporta Olginate in mare aperto ma ancora Ingrosso intona il controcanto. Di Meco riavvicina ancora Bernareggio ma Maspero con due su due dalla lunetta e Ambrosetti tengono sul più sette Olginate a metà quarto: 33-26. A una tripla di Gatti risponde l’ex Cantù Baparapè dalla lunetta, Maspero rispinge Olginate a sei lunghezze di vantaggio e Di Meco opera il nuovo riavvicinamento ospite con un gioco da tre. Maspero consente ai locali di arrivare all’intervallo lungo avanti per 40-37 con Quartieri che fallisce il canestro del possibile riaggancio da metà campo sulla sirena.
TERZO QUARTO – Bernareggio ci crede e si porta sul meno uno con il fiato sul collo di Olginate ma Negri riporta i padroni di casa avanti per 42-39. E’ ancora lui a portare i suoi sul più cinque mentre Quartieri riporta i Reds a contatto. Bernareggio sembra avere ritrovato la strada maestra e si porta per la prima volta nella gara in corsia di sorpasso inducendo Cilio a spendere un altro timeout. Lanzi, alla ripresa, mette i Reds addirittura sul più tre, per Olginate provvede però Negri a riportare avanti i suoi di un possesso. Due intuizioni di Cucchiaro consentono all’Agostani di ritracciare un minifossato di cinque lunghezze , Bernareggio replica con Di Meco. E’ però ancora Cucchiaro a mandare i lecchesi ad archiviare il  penultimo quarto avanti per 55-50.
ULTIMO QUARTO –  A Negri risponde Di Meco con una tripla. Baparapè colpisce due volte su due dalla lunetta, ancora Di Meco lascia la Lissone Interni a meno tre gettando il cuore oltre l’ostacolo. Cucchiaro affonda la lama ma Quartieri lascia i Reds a un solo possesso. Ingrosso, dalla lunetta, riesce a impattare a quota sessanta riaprendo i giochi. Maspero riporta avanti Olginate ma Quartieri, con una tripla dall’angolo, porta Bernareggio al secondo sorpasso nel corso della gara. Brambilla illude Olginate di poter archiviare la pratica a suo favore ma Ingrosso infila il canestro del 65-65 che rende necessaria la disputa dell’overtime per determinare la vincitrice.
TEMPO SUPPLEMENTARE  – Cucchiaro subisce fallo da Di meco e va in lunetta facendone uno su due, Di Meco, in contropiede, si conferma cecchino implacabile per il più uno dei Reds. Cucchiaro ne sforna un altro ma il solito Di Meco intona il controcanto con due tiri liberi su due dalla linea della carità a bersaglio. Bloise dalla lunetta e una tripla di Brambilla rispingono Olginate in quota di quattro punti, ancora Bloise scava il solco del più sei. Coach Micheloni chiama il timeout per rifletterci su con i suoi ma, alla ripresa, Cucchiaro subisce fallo da Ingrosso e ne mette due su due dalla lunetta. I tiri liberi di Gatti e una tripla di Ingrosso cercano di riportare Bernareggio sotto ma Bloise, con due liberi, chiude il discorso sull’81-76 a favore di Olginate.
TABELLINO
AGOSTANI CAFFE’ OLGINATE: Cucchiaro 18, Maspero 6, Bloise 13, Ambrosetti 9, Brambilla 8, Negri 8, Tomcic 4, Baparapè 3, Cesana 2, Brambilla, Martinelli, Natalini. Coach: Manuel Cilio.
Tiri liberi: 17 u 22, rimbalzi 35 (Maspero 11), assist 12 (Bloise 7).
Maspero in doppia doppia
LISSONE INTERNI BERNAREGGIO: Di Meco 26, Ingrosso 13, Quartieri 11, Gatti 10, Cappelletti 8, Lanzi 6, Almansi 2, Marra, Adamu, Pirola, Issa. Coach: Emanuele Micheloni.
Tiri liberi: 14 su 16, rimbalzi 43 (Lanzi 11), assist 17 (Di Meco, Quartieri 4).
ARBITRI
Marino Caldarola e Francesco Anselmi di Ruvo di Puglia (BA)
Cristiano Comelli
Commenta
(Visited 126 times, 1 visits today)

About The Author

Cristiano Comelli Sono nato a Milano il 12 gennaio 1970 e mi occupo di giornalismo da circa vent'anni sia di cronaca sia di sport. Ho cominciato con il quotidiano locale "La Prealpina" scrivendo di calcio e ciclismo, poi, sempre per il calcio, ho avviato una collaborazione con il quotidiano "Il Giorno" che dura tuttora. MIisono poi avvicinato al mondo del basket attraverso le collaborazioni con alcune testate on line ed eccomi qua, pronto a vivere la magia del basket insieme con gli amici di Tuttobasket.