Orzinuovi supera ampiamente una Rieti molto rimaneggiata e stoica in campo con il cuore e con quattro giocatori all'ultimo quarto

ORZINUOVI – Ha perso ma in fondo ha vinto. Nel punteggio, la Kinergia Npc Rieti esce sconfitta con un pesante 63-94 dal “PalaBertocchi” contro l’Agribertocchi Orzinuovi. Ma è una sconfitta che profuma di dignità, di autentico spirito cestistico per l’anima e il cuore che i quattro giocatori rimasti in campo complice una situazione drammatica di decimazioni varie (Sanguinetti e Stefanelli su tutti) tra infortunii e Covid che ha ridotto l’organico a sole sei unità, hanno messo dall’alfa all’omega. Orzinuovi ha potuto contare sul diluviale Miles, particolarmente a suo agio dall’arco. Per gli orceani è la seconda vittoria di fila dopo quella ottenuta contro l’Allianz Pazienza Cestistica San Severo. I reatini avranno occasione di prendersi la rivincita già domenica 9 maggio al “PalaSojourner” nel match di ritorno.

PRIMO QUARTO – Spanghero fallisce un tiro da tre, Pepper non sfonda su opposto versante. Il primo canestro a opera di Miles arriva dopo circa due minuti di gioco e di errori. Orzinuovi è avanti per 2-0. Taylor con due tiri liberi pareggia i conti. Si sbaglia molto, finchè Miles non alza di nuovo in quota gli orceani. Gli errori da una parte e dall’altra continuano a regnare sovrani. Hollis sottocanestro, servito da Miles con un lancio lungo, proietta Orzinuovi a più quattro. Ponziani riavvicina i reatini. Regna l’equilibrio nelle fasi d’avvio. Mastellari spezza la serie delle triple fallite mettendo a bersaglio la prima della serata: 9-4 a metà quarto. De Laurentiis da sotto attua il nuovo riavvicinamento ospite ma la seconda tripla di fila di Mastellari rimette il fossato a favore dei padroni di casa. Miles affonda ancora la lama e coach Rossi chiama il timeout sul punteggio di 14-6 a favore dei bresciani che si producono nel primo tentativo di fuga. Spanghero prosegue le triple orceane portandole a quattro e Orzinuovi vola ulteriormente. Zilli si regala un canestro e si prende anche il libero aggiuntivo non riuscendo però a completare il gioco da tre. Rieti torna a muovere il tabellone con Ponziani. Il primo quarto è appannaggio dei bresciani avanti per 19-8, punteggio molto basso che risente delle molte imperfezioni in fase di esecuzione da ambo le parti.

SECONDO QUARTO – De Laurentiis sigla un 5-0 con una tripla e un canestro da sotto che portano Rieti sul parziale di 5-0 ovvero sul 19-13. Corbani chiama il timeout. Rieti ci crede e, alla ripresa, Nonkovic la porta a soli quattro punti di ritardo. Rupil affonda la lama con una tripla e Orzinuovi si riporta sul più sette: 22-15 al 4′. Rieti chiama il timeout per riordinare le idee di fronte al tentativo di scappare dei padroni di casa. Hollis con un gancio fa prendere ancora mare aperto agli orceani, Rupil dà al vantaggio la doppia cifra: 27-15 a metà quarto. Ponziani fallisce due tiri liberi, Taylor serve De Laurentiis che, da sottocanestro, riporta gli ospiti a meno dieci. Miles risponde subito in palleggio, arresto ed esecuzione. La partita è in una fase di buona prolificità realizzativa e lo dimostra un altro affondo di Pepper. Fallo di Galmarini su Nonkovic che va in lunetta e ne mette uno su due. Spanghero riporta Orzinuovi in doppia cifra a più undici: 31-20 a due minuti dal termine del secondo quarto. Taylor infila due tiri liberi in serie, poi sospinge i suoi a meno sette riaprendo i giochi. Hollis con una tripla rimette Orzinuovi in fuga. Taylor conferma la sua ottima vena realizzativa con un altro canestro. I bresciani, all’intervallo lungo, sono avanti per 34-26.

TERZO QUARTO – Pepper sfodera una tripla che porta Rieti a meno cinque: 34-29. Il reverse di Zilli spinge di nuovo Orzinuovi in mare aperto. Taylor subisce fallo e va in lunetta mettendone uno su due, Rieti continua a essere in scia agli orceani. Mastellari cerca di sfondare il canestro con una tripla ma trova il semaforo rosso del ferro, lo stesso fa Miles subito dopo. Orzinuovi manifesta una serie di imprecisioni nelle esecuzioni dall’arco. Pepper sigla una tripla, Hollis interrompe il digiuno da tre dell’Agribertocchi rispondendo subito: 39-33 al 3′. Spanghero colpisce da tre e tiene in quota gli orceani. Miles in contropiede porta Orzinuovi in doppia cifra di vantaggio. Rossi chiama il timeout per consentire ai suoi di riordinare le idee e impedire che i padroni di casa mettano in atto la fuga. Hollis taglia come il burro la difesa reatina e affonda di nuovo la lama: 46-33 a metà quarto. Pepper prova a riportare i laziali in partita colpendo dall’angolo, Ponziani commette un errore di disimpegno lasciando campo libero a Hollis che, disinvoltamente, va ancora a canestro portando il suo score personale a quattordici punti. Taylor, su opposto fronte, va in lunetta mettendone uno su due. Pepper fallisce una tripla, Miles fa lo stesso su sponda orceana. Rieti cerca di restare in gara pur dovendo fare i conti con una situazione difficile sia sul piano dell’organico che su quello del risultato. Taylor con una tripla riporta gli ospiti a meno nove. Miles riesce ancora a colpire con un tapin dopo un tiro da lui stesso sbagliato: 50-39 a due minuti circa dalla fine del penultimo quarto. Pepper prende un ferro con un tiro da tre, Spanghero invece esegue a dovere il compitino e ne mette altri due. Taylor fallisce due tiri liberi per un possibile riavvicinamento reatino. La Nps perde Nonkovic per quinto fallo e resta in quattro perchè anche Piccoli, in preda a problemi fisici, non può rientrare in campo. A fil di sirena Miles mette a bersaglio la tripla del 57-43 con cui si chiude il penultimo quarto.

ULTIMO QUARTO – Rieti conclude in quattro giocatori, Rupil realizza una tripla che significa il più diciassette di Orzinuovi. Taylor va in lunetta subendo il quarto fallo di Galmarini facendone uno su due: 60-44. L’Agribertocchi spadroneggia sfruttando l’uomo in più con una tripla di Spanghero. Pepper fallisce una tripla. Hollis segna altri due punti portando Orzinuovi a più sedici. Miles incrementa ulteriormente il bottino con una Rieti pesantamente decimata e stanca. Pepper sfodera il cuore reatino, ancora Miles risponde con la stessa moneta: 70-52 al quarto. De Laurentiis coglie un rimbalzo su tiro fallito da Ponziani e Rieti riduce il fossato. Miles, però, ristabilisce subito le distanze con un tiro da tre. Pepper risponde ma Miles ha le mani gravide di triple e ne piazza un’altra. Rieti colpisce con Ponziani da sotto dimostrando di reggere ottimamente la gara anche con l’uomo in meno. Una tripla di Taylor conferma il concetto. Nuova tripla di Spanghero e Orzinuovi resta in mare aperto a più venti. Galmarini, sottocanestro, colpisce. I bresciani la conducono in porto imponendosi per 94-63.

MIGLIORI IN CAMPO

ANTHONY MILES (AGRIBERTOCCHI ORZINUOVI): una vera furia, specialmente quando comanda alle sue mani di farsi demiurghe di triple, obbedito appieno.

NPC RIETI: elogio collettivo obbligatorio, viste le condizioni ipercritiche con cui hanno dovuto cominciare e, soprattutto, proseguire la contesa.

TABELLINO

AGRIBERTOCCHI ORZINUOVI: Miles 30, Spanghero 18, Hollis 16, Mastellari 13, Rupil 9, Zilli 4, Galmarini 4, Negri, Fokou, Guerra, Tilliander. Coach: Fabio Corbani.

Tiri liberi: 3 su 4, rimbalzi 43 (Hollis 15), assist 28 (Spanghero 9).

KINERGIA NPC RIETI: Pepper 23, Taylor jr 18, De Laurentiis 13, Ponziani 6, Nonkovic 3, Piccoli. Coach: Alessandro Rossi.

Tiri liberi: 11 su 20, rimbalzi 44 (Ponziani 14), assist 14 (De Laurentiis 6).

ARBITRI

Edoardo Gonella di Genova, Alessandro Saraceni di Zola Predosa (BO), Stefano Del Greco di Verona.

Commenta
(Visited 13 times, 1 visits today)

About The Author

Cristiano Comelli Sono nato a Milano il 12 gennaio 1970 e mi occupo di giornalismo da circa vent'anni sia di cronaca sia di sport. Ho cominciato con il quotidiano locale "La Prealpina" scrivendo di calcio e ciclismo, poi, sempre per il calcio, ho avviato una collaborazione con il quotidiano "Il Giorno" che dura tuttora. MIisono poi avvicinato al mondo del basket attraverso le collaborazioni con alcune testate on line ed eccomi qua, pronto a vivere la magia del basket insieme con gli amici di Tuttobasket.