Sassari, Bucchi sulla sfida contro Pesaro: "Dobbiamo stare con i piedi per terra"

Conferenza stampa di presentazione del match contro Pesaro, in programma domenica alle 18 alla Vitrifrigo Arena.

Inizia ad analizzare il momento della squadra Eimantas Bendzius, che dall’arrivo di Bucchi sta viaggiando a cifre pazzesche con un peso specifico chiave all’interno del gruppo:

“Sicuramente dopo la partita con Milano abbiamo acquisito grande confidenza e fiducia nei nostri mezzi, non che non l’avessimo prima ma ci siamo allenati molto duramente, abbiamo avuto il carattere e l’intensità giusta per il finale di stagione”.

Bendzius sulla partita: “Pesaro è una squadra in forma, la classifica non le rende giustizia, stanno attraversando un eccellente momento e saremmo stupidi se sottovalutassimo un team molto buono, che ha giocatori di talento ed esperienza e che può battere chiunque”.

Bucchi sulla partita: “Partita molto difficile, ostica, stanno facendo molto bene, hanno giocatori di grande esperienza e talento che possono fare la differenza, Jones è un centro di energia, esplosivo, molto bravo ma anche chi lo sa innescare, sicuramente la classifica non rende merito al loro stato di forma e sicuramente ci sarà anche un pubblico importante che proverà a spingerli”,

Molti hanno visto il grande cambiamento di Benji durante la stagione del lituano che è letteralmente esploso, prendendo sempre più le redini di leader all’interno del campo:

“Non penso sia il leader, ci sono tanti giocatori che hanno leadership, soprattutto tanti protagonisti all’interno del match, che possono fare la differenza in un quarto o nell’altro, questa è una nostra grande qualità. La dimostrazione sono i risultati e l’andamento delle partite”. 

È il più bel basket della stagione, tutti combattono per un obiettivo, salvezza, playoff, posizionamento in classifica, tutti vogliono tirare fuori il massimo, occorre massima concentrazione”.

C’è chi gli chiede se è cambiato il suo modo di giocare, assist, rimbalzi, se è diventato più completo:

“Non penso sia cambiato il mio modo di giocare, ci sono dei coach che vogliono determinate cose, la scelta migliore è quella di adeguarsi e di cercare di fare il massimo per aiutare la squadra e i propri compagni a rendere a meglio”.

KRUSLIN

Il coach tranquillizza: “Krule sta recuperando dopo il piccolo infortunio che lo ha tenuto fuori nel match contro Milano, ieri si è allenato molto bene, direi che è sulla strada giusta per recuperare al meglio”.

IDENTITA’

“Momento importante della stagione, partite buone, altre un po’ meno, ci siamo adattati ai vari inserimenti ma abbiamo sempre avuto un’identità, ci sono dei grandi miglioramenti ma non immediati, la partita con Milano è stata dimostrazione di questo. Dobbiamo stare con i piedi per terra e rimboccarci le maniche, ora tutti giocano per portare a casa risultati”.

Comunicato a cura di: Ufficio Stampa Banco di Sardegna Dinamo Sassari

Commenta
(Visited 27 times, 1 visits today)

About The Author

Massimo Furlani Nato a Trento nel 1998, laureato in Studi Internazionali e aspirante giornalista. Malato del basket tanto italiano quanto americano, Dwyane Wade e Steve Nash gli idoli.