Il punto della situazione delle italiane in Europa. Olimpia e Virtus Bologna sugli scudi

Siamo arrivati a metà marzo e le coppe europee si apprestano ad entrare nel vivo, con le nostre compagini che lottano sia per ben figurare sia, perché no, per provare a portare a casa il rispettivo trofeo. Cominciamo dalla più importante, l’EuroLeague, dove l’Olimpia Milano di coach Ettore Messina è alle prese con un’annata da urlo. L’ultima, grande vittoria sa di definitiva consacrazione, arrivata lo scorso giovedì 11 marzo alla Megasport Arena di Mosca contro il CSKA (76-84). Adesso, con sole 5 partite di regular season ancora da giocare, la classifica sorride decisamente ai meneghini, con il 2° posto in solitario e un record di 19 vittorie e 10 sconfitte, a 2 partite dalla capolista Barcellona (21-9), davanti alla coppia CSKA-Anadolu Efes (18-10) e soprattutto con 4 partite di margine sul trio al 9° posto, formato da Baskonia, Valencia e Zalgiris (15-14). Il pass aritmetico per la fase ad eliminazione diretta è ormai ad un passo.

Anche in EuroCup c’è una squadra che sta facendo non bene, benissimo: parliamo della Virtus Bologna di coach Sasha Djordjevic. Grazie alla vittoria per 83-62 nell’ultimo turno delle Top16 contro i francesi del JL Bourg, i felsinei hanno portato la loro striscia di successi consecutivi addirittura a 16 partite (su 16 disputate) e si apprestano ad affrontare i Quarti di Finale, con davanti l’ostacolo Joventut Badalona (serie su tre partite). Si è concluso invece alle Top16 il buon cammino europeo dell’Aquila Basket Trento, eliminata solo all’ultimo turno e 3° nel girone comprendente anche i francesi del Boulogne, i russi del Lokomotiv Kuban e i serbi del Partizan Belgrado. In precedenza, invece, si erano fermate alla Prima Fase sia la Reyer Venezia che la Pallacanestro Brescia.

Per giocare in sicurezza, scommettendo sul cammino delle nostre squadre, ma anche se non siete amanti del basket, andate a provare i casinò online sicuri con licenza ADM: casinosicuri.info.

In Basketball Champions League, invece, è iniziata da due turni la fase di Playoff. Mentre la Fortitudo Bologna è uscita al Primo Turno, alla seconda fase il Tricolore è tenuto alto da Happy Casa Brindisi e Dinamo Sassari. La squadra di coach Frank Vitucci ha rimediato al ko interno della 1° Giornata con l’Hapoel Holon (85-87), andando a vincere contro i quotati turchi del Pinar Karsiyaka (83-79). Più complicato l’inizio di seconda fase per i sardi di coach Gianmarco Pozzecco, che hanno rimediato due sconfitte, la prima interna contro gli spagnoli del Casademont Saragozza (83-95) e la seconda, beffarda, in Repubblica Ceca contro il Nymburk (90-89).

Concludiamo la nostra rassegna con la FIBA Europe Cup. In questa competizione, la nostra rappresentante è la Pallacanestro Reggiana, fresca di cambio della guardia in panchina, con coach Attilio Caja subentrato ad Antimo Martino. Dopo aver chiuso al secondo posto il Gruppo A (Fase a Gironi), con un bilancio di due vittorie (ai danni dei belgi del Belfius Mons-Hainaut e degli ungheresi dell’Egis Kormend) ed una sconfitta (con i greci dell’Iraklis), Reggio Emilia è attesa il prossimo 23 marzo dalla sfida, valevole per il Round of 16, con i romeni del BC CSU Sibiu; in caso di passaggio del turno, i ragazzi di coach Martino affronterebbero la vincente del match tra gli ucraini del BC Dnipro e l’altra compagine romena del CSM CSU Oradea.

Commenta
(Visited 58 times, 1 visits today)

About The Author

Gianluca Zippo Nato a Formia il 13/01/1988. Laureato in Giurisprudenza presso la Federico II di Napoli, già collaboratore e redattore per Teladoiolamerica.net e Road2sport.com, il calcio, l’NBA e la F1 sono la mia malattia, ma il mondo dello sport mi affascina a 360°.