Sconfitta casalinga per Ravenna, Scafati la spunta 60-80

Sconfitta casalinga per l’OraSì Ravenna, superata dalla Givova Scafati al Pala Costa (60-80). La partita si è decisa nei primi due quarti, dove gli ospiti hanno scavato il solco decisivo, anche se nella seconda parte di gara Ravenna ha messo in campo una grande energia e un’alta intensità che ha permesso alla squadra di coach Cancellieri di recuperare 20 punti e riportarsi fino al -13.
Per l’OraSì, che ha dovuto fare a meno fin dall’inizio di Daniele Cinciarini e in corso d’opera di Davide Denegri, si registrano 33 punti per la coppia USA (con 19 punti di un buon Ra’Shad James).

La partita
Quintetto classico per Ravenna (Denegri, James, Oxilia, Givens, Simioni), per Scafati in campo Jackson, Bevenuti e i tre ex giallorossi Thomas, Sergio, Marino. Per l’OraSì in evidenza James (5 punti) per il 7-2 iniziale, dall’altra parte Marino dispensa assist (10-10). Scafati rompe l’equilibrio e sull’asse Thomas-Cucci firma il primo break (13-24). Secondo quarto complicato per i giallorossi che trovano il primo canestro solo dopo 5 minuti mentre gli ospiti vanno a segno con continuità e aumentano il margine all’intervallo lungo (21-46).

Nel terzo quarto Thomas si mette in proprio e ne mette 7 consecutivi, sul 22-56 la partita è compromessa ma l’OraSì ha un sussulto di orgoglio, gioca con un altro spirito e fa segnare un break di 21-10 che vale il 43-66 al 30′.
Nell’ultimo periodo l’OraSì mantiene alta l’intensità e con la tripla di Givens e gli appoggi di James e Chiumenti dimezza ancora lo svantaggio (55-69), tenendo Scafati lontana dal canestro. Ravenna mette a segno un parziale di 15-5 e le prova tutte per avvicinarsi ancora (58-71) ma è la tripla di Sergio a chiudere definitivamente la partita a tre minuti dalla fine (58-74). Finisce 60-80, l’OraSì deve comunque ripartire dall’intensità della seconda parte di gara.

Il commento
Coach Massimo Cancellieri: “Sapevo che oggi saremmo andati incontro a difficoltà soprattutto all’inizio, per via della grande quantità di energie spese nella bella vittoria di Rieti che ci hanno privato fin da subito di un giocatore come Cinciarini. Non siamo partiti così duri, abbiamo subìto uno scossone prima di capire dove dovesse andare la partita e quando l’abbiamo capito era troppo tardi. Nei primi due quarti avremmo dovuto pensare ad essere più consistenti in difesa piuttosto che provare ad accenderci in attacco, mentre abbiamo fatto gli ultimi due quarti di grande intensità e qualità. Da domani cominceremo a lavorare sull’approccio giusto da avere in vista delle partite che si giocheranno ogni tre giorni, ci aspetta un tour de force dove ci giochiamo la posizione di classifica del campionato e dobbiamo essere pronti. Dobbiamo pensare a giocare la nostra pallacanestro e già dalla prossima partita a Forlì voglio vedere la squadra degli ultimi due quarti”

Il tabellino
OraSì Ravenna-Givova Scafati (13-24, 21-46, 43-66)
Orasì Ravenna: Cinciarini NE, Chiumenti 8, James 19, Denegri 2, Vavoli, Venuto 6, Maspero 2, Oxilia 2, Simioni 7, Buscaroli, Givens 14, Laghi NE.. All.: Cancellieri. Assistenti: Savignani, Taccetti.
Givova Scafati: Musso 3, Dincic 4, Palumbo 8, Jackson 14, Marino 5, Thomas 15, Rossato 3, Sergio 10, Benvenuti 4, Cucci 14. All.: Finelli. Assistente: Di Martino.
Arbitri: Ursi, D’Amato, Costa.

Commenta
(Visited 26 times, 1 visits today)

About The Author

Gennaro Dimonte Nato a Barletta nel 1994. Prossimo alla laurea in Scienze della Comunicazione e aspirante giornalista. Si divide tra la palla a spicchi e il calcio, con i miti di Carmelo Anthony e Del Piero nel cuore. Grande appassionato di NBA, spera di rivedere i suoi Knicks tra le grandi.