Supercoppa Italiana 2020: alla Virtus il derby con la Fortitudo. Ok anche Milano, Cremona e Varese

Serata intensa, quella di ieri, in Supercoppa. Quattro le sfide in programma, con i riflettori accesi sull’ultima sfida in programma, ovvero il derby di Bologna tra Fortitudo e Virtus. Alla Unipol Arena la spunta la squadra di coach Djordjevic per 73-87, restando così a punteggio pieno nel Girone B con tre vittorie in altrettante partite. A partire meglio, però, è la squadra di coach Sacchetti (16 per Adrian Banks e 14+8 rimbalzi per Pietro Aradori), che alla pausa lunga è sul +11 (46-35). Nel terzo quarto, però, la Virtus ribalta completamente l’inerzia della partita, con un devastante parziale di 11-31, per il 57-66 con cui si aprono gli ultimi 10′. Teodosic (12+6 assist e 5 rimbalzi) e compagni gestiscono il vantaggio e la vincono 73-87. In evidenza Julian Gamble (15+10 rimbalzi).

Restando al Girone B, arriva il primo successo per la Vanoli Cremona, che batte 75-69 la Pallacanestro Reggiana, raggiungendo a quota 2 sia la squadra di coach Buscaglia che la Fortitudo. Al PalaRadi, per tre quarti dominano le difese o, ribaltando la visuale, le difficoltà degli attacchi, tanto che a fine terzo quarto il tabellone recita 45-45. Negli ultimi 10′, improvvisamente, la partita si accende e Cremona la porta a casa con un parziale di 30-24. In evidenza per la squadra di coach Galbiati David Cournooh (21) e Jarvis Williams (16+9 rimbalzi); nella Reggiana, invece, il top-scorer è Joshua Bostic (15).

Rimane a punteggio pieno anche l’Olimpia Milano, che batte la Pallacanestro Brescia per 81-67 e centra la quarta vittoria consecutiva, ipotecando il primo posto nel Girone A. Al Mediolanum Forum, come nelle uscite precedenti Milano parte forte (24-12 al 10′); ma gli ospiti hanno il merito di non uscire subito dalla partita, tornando negli spogliatoi sul -9 (44-35). Al rientro in campo, Messina da una scossa ai suoi, che volano sul +17 (54-37 a 7’24” dall’ultima pausa); Brescia non naufraga, ma la rimonta è impossibile e Milano porta a casa i 2 punti. Malcolm Delaney svetta su tutti (25, 6/11 dal campo e 11/12 ai liberi), mentre Kenny Chery (18 e 4 recuperi) è il migliore nella Leonessa.

Concludiamo con il primo hurrà della Pallacanestro Varese, che si aggiudica la partita con la Pallacanestro Cantù per 84-77. Alla Enerxenia Arena, guidati da un monumentale Luis Scola (26 (10/22 al tiro) e 6 rimbalzi), i ragazzi di coach Caja vincono una sfida equilibrata e combattuta, messa in cassaforte negli ultimi secondi con i canestri di Niccolò De Vico (10+8 rimbalzi). A Cantù, ancora a zero punti, non basta l’altrettanto ottimo Jaime Smith (26+9 rimbalzi e 6 assist).

SUPERCOPPA ITALIANA 2020, RISULTATI 4/9

GIRONE A

Olimpia Milano (8) – Pallacanestro Brescia (4) 81-67
Pallacanestro Varese (2) – Pallacanestro Cantù (0) 84-77

GIRONE B

Vanoli Cremona (2) – Pallacanestro Reggiana (2) 75-69
Fortitudo Bologna (2) – Virtus Bologna (6) 73-87

Commenta
(Visited 33 times, 1 visits today)

About The Author

Gianluca Zippo Nato a Formia il 13/01/1988. Laureato in Giurisprudenza presso la Federico II di Napoli, già collaboratore e redattore per Teladoiolamerica.net e Road2sport.com, il calcio, l’NBA e la F1 sono la mia malattia, ma il mondo dello sport mi affascina a 360°.