Una brillante Sinermatic Ozzano sbanca Giulianova

GIULIA BK GIULIANOVA – SINERMATIC OZZANO 77 – 92

Parziali: 22-25; 39-45; 55-64

GIULIANOVA: Di Carmine 13, Caverni 9, Nafea, Bischetti, Giacomelli 14, Motta 18, Pulcini ne, Fattori 23, Scarpone F. ne, Cianci, Scarpone S. ne, Buscaroli; All. Domizioli; Vice Montuori

OZZANO: Landi, Folli 7, Galletti ne, Cisbani, Misljenovic 4, Klyuchnyk 21, Chiappelli 11, Barattini 9, Ceparano 14, Bonfiglio 18, Lasagni 8 – All. Loperfido; Vice Pizzi

Arbitri: Paglialunga (AN) –  Antimiani (FM)

Note: Falli antisportivi a Caverni (Giulianova) all’8’ e Chiappelli (Ozzano) al 27’; Fallo tecnico alla panchina di Giulianova (15’) e Misljenovic (Ozzano) al 32’

Una prestazione spumeggiante regala ai New Flying Balls (privi ancora di Riccardo Iattoni) i primi due punti esterni del campionato. Con un’ottima prestazione collettiva, i ragazzi di coach Loperfido espugnano il PalaCastrum di Giulianova con il punteggio di 92 a 77 e salgono a quota 4 punti in classifica.

In avvio i padroni di casa prendono il comando del gioco e spinti da un Fattori superlativo trovano l’8 a 2 al terzo minuti di gioco. La Sinermatic dopo un po’ di affanno si sblocca anche in attacco con i canestri Klyuchnyk, Folli e Lasagni impattando a quota 10 il match allo scoccare del 5’. Lasagni dall’arco timbra il primo sorpasso ozzanese di serata, ma dall’altra parte Fattori viene lasciato troppo libero, la mano del lungo giuliese è calda e il numero 19 giallorosso non può che punire la difesa ozzanese; in aggiunta un gioco da tre punti di DI Carmine ed è nuovo +3 Giulia Basket (22-19 al’8). Negli ultimi due giri di lancette della frazione i Flying ritrovano la parità con Bonfiglio da fuori, e il vantaggio (22-25 alla prima sirena) con Barattini dalla lunetta, complice un antisportivo fischiato a Caverni.

Nel secondo periodo con Chiappelli limitato dai falli, spazio a Misljenovic che fa l’esordio in campionato dopo aver saltato le prime partite per infortunio. Il giovane serbo, insieme a Klyuchnyk, fanno la voce grossa nel pitturato e spingono Ozzano fino al +7. Dopo l’ennesimo canestro di Fattori, la SInermatic trova 5 punti di fila di un ispirato Bonfiglio che porta Ozzano sulla doppia cifra di vantaggio per la prima volta in serata (24-34 al 14’). Fattori e Caverni tengono Giulianova a galla, Chiappelli dall’arco fa +12 ma negli ultimi minuti del quarto gli abruzzesi accorciano le distanze sempre con Fattori (21 punti nel primo tempo per lui) e tre liberi di Motta per il 39-45 all’intervallo lungo.

Nella terza frazione, dopo l’immediato +8 firmato Chiappelli, arrivano quattro punti di fila per Di Carmine per il -4 giuliese (45-49 al 23’). Ozzano tenta un nuovo allungo con Chiappelli e Klyuchnyk (45-54 al 26’) ma i ragazzi di coach Domizioli non ci stanno, e con un 9-2 di parziale il Giulia Basket rientra fino al -2 (54-56 al 28’). Misljenovic da sotto sblocca l’emorragia offensiva ozzanese, due bombe (una molto bella, una parecchio fortunosa) di Bonfiglio fissano il parziale sul 55-64 alla terza sirena.

In avvio di ultimo quarto Ozzano trova subito con Barattini il +12, e poco dopo il +13 con Ceparano, che si sblocca segnando il primo canestro dell’incontro. In questo momento di partita si segna parecchio con i canestri di Motta e Fattori che vengono continuamente corrisposti dallo stesso Ceparano e Klyuchnyk. Al minuto 34 un incontenibile Ceparano (segnerà 14 punti tutti nell’ultima frazione) trova il +16, mentre pochi attimi dopo Klyuchnyk fa +19 (71-90) segnando il suo 21esimo punto di serata. I Flying gestiscono al meglio l’ampio vantaggio accumulato e alla sirena finale è 77-92 Sinermatic.

Statistiche alla mano le chiavi dell’incontro e della bella vittoria ozzanese sono i 6 rimbalzi offensivi che i New Flying Balls hanno catturato in più rispetto agli avversari; quest’ultimi fra l’altro hanno perso ben 22 palloni il che ha portato Ozzano a tirate dal campo ben 20 volte in più (54 a 74 i tiri complessivi). Giulianova ha invece tirato di più dalla lunetta (26 volte segnandone 19 contro un ottimo 14/15 per gli emiliani) sfruttando i 24 falli fischiati ad Ozzano, ma paga i punti dalla panchina, zero. I 77 punti segnati dall’attacco giuliese provengono infatti solo dal quintetto partito titolare. I New Flying Balls, invece, dalle rotazioni sono arrivate 27 segnature, un dato importante che testimonia come questa vittoria, così come quella contro Roma di sette giorni fa, sia da considerarsi una vera e propria vittoria di squadra.

Commenta
(Visited 29 times, 1 visits today)

About The Author

Gennaro Dimonte Nato a Barletta nel 1994. Prossimo alla laurea in Scienze della Comunicazione e aspirante giornalista. Si divide tra la palla a spicchi e il calcio, con i miti di Carmelo Anthony e Del Piero nel cuore. Grande appassionato di NBA, spera di rivedere i suoi Knicks tra le grandi.