Virtus Bologna, Djordjevic: "Vittoria importante. Risaliamo passo dopo passo"

Nel primo match della 22° Giornata di Serie A, la Virtus Bologna ha espugnato il campo della Fiat Torino con il punteggio di 64-80. Così coach Djordjevic in conferenza stampa: “Penso sia stata un’importantissima vittoria in campionato. Partita dopo partita, pensare a risalire è il nostro obiettivo e soprattutto obbligo. Sono contento della concentrazione che ho visto nei ragazzi oggi. Poco a poco impareranno a conoscere il sistema di lavoro che vogliamo, ma a energia e intensità siamo ancora lontanissimi da giocare per quello che conta“.

L’intensità è un aspetto legato alla professionalità dei giocatori, di essere sempre pronti ogni giorno senza scuse, sempre pronti a lavorare e ad aiutare la squadra senza tirarsi indietro” – continua Djordjevic – “Torino è cambiata soprattutto nel playmaking con il recente innesto, e noi siamo stati bravi a capire subito cosa dovevamo fare. Abbiamo preso più rimbalzi nel secondo tempo. I contropiedi e le transizioni che abbiamo sbagliato sono invece dovuti alla mentalità che non è ancora quella giusta a volte. Bisogna imparare a chiudere i giochi prima quando abbiamo l’occasione per arrivare a giocare finali diversi“.

Punter? Ha avuto un calo di zuccheri all’intervallo ed è stato subito assistito dal nostro dottore. Spero che non sia niente di più, dai primi accertamenti sembrerebbe di no. Devo dire che molti di questi ragazzi non sono neanche abituati a giocare a mezzogiorno e anche le abitudini alimentari sono fondamentali” – conclude il coach serbo – “Chalmers? E’ arrivato dieci giorni fa e anche fatto un viaggio negli Stati Uniti. In una partita del genere non bisogna esporlo, ma proteggerlo. Il suo talento lo conosciamo, ha tanto da insegnarci; ma ci vorranno almeno un paio di settimane affinché sia pronto“.

Commenta
(Visited 80 times, 1 visits today)

About The Author

Gianluca Zippo Nato a Formia il 13/01/1988. Laureato in Giurisprudenza presso la Federico II di Napoli, già collaboratore e redattore per Teladoiolamerica.net e Road2sport.com, il calcio, l’NBA e la F1 sono la mia malattia, ma il mondo dello sport mi affascina a 360°.