Basket Corato, la trasferta di Bari chiude il girone d'andata

Domenica 11 Aprile alle ore 18:00 al PalaBalestrazzi di Bari, l’Adriatica Industriale Basket Corato scenderà in campo per la settima giornata del girone d’andata del campionato di C Gold, dove affronterà l’Adria Bari. Sfida affascinante quella che attende i neroverdi, in quanto Adria e Corato sono appaiate in testa alla classifica a quota 6 punti, con i biancorossi ancora imbattuti tra le mura amiche. In un campionato così tirato ed equilibrato, con tutte le squadre in quattro punti, questo match assume i contorni di una finale anticipata. Una vittoria sarebbe fondamentale per chiudere il girone d’andata in testa alla graduatoria.

 

QUI CORATO: Quattordici giorni per ricaricare le pile e ritrovare energie fisiche e nervose: l’Adriatica Industriale ha approfittato del “ponte” pasquale per staccare un po’ la spina, dopo le cinque partite in un mese (arrivate dopo un anno di inattività) che hanno messo alla prova muscoli e nervi dei neroverdi. Corato ha dalla sua il piccolo vantaggio di arrivare alla settima giornata più riposata delle contendenti, inoltre la spinta emotiva delle tre vittorie di fila nelle ultime uscite sta fungendo da vento in poppa per i ragazzi di coach Cadeo, che non hanno intenzione di fermarsi. I giovani terribili coratini proveranno a mettere a ferro e fuoco l’organizzata difesa barese, guidati da capitan Bagdonavicius, sempre più in palla e ai livelli dell’anno di grazia 2017/2018. Importante sarà per Corato tentare di imporre il proprio ritmo sin dall’inizio e restare nel match per quaranta minuti, sulla scia di quanto fatto contro Monteroni due settimane or sono.

 

 

QUI ADRIA BARI: La squadra del capoluogo pugliese è in testa alla classifica, in coabitazione con Mola e proprio con Corato, alla luce dei 6 punti raccolti in 5 gare. Nello scorso match, nel turno infrasettimanale pre-pasquale, l’Adria ha ceduto un po’ a sorpresa in quel di Monteroni, con il punteggio di 71-60, a dimostrazione del fatto che il campionato è più equilibrato che mai.

Coach Max Cazzorla è giovanissimo, ma è già molto navigato in categoria. Arrivato a giugno 2020, è l’emblema del progetto votato ai giovani dell’Adria. Top scorer di Bari è il bulgaro classe 1995 Dimitrov, con 21 punti ad allacciata di scarpe, risultando il miglior marcatore del torneo davanti al nostro Bagdonavicius. Punta di diamante dell’attacco barese è senza ombra di dubbio la guardia tiratrice Santiago Ezequiel Rodriguez, ex Arezzo, capace di mettere a referto 13.4 punti per match disputato. Punti e pericolosità sotto le plance per il centro Meistas, 15,4 punti di media a gara, a soli 19 anni. A proposito di giovani: spicca il giovane play Canterano barese Nicola Lupo (4.4 PPG). Vecchie conoscenze per Corato in casa biancorossa: l’ala Giuseppe De Leo è l’ultimo innesto di un roster giovane, affamato e che ha già dimostrato di essere la mina vagante di questo torneo.

 

Un match tutto da vivere dunque, che dirà molto sul futuro dei neroverdi, un’occasioneunica per alzare la voce e dire a tutte le pretendenti “CORATO C’È!”.

Commenta
(Visited 16 times, 1 visits today)

About The Author

Gennaro Dimonte Nato a Barletta nel 1994. Prossimo alla laurea in Scienze della Comunicazione e aspirante giornalista. Si divide tra la palla a spicchi e il calcio, con i miti di Carmelo Anthony e Del Piero nel cuore. Grande appassionato di NBA, spera di rivedere i suoi Knicks tra le grandi.