Bernareggio a valanga sulla Robur et Fides Varese, prima vittoria della seconda fase della cadetteria

La sconfitta di Pavia esigeva un pronto riscatto. La Vaporart Bernareggio lo ha trovato andando a prendersi un successo rotondo sul parquet della Coelsanus Robur et Fides Varese cogliendo il primo successo della seconda fase e rilanciando le sue quotazioni in chiave playoff. Almansi, Gatti e Tsetserukou sono le due stelle che hanno brillato maggiormente nel roster brianzolo. In evidenza, tra i varesini, soprattutto Maruca e Albique. L’equilibrio è durato soltanto nel primo quarto, poi, dal secondo, Bernareggio ha preso decisamente il largo.

PRIMO QUARTO – Bernareggio ritrova l’apporto di Laudoni che ha recuperato dalle non perfette condizioni fisiche. Antonelli cerca subito di affondare la lama nel secchiello di Bernareggio ma fallisce. Tsetseroukou stecca dalla parta opposta. L’imprecisione regna sovrana nelle prime fasi finchè dopo due minuti Tsetserukou non alza in quota i brianzoli. Antonelli, cogliendo un rimbalzo, risponde subito. Aromando subisce fallo e va in lunetta e ne mette uno su due, Bernareggio va di nuovo in quota. Una tripla di Hidalgo porta i padroni di casa al sorpasso. Laudoni sbaglia, ma Tsetserukou riporta Bernareggio avanti: 5-7 a circa metà quarto. Varese si riporta in parità con due tiri liberi. Punteggi bassi ma grande agonismo. Albique mette a bersaglio un tiro libero e i varesini si riportano in quota. L’errore di Almansi spalanca ancora la porta ad Albique che proietta Varese sul più tre. Bernareggio si porta a meno due. Gatti sfodera una tripla che riporta ancora in fuga la Vaporart. Si gioca punto a punto con grande intensità e con le due squadre che non riescono a piantarsi in asso. Albique va in lunetta per fallo su Ka e infila un solo tiro libero su due. Varese rimane sotto. Ka, dalla parte opposta, cecchina con uno su due dalla linea della carità, Bernareggio traccia un minisolco di più due: 11-13. Gatti , con un reverse, porta Bernareggio al più tre, Dalcò riavvicina Varese. Bernareggio porta a casa il primo quarto avanti per 15-14. Basse percentuali realizzative ma notevole fisicità.

SECONDO QUARTO – Ka fa prendere il largo ai Cardani boys alzandoli a più tre: 14-17. Todeschini porta il parziale dei brianzoli di inizio quarto sul 4-0 e mette ulteriori incollature da Varese. Coach Saibene chiama il timeout vedendo il miglior piglio con cui la Vaporart si è approccciata al secondo quarto. Tsetserukou allarga il fossato sul 14-21. La Coelsanus sembra peccare di imprecisione e fa registrare una flessione di determinazione rispetto ai primi dieci minuti. Antonelli sblocca i padroni di casa riportandoli a meno cinque ma Tsetserukou conferma la sua ottima vena cecchinando di nuovo. Almansi cala una bomba da tre e Bernareggio confeziona il suo vantaggio massimo: 16-26 a metà quarto. Tsetserukou si conferma micidiale sotto le plance e ne mette a bersaglio altri due. In campo sembra esservi in questo frangente una squadra soltanto ovvero la Vaporart, Coelsanus che non riesce a brillare in fase realizzativa. La Coelsanus prova a riavvicinarsi con due tiri liberi ma Bernareggio affonda subito la lama con Todeschini. Tsetserukou porta i brianzoli a più diciassette: 35-18 a tre minuti dall’intervallo lungo. Boev fallisce due tiri liberi per i padroni di casa, Maruca, invece, non sbaglia e Varese si riporta a meno dodici. Coach Cardani chiama il timeout sul 23-35 a due minuti e mezzo dalla fine della prima parte di contesa. Aromando ne sforna due e completa il gioco da tre dalla lunetta. Hidalgo fa battere un colpo alla Coelsanus con un jumper. Gancio di Gatti e Bernareggio profana nuovamente il canestro varesino. Fallo di Quartieri su Maruca che va in lunetta per cercare di riavvicinare un po’ i padroni di casa: ne realizza due su due e Varese si porta a meno tredici: 27-40. Una tripla di Quartieri riafferma subito la superiorità di Bernareggio , risponde la Coelsanus. Hidalgo fallisce la conclusione a fil di sirena. Bernareggio arriva all’intervallo lungo con una prateria di vantaggio ovvero il punteggio di 43-29.

TERZO QUARTO – Bernareggio si mette subito in vetrina con un fulmineo 4-0. La precisione latita ma i brianzoli riescono a difendere bene e a restare avanti largamente. Canestro di Baldini e Bernareggio sale a più venti: 49-29 dopo tre minuti di gioco. Bernareggio sembra procedere senza ostacoli con un netto 8-0 con Varese non ancora a bersaglio dopo circa metà quarto. Aromando cecchina ancora a dovere, Maruca riesce dopo cinque minuti a regalare i primi due punti del parziale ai padroni di casa: 31-55. Corno trova un altro canestro per Varese. Aromando fallisce l’ulteriore allungo. Almansi subisce fallo e va in lunetta, ne mette uno su due e Bernareggio resta a più ventitrè. Canestro di Bernareggio convalidato per effetto di un’interferenza di Boev, una schiacciata di Almansi fa prendere mare apertissimo agli ospiti: 60-33 a circa due minuti dalla fine del quarto Quartieri sbaglia l’ulteriore allungo, Boev subisce fallo su opposto versante e va in lunetta: ne mette uno su due e Varese arriva a quota 34. Bernareggio è in bonus e Boev beneficia di altri tiri liberi, ne fa però zero su due. Quartieri non mette una tripla e il terzo quarto finisce in archivio con una Bernareggio avanti per 60-34 e ormai in saldo possesso della gara.

ULTIMO QUARTO – Ivanaj sfodera l’orgoglio varesino cercando di prendere per mano i suoi per attuare una proibitiva rimonta. Laudoni risponde però subito. Saibene chiama il timeout. Ka va in lunetta per un fallo subito da Albique ma non capitalizza. Albique trova due punti per Varese . Boev subisce fallo da Radchenko e va alla linea della carità ma fallisce entrambe le esecuzioni. Ivanaj è fermato fallosamente da Adamu nell’azione successiva e anch’egli viaggia in lunetta dove ne mette uno su due: 39-62 quando sono finiti in archivio circa tre minuti dell’ultimo quarto. Laudoni va in lunetta a sua volta e ne fa uno su due. Gatti, con una tripla, fa permanere Bernareggio in alta quota. Adamu trova i primi due punti con la casacca dei brianzoli. Corno mette altra acqua al mulino di una Varese che, nonostante il pesante passivo, vuole giocarsela fino in fondo. Maruca, dalla lunetta, ne fa uno su due. Gatti regala ai suoi un’altra tripla dimostrandosi particolarmente a suo agio nelle soluzioni dalla lunga distanza, replica Maruca. Adamu si vede comminare un antisportivo per avere fermato irregolarmente Albique. Quest’ultimo va in lunetta e trova il secchiello in un’occasione su due: 46-71 a tre minuti e mezzo dal termine della gara. Ghedini mette un tiro libero su due assegnato per un fallo subito da Corno. Maruca trova altri due punti di orgoglio varesino. Adamu cecchina ancora per la Vaporart con un gancio. Almansi trova altri tre punti con una bomba e Bernareggio prende prateria: 78-48 a circa due minuti dalla fine. Ghedini sforna un’ altra tripla, la partita è ormai nella cassaforte della Vaporart, una tripla di Almansi fissa il punteggio finale sull’84-50 che porta Bernareggio a intonare il canto di vittoria.

TABELLINO

COELSANUS ROBUR ET FIDES VARESE: Maruca 15, Albique 9, Boev 8, Corno 6, Hidalgo 5, Ivanaj 3, Antonelli 2, Dalcò 2. Trentini, Gergati, Macchi, Allegretti. Coach: Guido Saibene.

Tiri liberi: 13 su 25, rimbalzi 35 (Albique 10), assist 5 (Albique, Boev, Corno, Hidalgo, Trentini).

VAPORART BERNAREGGIO: Almansi 15, Gatti 15, Tsetserukou 14, Aromando 12, Laudoni 7, Ghedini 6, Adamu 4, Quartieri 3, Ka 3, Todeschini 2, Baldini 2, Radchenko 1. Coach: Marco Cardani.

Tiri liberi: 7 su 17, rimbalzi 45 (Aromando 11), assist 19 (Todeschini 6).

ARBITRI

Danilo Correale di Atripalda (AV) e Marcello Manco di San Giorgio a Cremano (NA)

Commenta
(Visited 13 times, 1 visits today)

About The Author

Cristiano Comelli Sono nato a Milano il 12 gennaio 1970 e mi occupo di giornalismo da circa vent'anni sia di cronaca sia di sport. Ho cominciato con il quotidiano locale "La Prealpina" scrivendo di calcio e ciclismo, poi, sempre per il calcio, ho avviato una collaborazione con il quotidiano "Il Giorno" che dura tuttora. MIisono poi avvicinato al mondo del basket attraverso le collaborazioni con alcune testate on line ed eccomi qua, pronto a vivere la magia del basket insieme con gli amici di Tuttobasket.