Bernareggio esprime un buon basket ma cade anche a Bergamo

BERGAMO – Determinazione e cuore ci sono stati, il risultato finale a favore no. Una pur valida Lissone Interni Bernareggio paga dazio anche sul parquet dell’ambiziosa  Withu Bergamo Basket che, fino alla scorsa stagione, militava in serie a2 , con il punteggio di 71-77. Ai Reds non sono bastati ben quattro  giocatori in doppia cifra ovvero Ingrosso, Di Meco, Lanzi e Cappelletti per contenere l’offensiva orobica passata soprattutto dalle mani di Simoncelli e dell’ex Chieti Sodero. Per il roster di coach Emanuele Micheloni, sempre ultimo con dieci punti.  la situazione di classifica in chiave salvezza si complica ulteriormente.
PRIMO QUARTO – Di Meco inaugura la serie dei canestri appoggiando al vetro i primi due punti di Bernareggio, Ingrosso sigla il 4-0. L’avvio dei Reds è di buona fattura, l’ex Chieti Sodero sblocca Bergamo ma Di Meco, con due su due dalla lunetta, realizza il 6-2.  Una tripla di Sodero e Savoldelli portano Bergamo al primo controsorpasso per 8-6. Sempre Sodero, in ottima vena realizzativa, spinge i padroni di casa sul più quattro ma Gatti,  dalla lunetta, rintuzza il primo tentativo di fuga. Il diciassettenne Dembelè porta i bergamaschi sul più sei , Cappelletti fa reagire Bernareggio mettendone due su due dalla linea della carità. Lo stesso fa, su opposto fronte, Simoncelli e l’albanese Bedini tiene la Withu al largo. Coach Micheloni chiama il timeout.  Alla ripresa Bergamo mantiene il controllo concludendo il primo quarto avanti per 21-12.
SECONDO QUARTO –   Di Meco riavvicina Bernareggio con un gioco da tre, lo stesso fa Lanzi ma Bergamo si risospinge in avanti con una bomba di Isotta che vale il più sette. Ingrosso sigla un parziale di 4-0 che vale il meno due ospite: 24-22 al 3′. Ihedioha si inventa un canestro non semplice ma Bernareggio reagisce con Pirola. A Savoldelli risponde Gatti,  Bergamo cerca di prendere il largo ma i Reds glielo impediscono. Isotta colpisce ma Ingrosso risponde con due su due dalla lunetta, poi estrae dal cilindro una tripla e porta Bernareggio avanti di un’incollatura: 31-30. Dell’Agnello riporta Bergamo in parità e capitan Savoldelli colpisce da tre. Coach Micheloni vuole rifletterci su con i suoi e chiama il timeout. Pirola , alla ripresa, affonda la lama ma Ihedioha, con due liberi, tiene Bergamo avanti per 36-34 all’intervallo lungo in una partita che si mantiene avvincente.
TERZO QUARTO – Il pareggio Reds si materializza con due liberi di Quartieri. Cappelletti rialza in quota Bernareggio con una tripla ma Simoncelli replica subito. Bernareggio prova a scappare con Cappelletti dalla lunetta e Gatti che la portano sul più sei e il coach dei bergamaschi ed ex Treviglio Devis Cagnardi chiama il timeout sul 39-45 per gli ospiti. Sodero cerca di riaccostare Bergamo, Ingrosso, però, dalla lunetta, riporta Bernareggio al largo con due tiri liberi su due a bersaglio. Sodero riporta i padroni di casa a un solo possesso e Micheloni chiama il timeout.  Una tripla di Cappelletti spinge Bernareggio sul più cinque, Dell’Agnello risponde con due su due dalla lunetta. Lo stesso fa Ihedioha e Isotta, in penetrazione, porta i padroni di casa a meno tre. Bernareggio allunga con due tiri liberi ma Bedini risponde. Ingrosso protesta e si prende un tecnico ma Simoncelli non realizza il relativo tiro libero facendosi poi ampiamente perdonare con due triple che valgono il pareggio orobico a quota 54 e il suo più tre: 57-54 dopo mezz’ora di gioco.
ULTIMO QUARTO –  Simoncelli ricama la sua terza tripla di fila, Di Meco risponde mettendone due su due dalla lunetta. Sodero sgancia una tripla, Bernareggio si innervosisce un po’ e coach Micheloni si prende un tecnico. Di Meco prova a riaccostare Bernareggio ma Isotta ne mette altri due. Risponde Lanzi con due tiri liberi a bersaglio dalla lunetta. Dembelè affonda la lama ma Quartieri replica con due su due dalla linea della carità. Gli arbitri fischiano molto e ne fanno le spese Bedini e Dell’Agnello che escono per cinque falli. Ihedioha, in penetrazione, porta Bergamo sul più quattro e Bernareggio perde Di Meco per cinque falli. Micheloni chiama il timeout e, alla ripresa, Savoldelli ne mette due su due dalla lunetta. Cinque falli anche per Dembelè che deve lasciare il pitturato. Lanzi sigla il meno sei di Bernareggio con due tiri liberi, Bergamo perde anche Simoncelli per cinque falli e, poco dopo, Sodero  per lo stesso motivo con sanzionamenti arbitrali che paiono talora eccessivi. Gatti ne fa uno su due dalla lunetta ma Savoldelli, sempre dalla linea della carità, chiude il discorso con due liberi che fissano il punteggio sul 77-71 per i bergamaschi.
TABELLINO
WITHU BERGAMO BASKET:  Simoncelli 16, Sodero 15, Savoldelli 13,  Isotta 11, Ihedioha 7, Bedini 7, Dell’Agnello 4, Dembelè 4, Cagliani, Manenti, Rota, Piccinni. Coach: Devis Cagnardi.
Tiri liberi: 11 su 16, rimbalzi 31 (Ihedioha 7), assist 17 (Sodero 4).
LISSONE INTERNI BERNAREGGIO:  Ingrosso 17, Di Meco 13, Lanzi 12, Cappelletti 1, Gatti 7, Quartieri 7, Pirola 4, Adamu, Marra, Issa, Giorgetti, Almansi.   Coach: Emanuele Micheloni.
Tiri liberi: 33 su 47, rimbalzi 26 (Lanzi, Gatti 6), assist 8 (Pirola 3).
ARBITRI
Mirko Picchi di Ferentino (FR) e Diego Orazi di Roma.
POSTGARA
EMANUELE MICHELONI (COACH BERNAREGGIO): ” Abbiamo fatto una partita molto buona, aggressivi per quaranta minuti, sapevamo di giocare contro una squadra fisica e di talento, abbiamo pagato errori di disattenzione con canestri importanti, prendiamo il bicchiere mezzo pieno e lavoriamo sugli errori commessi nell’arco della partita e prepararci al meglio per la sfida di sabato contro Bologna”.
Commenta
(Visited 37 times, 1 visits today)

About The Author

Cristiano Comelli Sono nato a Milano il 12 gennaio 1970 e mi occupo di giornalismo da circa vent'anni sia di cronaca sia di sport. Ho cominciato con il quotidiano locale "La Prealpina" scrivendo di calcio e ciclismo, poi, sempre per il calcio, ho avviato una collaborazione con il quotidiano "Il Giorno" che dura tuttora. MIisono poi avvicinato al mondo del basket attraverso le collaborazioni con alcune testate on line ed eccomi qua, pronto a vivere la magia del basket insieme con gli amici di Tuttobasket.