Sutor Montegranaro travolta a Rimini. Cagnazzo: "Era prevedibile"

“Riviera Banca Basket Rimini – Sutor Montegranaro 87-52

Riviera Banca Basket Rimini: Tassinari 3, Mladenov 17, Rossi 2, Carletti, Scarponi 5, Rivali 4, Arrigoni 12, Bedetti 8, Rinaldi ne, Fabiani 15, Masciadri ne, Saccaggi 21. All: Ferrari.
Sutor Montegranaro: Masciarelli 15, Galipò 16, Korsunov 2, Re 6, Ambrogi, Barbante, Verdecchia, Mariani, Botteghi 13, Crespi ne. All: Cagnazzo.
Arbitri: Giambuzzi di Ortona e Valletta di Montesilvano (Pescara).
Note. Parziali: 24-18, 44-29, 64-42. Tl: Rimini 15/18, Sutor 8/9. Tiri da 3 punti: Rimini 10/25, Sutor 6/26. Rimbalzi: Rimini 47, Sutor 35.

RIMINI – Brutta battuta d’arresto per la Sutor Montegranaro sconfitta al PalaFlaminio di Rimini dalla Riviera Banca per 87-52. Senza Alberti (infortunio alla caviglia) la squadra di Cagnazzo ha dovuto fare a meno anche di Montanari (febbre) e capitan Crespi (problema al ginocchio) e queste tre assenze nel giro delle rotazioni si sono fatte sentire. E’ chiaro che non devono essere un alibi però, regalare tre giocatori alla seconda della classe non è mai facile. Per quanto riguarda la partita, i gialloblù hanno retto bene il confronto nel primo periodo, nel secondo hanno concesso qualcosa di più, ma inevitabilmente hanno pagato dazio nella seconda parte della contesa dove i padroni di casa hanno trovato con più continuità il canestro e la Sutor in attacco non è stata incisiva. Rimini ha potuto ruotare a proprio piacimento i suoi giocatori, la Sutor ad un certo punto ha dato spazio ai suoi giovani e la forbice nel punteggio si è ampliata.
Cronaca – Il primo canestro lo realizza Galipò con la gara che si assesta in avvio su binari di equilibrio, 11-8 dopo 4’. Rimini prova a scappare con quattro punti consecutivi di Rivali sul 18-11 al 6’, i veregrensi però tengono botta e solo una tripla di Saccaggi allo scadere del primo quarto fissa il punteggio sul 24-18.
Nel secondo periodo Rimini allunga raggiungendo il più 14 con Saccaggi, 40-26 al 17’30”. Al riposo lungo il punteggio è di 44-29.
Alla ripresa del gioco la partita cambia fisionomia con Rimini che trova il canestro con più facilità e con la Sutor che in difesa non riesce a fare lo stesso lavoro del primo tempo. I padroni di casa prima vanno sul più 20, 52-32 poi sul più 26 con Mladenova, 58-32 con un parziale di 14-3. Otto punti di Masciarelli non evitano lo strappo e al 30’ Rimini è saldamente avanti sul 64-42. Nell’ulktimo quarto in pratica non c’è più partita, Rimini lavora bene in difesa e in attacco trova sempre buone conclusioni. Finisce 87-52 e ora la Sutor dovrà lavorare per recuperare al meglio la condizione e gli infortunati in vista di due gare interne consecutive che potrebbero segnare la stagione.
“Quella contro Rimini è stata una gara che pur con tante difficoltà, viste le assenze – ha detto coach Damiano Cagnazzo – la Sutor ha interpretato bene nel primo quarto, abbastanza bene nel secondo periodo provando ad opporre resistenza contro una delle squadre più forti del campionato. Poi, era purtroppo prevedibile che loro aumentassero i giri del loro motore e che noi, con il passare del tempo potessimo calare. È stata comunque una esperienza di crescita per tutti è una buona occasione per i nostri giovani di testare il campo visto che ogni giorno in allenamento ci mettono l’anima. Prendiamoci questo di positivo pronti martedì a tornare in palestra per lavorare sodo e preparare al meglio le prossime sfide”.”.

Fonte: ufficio stampa Sutor Montegranaro

Commenta
(Visited 25 times, 1 visits today)

About The Author

Enrico Pecci Classe ’96, proveniente da quel favoloso luogo chiamato Marche (provare per credere), studente di Scienze della Comunicazione ed appassionato di calcio quanto di basket. Collaboratore per nba24.it e tuttobasket.net, sognando un futuro in cui scrivere di sport, basket e calcio in particolare, sia un lavoro oltre che una passione. Appassionato di basket sin dai primi passi mossi nel parquet dal Re, King LeBron James. #IPromise.