Blu Basket Treviglio, sconfitta casalinga contro l'Assigeco Piacenza

Sconfitta interna per la BCC Treviglio che, nel recupero dell’undicesima giornata, viene superata al PalaFacchetti per 85-93 dall’Assigeco Piacenza. In un match equilibrato è il finale a premiare gli emiliani, con la coppia Carberry- McDuffie a quota 16. Per la Bcc 24 di Frazier, 16 di Nikolic e 15 per Pepe.

Frazier, Pepe, Reati, Nikolic e Borra il quintetto scelto da Cagnardi; Sabatini, Carberry, Formenti, Mc Duffie e Molinaro i cinque scelti da Dalmonte.

Molinaro e Sabatini per Piacenza, due volte Borra per la Bcc, questi i primi canestri del match. Punteggio basso, Formenti replica a Frazier, Cagnardi deve fare i conti con il secondo fallo di Borra ma la Bcc, con Nikolic e il 2+1 di Frazier, torna avanti (14-9). Il contro-parziale dell’Assigeco (2-9) è nella corsa di Cesana e Carberry che sfruttano le palle perse della Blu, 16-18 ospite. Frazier impatta a quota 18, punteggio con cui si chiude il quarto.

Sarto sblocca la Bcc dall’arco ma Piacenza rientra meglio in campo e prova un allungo con Carberry (21-28). Dopo il timeout Treviglio si scuote e le triple di Sarto e Pepe costringono stavolta Dalmonte allo stop (27-28). Ancora Carberry dalla distanza per l’UCC, Frazier capitalizza l’antisportivo sanzionato a Formenti e poco dopo ricuce il gap contro una Piacenza che prova l’allungo con McDuffie (32-36). Nikolic e la schiacciata di Ancellotti confermano l’equilibrio, Molinaro chiude il primo tempo sul 36-39.

Dopo l’intervallo 0-7 UCC con tre palle perse sanguinose per la Bcc, la tripla di Formenti allunga la scia (38-49). Da fuori la Blu prova a ridurre il divario con Nikolic e Pepe (due volte), nel mezzo il solito Carberry e Sabatini (48-53). La scossa arriva, la Bcc aumenta l’intensità e corre in transizione, Frazier e Nikolic per il -1 (52-53). Dalla lunetta Treviglio completa la rimonta, dal meno 11 al 56-55 di Nikolic.Una gran giocata di Mc Duffie riporta avanti Piacenza, ma nel finale è sfida Sarto- Guariglia: cinque punti per entrambi e 63-65 all’ultimo stop.

Si risponde colpo su colpo, Borra e Frazier riportano avanti la Blu, Poggi risponde con un 2+1, si sblocca anche Reati: 72-72 a sette dal termine. Poggi è il protagonista, due sue giocate valgono il nuovo vantaggio ospite (72-77), Sabatini replica a Pepe dalla distanza ma è il 2+1 di McDuffie ad essere importante in chiave ospite (76-84). La sfida Pepe-Sabatini continua, due liberi di reati rimettono due possessi tra le due squadre (83-89), Cagnardi sceglie il quintetto piccolo per il finale ma gli ultimi possessi non premiano la Blu. Il tecnico sanzionato a Pepe da a Piacenza i liberi dell’allungo decisivo, l’Assigeco espugna il PalaFacchetti per 85-93.

BCC Treviglio – UCC Assigeco Piacenza 85-93 (18-18, 18-21, 27-26, 22-28)

BCC Treviglio: J.j. Frazier 24 (5/10, 3/7), Mitja Nikolic 16 (7/9, 0/3), Simone Pepe 15 (0/0, 5/10), Alvise Sarto 11 (1/1, 3/5), Andrea Ancellotti 8 (3/5, 0/0), Jacopo Borra 7 (3/5, 0/1), Davide Reati 4 (1/2, 0/3), Ion Lupusor 0 (0/0, 0/2), Matteo Bogliardi 0 (0/1, 0/0), Luca Manenti 0 (0/0, 0/0), Soma Abati toure 0 (0/0, 0/0), Davide Corini 0 (0/0, 0/0)

Tiri liberi: 12 / 14 – Rimbalzi: 33 5 + 28 (J.j. Frazier, Jacopo Borra 6) – Assist: 24 (Simone Pepe 7)

UCC Assigeco Piacenza: Tobin Carberry 16 (5/10, 1/3), Markis Mcduffie 16 (4/9, 1/2), Gherardo Sabatini 15 (1/4, 4/7), Matteo Formenti 13 (4/5, 1/5), Tommaso Guariglia 11 (3/6, 1/1), Giovanni Poggi 9 (3/5, 0/0), Lorenzo Molinaro 7 (3/5, 0/0), Luca Cesana 6 (1/2, 1/4), Federico Massone 0 (0/1, 0/0), Nemanja Gajic 0 (0/1, 0/0), Alessandro Voltolini 0 (0/0, 0/0)

Tiri liberi: 18 / 26 – Rimbalzi: 32 5 + 27 (Tommaso Guariglia 8) – Assist: 17 (Gherardo Sabatini 6)

Ufficio Stampa Blu Basket Treviglio

Commenta
(Visited 54 times, 1 visits today)

About The Author

Gennaro Dimonte Nato a Barletta nel 1994. Prossimo alla laurea in Scienze della Comunicazione e aspirante giornalista. Si divide tra la palla a spicchi e il calcio, con i miti di Carmelo Anthony e Del Piero nel cuore. Grande appassionato di NBA, spera di rivedere i suoi Knicks tra le grandi.