Cantù in cerca di punti preziosi: a Desio c'è la corazzata Brindisi

Match insidioso per entrambe le squadre, con la formazione di coach Piero Bucchi (ex Brindisi), ultima in classifica, che cerca di risalire la china in vista della combattuta lotta salvezza di fine campionato. I canturini dovranno fare a meno di Sha’markus Kennedy, tagliato in settimana, del loro principale terminale offensivo Frank Gaines e quasi sicuramente anche di due terzi dello staff tecnico, ancora alle prese col Covid, ma potranno contare sul neo acquisto Ivica Radic sotto le plance.
Diversa la situazione di Brindisi, che seppur orfana ancora di D’Angelo Harrison, causa infortunio, potrà contare su tutti gli effettivi e su una chimica di squadra ormai ben consolidata, oltre che sulla certa partecipazione ai playoff scudetto 2020/21. Potrebbe essere la stanchezza a remare contro la squadra di Frank Vitucci, che in settimana ha dovuto affrontare la dura trasferta di BCL in Israele con sconfitta all’overtime e sarà nuovamente in scena tra poco più di 72 ore per la delicata sfida contro il Pinar Karsiyaka, valida per la qualificazione alle Final Eight di Champions League.
Cantù chiamata a gettare il cuore oltre l’ostacolo per riuscire a limitare Brindisi a rimbalzo (prima in questa voce con 39.80 di media) e provare ad impedire le sfuriate offensive di Thompson & Co. I pugliesi dovranno, invece, porre attenzione ai veterani Jaime Smith e Maarty Leunen che proveranno a prendere in mano la squadra con la loro esperienza.

Matteo Lezzi

Commenta
(Visited 130 times, 1 visits today)

About The Author

Enrico Pecci Classe ’96, proveniente da quel favoloso luogo chiamato Marche (provare per credere), studente di Scienze della Comunicazione ed appassionato di calcio quanto di basket. Collaboratore per nba24.it e tuttobasket.net, sognando un futuro in cui scrivere di sport, basket e calcio in particolare, sia un lavoro oltre che una passione. Appassionato di basket sin dai primi passi mossi nel parquet dal Re, King LeBron James. #IPromise.