Efes-Milano, Rodriguez prova a stringere i denti

ISTANBUL – L’Olimpia si è allenata al Mediolanum Forum alle 11:30 prima di partire per Istanbul nel pomeriggio da Malpensa. Sono rimasti a Milano per le terapie del caso gli infortunati Nicolò Melli e Malcolm Delaney. Sul volo che ha portato la squadra in Turchia sono saliti 14 giocatori, incluso il non utilizzabile Trey Kell. Presente anche Sergio Rodriguez che proverà, nonostante l’infortunio subito nel quarto periodo di Gara 2, ad essere disponibile almeno per qualche minuto già in Gara 3. La squadra è arrivata a Istanbul dopo due ore e mezzo di volo cui si è aggiunta un’ora di differenza di fuso orario (ma erano due in occasione dell’ultima trasferta: in Turchia l’orario non cambia mai durante l’anno).

TRAVEL NOTES – Sull’aereo la squadra ha consumato il consueto spuntino pomeridiano, macedonia, yogurt greco, frutta secca, spremuta d’arancia, caffè o tè in base ai gusti personali. Sull’aereo, stesso assetto di sempre, ma senza Nicolò Melli a chiudere la fila sulla sinistra, posizione passata automaticamente a Tommaso Baldasso. Sull’altra ala del velivolo, al solito Devon Hall e Gigi Datome a chiudere il gruppo.  Veloci le pratiche di ingresso in Turchia, dove solo gli americani sono chiamati ad esibire il visto, ma le dimensioni notevoli dello scalo costringono a lunghe camminate per raggiungere l’uscita dal terminal. Poi 40 minuti per giungere in hotel, esattamente per l’ora di cena, alle 20:30 locali, sgomitando in mezzo al traffico, talvolta impossibile (ma non questa volta, fortunatamente), di Istanbul.

EFES NOTES – Shane Larkin ha segnato almeno una tripla in 17 delle sue ultime 18 uscite e nello stesso arco di gare è andato in doppia cifra ancora 17 volte. Vasa Micic ha segnato almeno 12 punti in 15 delle sue ultime 16 apparizioni in campo. Adrien Moerman ha convertito almeno una tripla in 15 delle ultime 16. Bryant Dunston, che precede Kyle Hines come primo stoppatore di tutti i tempi in EuroLeague, unico oltre quota 300, ha il 70.9% nel tiro da due, terzo assoluto nell’intera competizione.

I PRECEDENTI – Il record totale degli scontri diretti tra queste due squadre è 22-14 a favore dell’Efes contando i precedenti pre EuroLeague, altrimenti siamo 21-13 includendo le ultime due partite giocate a Milano in questa serie. A Istanbul, l’Olimpia ha vinto solo due volte contro l’Efes, lo scorso anno e ancora il mese scorso.

L’ARENA – Si gioca a Sinan Erdem Hall, l’arena che ospita l’Efes da quattro stagioni e ha preso il posto di Abdi Ipekci. Si trova nella parte europea della città, ha ospitato sia le Final Four che la finale dei Mondiali del 2010. L’Olimpia la conosce bene ovviamente, ma la testerà un’ultima volta domani mattina nel tradizionale shootaround che precede la gara”.

Fonte: ufficio stampa Olimpia Milano

Commenta
(Visited 4 times, 1 visits today)

About The Author

Enrico Pecci Classe ’96, proveniente da quel favoloso luogo chiamato Marche (provare per credere), studente di Scienze della Comunicazione ed appassionato di calcio quanto di basket. Collaboratore per nba24.it e tuttobasket.net, sognando un futuro in cui scrivere di sport, basket e calcio in particolare, sia un lavoro oltre che una passione. Appassionato di basket sin dai primi passi mossi nel parquet dal Re, King LeBron James. #IPromise.