EuroLeague, Olimpia ospita l'ASVEL. Messina: "Li rispettiamo, dovremo muovere velocemente il pallone"

L’Olimpia proverà a prolungare il momento favorevole contro l’ASVEL Villeurbanne, ma i campioni di Francia sono un avversario insidioso, hanno vinto tre delle prime quattro gare candidandosi per un ruolo di primo piano in questa stagione, nonostante abbiano dovuto fare i conti con qualche assenza, soprattutto di David Lighty e Antoine Diot, annunciati al rientro. L’Olimpia ha già sperimentato in preseason a Parigi la pericolosità di una squadra dotata di estremo atletismo e fisicità, con cui ha perso in trasferta in ognuna delle ultime due stagioni. Milano ha costruito le sue quattro vittorie in difesa: 70.3 punti subiti per gara, il 50.7% concesso da due, il 26.2% concesso da tre. Questo è il dato chiave perché l’ASVEL finora è stata la migliore squadra di EuroLeague nel tiro da tre, con il 45.2% da tre grazie alla straordinaria precisione di Chris Jones, Eddie Okobo e William Howard, ma anche nel tiro da due con il 59.2%. Il ritorno di Lighty e Diot accentua la pericolosità perimetrale della squadra di TJ Parker, anche se per ora l’ASVEL non ha usato il tiro da tre in modo massiccio, infatti, è 10° per triple segnate in media, una classifica in cui l’Olimpia è prima con 11.2 a partita (terza per precisione, con il 40.5%).

NOTE – Si gioca giovedì 21 ottobre alle 20.30 al Mediolanum Forum (diretta su Sky Sport Arena, Eleven Sports) con la presenza fino a 7.500 spettatori (clicca qui per i biglietti)

COACH ETTORE MESSINA – Abbiamo grande rispetto per il progetto che stanno portando avanti a Lione-Villeurbanne Tony e TJ Parker, sia in campo che fuori. Non sono per nulla stupito dai risultati che stanno ottenendo perché sono una squadra profonda, atletica e con molta versatilità in attacco. Per noi sarà fondamentale difendere sui loro tiratori e controllare i rimbalzi contro una squadra che sta tirando con il 59% da due. Una chiave sarà muovere la palla velocemente proprio per non subire tutto questo loro atletismo”.

KYLE HINES – “L’ASVEL è una squadra dura, che rappresenterà un test molto importante per noi con il suo atletismo, la fisicità e la qualità dei loro tiratori. Noi stiamo costruendo la nostra identità, soprattutto in difesa, e vogliamo prolungare il buon momento che stiamo attraversando”.

GLI ARBITRI –Benjamin Jimenez (Spagna). Uros Nikolic (Serbia), Saso Petek (Slovenia).

L’ASVEL VILLEURBANNE – L’ASVEL Villeurbanne ha perso in casa con il Maccabi nell’ultimo turno, ma aveva vinto le prime tre gare superando anche i Campioni d’Europa dell’Anadolu Efes. Entra in questa gara con un rendimento offensivo molto elevato, 79.8 punti di media, oltre il 59% da due e il 45% da tre. Non ha ancora utilizzato la bandiera David Lighty, che però è rientrato in campionato nel week-end e quindi certamente giocherà a Milano. L’attacco è stato guidato dalle due guardie, Chris Jones, prelevato dal Maccabi, che sta segnando 17.0 punti di media con il 53.3% da tre, e Eddie Okobo, 16.5 punti anche lui il 53.3% da tre, una guardia che giocava al Pau Orthez, poi è andato in America e ha giocato anche 55 partite nei Phoenix Suns. Entrambi sono sempre partiti in quintetto finora con l’ala forte Dylan Osetkowski e il tiratore William Howard, 57.1% da tre finora. L’espertissimo James Gist è stato il titolare nelle ultime tre gare nel ruolo di centro. Kostas Antetokounmpo, uno dei fratelli dell’MVP dell’ultima finale NBA, ha segnato il canestro della vittoria contro l’Efes e per ora ha 14/17 dal campo. Dalla panchina, escono anche il veterano Antoine Diot, le guardie Matthew Strazel e Paul Lacombe, l’ala Charles Kahudi e naturalmente il centrone Youssoupha Fall.

I PRECEDENTI VS. ASVEL – Nell’era EuroLeague, Olimpia e Asvel Villeurbanne si sono affrontate solo tre volte. Due anni fa in Francia, l’Asvel vinse 89-82 grazie a 19 punti di David Lighty e 18 di Jordan Taylor, mentre l’Olimpia ebbe 13 punti e 10 assist di Sergio Rodriguez. Lo scorso anno a Milano, l’Olimpia ha vinto 87-73 con 17 punti e sette rimbalzi di Shavon Shields. In Francia, ha vinto ancora l’Asvel 78-69 nonostante i 18 sempre di Shields. Tuttavia, nella loro storia si affrontarono nella Coppa dei Campioni del 1966/67 (il Simmenthal campione in carica perse la finale con il Real Madrid). Milano vinse in trasferta 86-66 (23 di Gabriele Vianello, 21 di Red Robbins) e in casa 103-85 (Steve Chubin 26, Red Robbins 21). Nella Coppa Korac del 1995/96, l’Olimpia eliminò l’Asvel in semifinale vincendo 81-72 in trasferta e 73-69 in casa. Nell’Eurocup del 1997/98, in cui l’Olimpia arrivò in finale perdendola con lo Zalgiris, nei quarti di finale eliminò l’Asvel vincendo in trasferta 67-58 (24 punti di Thurl Bailey) e sopravvivendo ad una sconfitta in casa 70-62 nonostante i 17 di Flavio Portaluppi. In tutto, quindi è 6-3 a favore dell’Olimpia, 3-2 a Villeurbanne, ma 1-2 nell’era EuroLeague.

L’ASVEL CONNECTION – Il presidente dell’Asvel, Tony Parker, ha giocato a San Antonio per Ettore Messina. James Gist, da quest’anno a Villeurbanne, lo scorso anno ha giocato i playoff di EuroLeague con il Bayern Monaco contro l’Olimpia e nella stagione 2018/19 al Panathinaikos era compagno di squadra di Dinos Mitoglou.

GAME NOTES – Kaleb Tarczewski ha segnato 280 canestri da due punti in carriera. Il leader di ogni tempo in EuroLeague per l’Olimpia è Vlado Micov con 281. Sergio Rodriguez ha segnato 127 triple per l’Olimpia ed è ora secondo di sempre dietro le 162 di Vlado Micov. Rodriguez ha segnato almeno una tripla in 13 gare consecutive, il suo primato è di 19. Intanto, ha superato Paulius Jankunas come sesto realizzatore di sempre in EuroLeague. Devon Hall è un esordiente in EuroLeague, ma è andato in doppia cifra in tutte le quattro gare disputate finora. Con 116.33 minuti in campo, è stato il giocatore più utilizzato da Coach Messina nelle prime tre uscite e l’esordiente più utilizzato di tutta l’EuroLeague davanti a John Brown dell’Unics. Malcolm Delaney ha superato contro l’Efes i 1.500 punti segnati in carriera. 409 sono stati segnati in maglia Olimpia. Delaney è a due palle rubate dalle 100 in carriera. Nicolò Melli è a 10 rimbalzi dai 1.000 in carriera.

Comunicato e dichiarazioni a cura di Ufficio Stampa Olimpia Milano.

Commenta
(Visited 32 times, 1 visits today)

About The Author

Gianluca Zippo Nato a Formia il 13/01/1988. Laureato in Giurisprudenza presso la Federico II di Napoli, già collaboratore e redattore per Teladoiolamerica.net e Road2sport.com, il calcio, l’NBA e la F1 sono la mia malattia, ma il mondo dello sport mi affascina a 360°.