La Coppa Italia è ancora di Milano, Tortona si arrende nel quarto conclusivo

Per la seconda stagione consecutiva l’Olimpia Milano conquista la Coppa Italia imponendosi in finale sulla sorprendente Bertram Tortona grazie ad un eccellente Melli e ad un quarto quarto praticamente perfetto.

Parte meglio l’ Olimpia che scappa sul 16-8 con le triple di Daniels e Hall, Tortona prova ad accorciare con Macura ma Melli sotto canestro firma il primo vantaggio in doppia cifra della serata e Hines con il 2/2 in lunetta fissa il punteggio sul 25-13 dopo il primo quarto.

Si abbassano i ritmi nelle prime fasi del secondo periodo, è sempre Macura a trascinare i suoi con i canestri del -9 ma dall’ altra Ricci mantiene l’Olimpia sempre a +12. Nonostante l’ottima difesa e anche un antisportivo fischiato a Mascolo gli uomini di Messina non riescono però ad aumentare il distacco, Macura accorcia nuovamente, Filloy segna anche il -7 ma arriva già il terzo fallo per Daum che permette a Milano di restare in controllo: 41-33 all’intervallo lungo.

Filloy e Mascolo tornano in campo con le marce elevate e la Bertrtam si riporta a -3, ci pensa Hall a sbloccare i vicecampioni d’Italia ma Filloy accorcia ancora sul 44-43. I ritmi si abbassano e allora Milano prova nuovamente a fuggire sempre con Hall, Hines e Melli tornando a +8, Severini riavvicina i suoi e dopo mezzora di gioco il tabellone recita 53-47.

Due liberi di Melli, tre palle perse consecutive di Tortona e due appoggi al ferro di Rodriguez e Delaney costringono Ramondino al timeout sul 59-47. Sanders sblocca la Bertram, ma Melli aggiorna il massimo vantaggio di serata con canestro e fallo subito, quindi Rodriguez e Datome la chiudono con due triple consecutive che valgono il +18. Finisce 78-61.

 

AX ARMANI EXCHANGE OLIMPIA MILANO: Melli 14, Rodriguez 8, Ricci 5, Biligha 2, Hall 12, Delaney 10, Baldasso, Daniels 8, Alviti, Hines 6, Datome 6. Coach Messina.

 

BERTRAM DERTHONA BASKET TORTONA: Mortellaro ne, Cannon 2, Baldi ne, Tavernelli, Miljkovic ne, Filloy 12, Mascolo 11, Severini 2, Sanders 10, Daum 5, Cain 2, Macura 17. Coach Ramondino.

 

Commenta
(Visited 62 times, 1 visits today)

About The Author

Massimo Furlani Nato a Trento nel 1998, laureato in Studi Internazionali e aspirante giornalista. Malato del basket tanto italiano quanto americano, Dwyane Wade e Steve Nash gli idoli.