Reyer in semifinale, Virtus ko 82-89. De Raffaele: "Innamorato di questi ragazzi". Djordjevic: "In difesa potevamo fare di più"

Nel secondo quarto di finale delle Final Eight 2021 di Coppa Italia, la Reyer Venezia detentrice del trofeo resta in corsa, eliminando 82-89 la Virtus Bologna di Milos Teodosic e Marco Belinelli. Ed ora, in semifinale, per i Lagunari ci sarà un’altra supersfida, stavolta contro la favorita Olimpia Milano.

Le parole di Aleksandar Djordjevic, coach della Virtus Segafredo Bologna: “Complimenti ai nostri avversari, sono stati capaci di sfruttare i nostri errori e hanno acquisito sicurezza, mentre noi rincorrevamo sempre senza avere il giusto spirito difensivo. In più ci è mancata quella giocata che cercavamo per dare sicurezza nel corso della partita. Venezia è arrivata a questa gara con degli innesti che le hanno dato freschezza, noi siamo arrivati corti e con mancanza di idee anche a causa delle due competizioni che giochiamo. Abbiamo speso molto per provare a raggiungere i nostri avversari ma la Reyer ha avuto più energie. Difensivamente avremmo dovuto dare di più, mentre in attacco non siamo riusciti a mettere a segno molti tiri aperti”.

Queste le dichiarazioni del coach dell’Umana Reyer Venezia, Walter De Raffaele: “Potevamo vincere solo con una grande partita, al limite delle nostre possibilità, per di più senza Vidmar che ha avuto qualche problema fisico. Abbiamo giocato una partita completa, cercando di limitare il talento di Bologna e cercare di allargare il campo costringendo gli avversari a delle scelte forzate. Sono ancor più innamorato dei miei giocatori, è incredibile la loro capacità di cambiare ruolo continuamente adattandosi a diverse situazioni. In questa gara abbiamo avuto problemi di falli con i lunghi, ad un certo punto abbiamo giocato con Stone da 5 e Bramos da 4 ma tutti quelli che hanno giocato ci hanno dato una grande mano. Non siamo sempre riusciti a coprire le loro transizioni, soprattutto nel finale. Per la semifinale valuteremo Vidmar, oggi era troppo rischioso farlo giocare”.

 

Dichiarazioni a cura di Ufficio Stampa Lega Basket.

Commenta
(Visited 19 times, 1 visits today)

About The Author

Gianluca Zippo Nato a Formia il 13/01/1988. Laureato in Giurisprudenza presso la Federico II di Napoli, già collaboratore e redattore per Teladoiolamerica.net e Road2sport.com, il calcio, l’NBA e la F1 sono la mia malattia, ma il mondo dello sport mi affascina a 360°.