La Fortitudo batte Treviso, le parole di Martino e Menetti

Le parole di Martino e Menetti dopo il successo esterno della Fortitudo Bologna sul campo della Nutribullet Treviso.

ANTIMO MARTINO (Coach Fortitudo Kigili Bologna): “È stata una partita tirata, che ci ha costretto a giocare un overtime, ma credo di poter dire che abbiamo meritato di vincerla. Siamo scesi in campo e abbiamo fatto la partita che avevamo immaginato, con lo spirito giusto per dimostrare a noi stessi che siamo vivi e che abbiamo le qualità anzitutto morali per giocarcela fino alla fine. Questo è il risultato più importante da portarsi a casa ovviamente oltre ai due punti fondamentali. Abbiamo giocato bene, soprattutto la nostra zona è riuscita a mettere in difficoltà gli avversari, non siamo riusciti a chiuderla nei quaranta minuti ma nel supplementare abbiamo messo in campo grande voglia e lucidità”.

MASSIMILIANO MENETTI (Coach Nutribullet Treviso Basket): “Sono veramente dispiaciuto perchè finalmente tornavamo a giocare davanti a tanta gente al palazzetto che ci ha sorretto e spinto fino alla fine anche nei momenti di grande difficoltà. Non siamo riusciti a vincere una partita che sapevamo essere molto importante e difficile, quando hai tante assenze per infortuni come la Fortitudo oggi i giocatori scendono in campo più tranquilli e con la mente leggera e riescono quindi a metterti in difficoltà anche se hanno faticato per tutto il campionato. Non posso non fare i complimenti a Procida che ha giocato la sua miglior partita dell’anno anche con qualche colpa della nostra difesa. Il campionato è difficile ma non voglio assolutamente fare dei drammi, dobbiamo aver fiducia in quello che stiamo facendo perchè abbiamo lavorato con grande voglia e energia in queste due settimane, potevamo vincere con quell’ultimo possesso di Sims e siamo anche stati un po’ sfortunati in alcuni episodi. La verità però è che non siamo mai riusciti ad azzannare la partita anche nel nostro momento migliore sul +4 e abbiamo faticato fin dall’inizio. La partita di Coppa fra meno di 48 ore ci permetterà di continuare a lavorare per arrivare la prossima domenica con la massima fiducia in un campionato equilibrato in cui tutti possono vincere con tutti”.

Commenta
(Visited 78 times, 1 visits today)

About The Author

Massimo Furlani Nato a Trento nel 1998, laureato in Studi Internazionali e aspirante giornalista. Malato del basket tanto italiano quanto americano, Dwyane Wade e Steve Nash gli idoli.