Green Basket Palermo, al PalaMangano passa Cremona

Non riesce l’impresa al Green Basket Palermo, che esce sconfitto dalla sfida del PalaMangano contro la Ju. Vi. Ferraroni Cremona. Finisce 66-88 in favore della formazione lombarda, che si conferma in piena zona playoff, mentre per i siciliani la strada verso i playout si complica ulteriormente, costringendo i ragazzi di coach Verderosa a tre vittorie nelle ultime giornate del torneo, sperando in risultati favorevoli provenienti dagli altri campi. La strada dei biancoverdi si incrocerà, domenica, sul parquet della terza forza del campionato, Vigevano, complicando ulteriormente il cammino dei siciliani.

Martino sblocca il punteggio sul tabellone per i palermitani, seguito dalla tripla di Guerra per il 5-0. Ben Salem approfitta di un buco tra le maglie della difesa ospite per allungare il break fino al 7-0, interrotto dall’appoggio di Antrops che firma i primi punti della serata lombarda: Cremona che torna subito in partita con le triple di Antrops e Mercante per l’8-8, ed è lo stesso Antrops (8 punti per lui in 4’) a concretizzare il primo vantaggio per la formazione ospite, con altri 5 punti di fila che costringono coach Verderosa al time-out sull’8-14. Attacco Green bloccato per diversi minuti, che si sblocca con i liberi di capitan Lombardo del -4, che con quattro punti di fila prova a dare la scossa ai suoi compagni. Anche Gentili dalla lunetta, ricuce parzialmente il precedente strappo ospite fino al -7, che Klyuchkyk sistema sul 14-25 dopo 10’ di gioco.

Milovanovic apre il secondo quarto con una penetrazione, piazzando successivamente la tripla del +15: Guerra dall’arco risponde presente, ma Cremona prende il largo e con Vacchetti sale sul +16. Un antisportivo fischiato ad Antrops su Polselli non cambia però l’inerzia del match, perché il veterano giocatore di Cremona prima l’ennesima tripla mortifera di serata che ricaccia indietro i siciliani, che con i liberi di Milovanovic scivolano sul -18. Lombardo dalla distanza, con la sua mattonella, scuote i suoi, ma Varaschin trova l’appoggio del +21 a 2’ dall’intervallo. Cremona può sfruttare le rotazioni decisamente più ampie rispetto all’organico di coach Verderosa, falcidiato dagli infortuni (biancoverdi senza Caridi e Martino, quest’ultimo fermato da un problema alla spalla nel corso del match odierno, e Bedetti assenti per problemi familiari), e alla pausa lunga conduce 27-49.

Pronti via nella ripresa ed è parziale di 0-5 per Cremona con la tripla di Masciarelli e i punti di Varaschin. Reazione Green con capitan Lombardo con il canestro con libero supplementare realizzato per il -23, ed è lo stesso n.14 biancoverde che prova a dare l’ennesima scossa ai suoi compagni con altre due triple in successione. Cremona non molla la presa e tiene a distanza i siciliani con Masciarelli e Antrops. Mercante con spazio firma dall’arco il +28 per i lombardi a 2’ dalla fine del terzo periodo che di fatto chiude con ampio anticipo la contesa, con la formazione ospite che ne approfitta per dare ancora più spazio ai giovani presenti nella rosa di coach Crotti, mentre coach Verderosa prova a scuotere i suoi ragazzi con un time-out.

Tripla di Gentili ad aprire l’ultimo parziale del Green, con Polselli in appoggio solitario per il -23. Ancora il giovane classe ’01 romano fa valere la propria fisicità sotto canestro, così come capitan Lombardo che con una gran penetrazione si prende di forza altri 2 punti. Green che nel finale ci mette tutto l’orgoglio di chi non vuole lasciare nulla di intentato e accorcia parzialmente le distanze, con i punti di Gentili, Drigo e Moltrasio, risalendo fino al -17. Realizzazioni che però non bastano a colmare l’enorme divario scavato dai lombardi nel corso dei parziali precedenti, con Cremona che si prende i due punti in classifica.

Green Basket Palermo – Ferraroni Juvi Cremona 1952 66-88 (14-25, 13-24, 13-20, 26-19)

Green Basket Palermo: Giuseppe Lombardo 20 (4/8, 3/8), Samuele Polselli 9 (4/9, 0/2), Iheb Ben salem 7 (2/6, 0/0), Filippo Guerra 7 (2/2, 1/3), Mirko Gentili 7 (1/3, 1/3), Davide Drigo 5 (2/4, 0/2), Diego Martino 4 (0/1, 1/2), Giacomo Tosti 4 (2/6, 0/0), Vittorio Moltrasio 3 (0/2, 1/2), Matias Di Marco 0 (0/0, 0/2)

Tiri liberi: 11 / 14 – Rimbalzi: 26 3 + 23 (Samuele Polselli, Giacomo Tosti 5) – Assist: 14 (Matias Di Marco 7)

Ferraroni Juvi Cremona 1952: Marko Milovanovikj 21 (5/5, 3/6), Gints Antrops 16 (3/5, 3/4), Dimitri Klyuchnyk 13 (4/9, 0/1), Jacopo Mercante 10 (1/3, 2/4), Lorenzo Varaschin 8 (4/7, 0/0), Dario Masciarelli 6 (3/7, 0/0), Elvis Vacchelli 5 (1/3, 1/3), Niccolò Giulietti 4 (2/2, 0/0), Giacomo Bonavida 3 (0/3, 1/3), Gabriele Crescenzi 2 (1/1, 0/1), Mohamed Toure 0 (0/3, 0/2), Marco Bona 0 (0/0, 0/0)

Tiri liberi: 10 / 13 – Rimbalzi: 40 9 + 31 (Lorenzo Varaschin 8) – Assist: 14 (Gints Antrops 5)

Commenta
(Visited 17 times, 1 visits today)

About The Author

Gennaro Dimonte Nato a Barletta nel 1994. Prossimo alla laurea in Scienze della Comunicazione e aspirante giornalista. Si divide tra la palla a spicchi e il calcio, con i miti di Carmelo Anthony e Del Piero nel cuore. Grande appassionato di NBA, spera di rivedere i suoi Knicks tra le grandi.