Green Basket Palermo, al PalaMangano arriva Ragusa

Inedito match calendarizzato di martedì pomeriggio per il Green Basket, che nell’anticipo della 5° giornata del campionato di Serie B ospita al PalaMangano la Virtus Ragusa, il primo impegno di due sfide consecutive sul parquet di casa (domenica i siciliani riceveranno Bologna).

Per i biancoverdi si tratta del terzo derby di campionato giocato tra le mura amiche (escludendo le partite valide per la Supercoppa): il bilancio, nei due precedenti appuntamenti, è in perfetta parità, con la sconfitta all’esordio con Agrigento e la vittoria pre-natalizia contro Torrenova. I ragazzi di coach Mazzetti hanno lavorato duramente in settimana per confermare i progressi visti nelle ultime uscite e con la determinazione di bissare l’exploit dell’ultima sfida tra le due squadre, proprio quel match di Supercoppa ad ottobre che ha visto i palermitani espugnare il PalaPadua.

Di fronte però ci sarà un avversario sicuramente da rispettare e non sottovalutare, con un bilancio di 2 vittorie e altrettante sconfitte finora: la formazione di coach Bocchino ha aperto una striscia di due successi di fila, entrambi casalinghi, contro due corazzate come Bernareggio e Agrigento e venderà cara la pelle. Da tenere d’occhio, su tutti, l’ala Mastroianni, top scorer degli iblei e trascinatore dei biancoazzurri nelle ultime uscite.

“Veniamo da due settimane di duro lavoro – l’ala biancoverde Iheb Ben Salem presenta così il match di domani -, intenso e fisico ma anche molto tattico. Per battere Ragusa servirà determinazione, fisicità e aggressività, saranno queste le chiavi del match. Stiamo perfezionando il lavoro tattico, ci aspetterà una grande partita. Un derby è sempre un derby, e i derby vanno vinti”.

Palla a due prevista per le 18, arbitreranno Adriano Fiore di Casal Velino (SA) Danilo Correale di Atripalda (AV). Verranno comunicate nelle prossime ore le modalità per assistere alla partita.

Commenta
(Visited 30 times, 1 visits today)

About The Author

Gennaro Dimonte Nato a Barletta nel 1994. Prossimo alla laurea in Scienze della Comunicazione e aspirante giornalista. Si divide tra la palla a spicchi e il calcio, con i miti di Carmelo Anthony e Del Piero nel cuore. Grande appassionato di NBA, spera di rivedere i suoi Knicks tra le grandi.