Messina: "Gara contro l'Olympiacos da approcciare con umiltà"

L’EuroLeague riprende e l’Olimpia affronta subito una trasferta del massimo livello di difficoltà al Pireo. L’Olympiacos è 10-1 in casa e nella gara di andata ha battuto l’Olimpia con 21 punti di scarto. In classifica, l’Olimpia è terza e l’Olympiacos è quarta. Milano ha tre vittorie in più, ma l’Olympiacos ha giocato una partita in meno. È una gara cruciale per ragioni di classifica. L’Olimpia ha vinto le ultime cinque trasferte, record di club in EuroLeague (lo scorso anno ne vinse quattro di fila), ma gioca su uno dei campi più difficili, cifre alla mano, d’Europa. L’Olympiacos è seconda nel tiro da due con il 56.4%, ma Milano tiene gli avversari al 50.4%, il che significa che questo aspetto della gara sarà decisivo. Nella partita di andata l’Olympiacos realizzò 18 triple, l’Olimpia normalmente tiene gli avversari al 33.3% dall’arco e anche questo è un dato fondamentale. Per l’Olimpia si apre un ciclo di tre trasferte nelle prossime quattro gare, ma in generale dovrà giocarne sei nelle ultime 10 partite. Nel frattempo, con 17 vittorie, si è già assicurata il 50% di successi in stagione regolare. Con il nuovo formato, era capitato solo l’anno passato quando arrivò a quota 21. Ambedue le squadre hanno vinto nel weekend le rispettive coppe nazionali, con l’Olympiacos che si è imposta sul Panathinaikos in rimonta nell’ultimo quarto.

NOTE – Si gioca giovedì 24 febbraio alle 20.45 ad Atene (diretta su Sky Sport Arena, Eleven Sports).

COACH ETTORE MESSINA – “Sappiamo di dover affrontare una squadra eccellente che come sempre Coach Bartozkas manderà in campo molto ben preparata. Conosciamo perfettamente il loro valore, perché nella partita di Milano ci ha distrutto in tutti gli aspetti del gioco. Ambedue le squadre vengono dalla conquista delle rispettive coppe nazionali e vorranno prolungare il buon momento. Noi approcceremo la partita con grande umiltà: sarà fondamentale la difesa sul loro movimento e sul loro pick and roll, ma soprattutto attaccare con equilibrio contro la loro difesa con i cambi”.

NICOLO’ MELLI – “Ci aspetta una partita molto difficile contro una delle squadre che stanno giocando meglio in questa stagione. Il loro campo è storicamente uno dei più solidi e l’Olympiacos nella partita di andata a Milano ci ha battuto pesantemente. Quindi, vorremmo provare a fare molto meglio in questa trasferta, tentando di cavalcare il buon momento di fiducia che abbiamo costruito durante la stagione”.

L’OLYMPIACOS PIREO – L’Olympiacos ha costruito la propria classifica proteggendo il fattore campo: al Pireo, è 10-1, unica sconfitta maturata contro la Stella Rossa. Come quasi tutte le squadre di EuroLeague, ha attraversato un momento difficile quando ha perso quattro gare consecutive, tanto che nelle ultime 10 il suo record è 5-5, ma poi ha vinto le ultime prime della pausa, prima a Vitoria e poi in casa contro l’Efes con canestro vincente di Kostas Sloukas dall’angolo. Il quintetto non è in discussione: per l’Olympiacos partono Thomas Walkup in regia (6.1 punti, 2.9 assist di media, 57.7% da due), Tyler Dorsey da guardia (13.4 punti, primo realizzatore di squadra, 40.9% nel tiro da tre), Kostas Papanikolau (6.3 punti per gara, 57.1% da due) e Sasha Vezenkov (12.8 punti, 5.7 rimbalzi di media, 63.0% da due, 39.6% da tre) come ali, infine Moustapha Fall (8.0 punti, 4.9 rimbalzi per gara, 66.1% da due) come centro. Kostas Sloukas, uno dei più grandi playmaker della competizione nell’ultimo decennio, parte dalla panchina, gioca 24.1 minuti per gara, producendo 11.4 punti e 4.3 assist di media. Altri quattro giocatori sono importanti, uscendo dalla panchina: la guardia-ala Shaquielle McKissic (6.1 punti, 56.1% da due), la guardia Giannoulis Larentzakis (5.9 punti di media, decisivo con 18 nella partita di Milano), l’ala Livio Jean-Charles (3.8 punti, 58.7% da due) e il centro Hassan Martin (4.2 punti, 3.3 rimbalzi per gara). A questi va aggiunto il veterano Georgios Printezis, utilizzato 11 minuti per gara con 4.4 punti. È un altro giocatore storico di questa squadra e questa competizione.

I PRECEDENTI VS. OLYMPIACOS – Sono 22 i precedenti tra queste due squadre in EuroLeague. L’Olimpia ha vinto sette volte e perso 15. Al Pireo il bilancio è 9-2 per l’Olympiacos, incluso l’86-75 della partita di andata della scorsa stagione con 16 punti di Aaron Harrison e Georgios Printezis, mentre nell’Olimpia ci furono 18 punti di Sergio Rodriguez e 16 di Michael Roll. Nella gara di andata, l’Olympiacos ha vinto 93-72 con 18 punti di Giannoulis Larentzakis. Nell’Olimpia ne segnò 26 Shavon Shields. Ad Atene, Milano vinse il 6 marzo 2014, 88-86, canestro risolutivo di Keith Langford che ebbe 20 punti in quella gara. La seconda vittoria risale alla partita di andata della stagione 2018/19, in cui l’Olimpia vinse con un clamoroso 99-75, la più ampia vittoria esterna di Milano nella storia dell’EuroLeague. Ci furono 22 punti di Mike James, 20 di Nemanja Nedovic e 19 di Vlado Micov. In casa, l’Olimpia ha vinto il 29 gennaio 2009, 76-74, top scorer Luca Vitali con 15 punti; nella stagione 2013/14, quando l’Olimpia vinse 81-51 a Milano con 29 punti di Keith Langford; nella stagione 2015/16 in cui vinse in rimonta a Milano 99-83 con 15 punti e sei rimbalzi di Davide Pascolo; nella stagione 2018/19, 66-57 con 27 punti di Mike James e 13 di Vlado Micov; e la passata stagione in cui vinse 90-70 con 27 punti di Kevin Punter, 16 di Malcolm Delaney e 14 di Sergio Rodriguez. Esistono due gare precedenti l’esistenza della EuroLeague. Nel 1996/97, l’Olympiacos vinse in casa 87-84; l’Olimpia vinse a Milano 73-71. Contando questi il bilancio è 16-8 per la squadra greca.

LA OLYMPIACOS CONNECTION – Christos Stavropoulos, general manager dell’Olimpia Milano, è stato per 19 anni all’Olympiacos vincendo tra le altre cose due volte l’EuroLeague. In tutte e due le vittorie era presente Kyle Hines che ha giocato due anni all’Olympiacos prima di passare al CSKA Mosca. In due anni all’Olympiacos, Hines ha giocato 53 partite di EuroLeague segnando 503 punti e catturando 286 rimbalzi. Il coach dell’Olympiacos, Georgios Bartzokas, ha allenato la stessa squadra sempre con Stavropoulos. Kostas Sloukas ha vinto l’EuroLeague al Fenerbahce giocando con Gigi Datome; nella stessa squadra ha avuto come compagno di squadra per due anni Nicolò Melli. Coach Bartzokas ha anche allenato Malcolm Delaney alla Lokomotiv Kuban.

GAME NOTES –Nicolò Melli, 24 gare su 24 in quintetto, 21 rimbalzi totali nelle ultime due uscite, è il quinto rimbalzista difensivo di EuroLeague con 4.5 di media, ottavo assoluto con 6.0. Con i 10 rimbalzi catturati a Kaunas ha superato i 400 in maglia Olimpia in EuroLeague. Adesso è 17° di sempre, ad un rimbalzo da Mike Batiste (1.117 contro 1.116). E’ diventato anche il 10° rimbalzi difensivo della storia con 841, due in meno di David Andersen che è nono. Malcolm Delaney ha superato i 500 punti in maglia Olimpia a Belgrado, adesso ne ha 555. Nelle ultime cinque vittorie in trasferta dell’Olimpia, Malcolm Delaney ha segnato 70 punti, 14.0 punti per gara, con un high di 20 a Kaunas, e 14/28 da tre. Tre volte ha segnato almeno quattro triple. Kaleb Tarczewski è a meno sette canestri da quota 300 e a meno sei rimbalzi da quota 600, tutto sia in maglia Olimpia che in assoluto.

IL DUELLO – In questa gara sono in campo il primo e il secondo di sempre per canestri da due punti segnati nella storia. Georgios Printezis è il leader con 1.186, Kyle Hines è secondo con 1.171. Per quanto riguarda Hines, si trova anche a 12 rimbalzi dai 1.600 in carriera e a 15 dal terzo posto di sempre occupato attualmente da Ioannis Bourousis.

 

Comunicato a cura di: Ufficio Stampa AX Armani Exchange Olimpia Milano

Commenta
(Visited 50 times, 1 visits today)

About The Author

Massimo Furlani Nato a Trento nel 1998, laureato in Studi Internazionali e aspirante giornalista. Malato del basket tanto italiano quanto americano, Dwyane Wade e Steve Nash gli idoli.