Milano non può celebrare oltre, c'è subito il Panathinaikos. Messina: "Energia e rimbalzi"

Il decimo doppio turno stagionale l’Olimpia lo completa ad Atene contro il Panathinaikos, ma con il morale alto per la qualificazione ai playoff centrata con due giornate di anticipo, la prima dal 2014, raggiunta assieme ad altre quattro squadre, Barcellona, CSKA Mosca, Anadolu Efes, che l’Olimpia affronterà nel turno conclusivo al Mediolanum Forum, e Fenerbahce. Ad OAKA si gioca giovedì 1 aprile (ore 20.00 italiane, diretta su Eurosport Player) per migliorare la posizione in classifica e il numero di vittorie stagionali. E’ un campo sul quale l’Olimpia ha vinto nelle sue ultime due apparizioni. Si tratta anche l’ultima trasferta della regular season europea. Il bilancio attuale è 10-6. Il Panathinaikos è eliminato dalla corsa ai playoff, ma dovrebbe recuperare Nemanja Nedovic e, come la Stella Rossa, era stato capace di vincere a Milano la partita di andata, rispetto alla quale ha tra l’altro aggiunto Mario Hezonja al roster.

COACH ETTORE MESSINA – “Ci siamo goduti la vittoria di Belgrado che ci ha qualificato per i playoff, ma sfortunatamente non c’è altro tempo per celebrare perché ci attende subito un’altra partita difficile, importante per determinare la nostra posizione nella griglia dei playoff. Attaccare i loro cambi difensivi e i rimbalzi saranno le chiavi per poter battere il Panathinaikos, assieme al recupero delle energie che dovranno essere del livello adeguato alla difficoltà dell’impegno”.

RICCARDO MORASCHINI – “Siamo contenti di aver raggiunto i playoff in anticipo, ma abbiamo ancora tanto lavoro da fare a cominciare da questa partita ad Atene contro una squadra che ci ha già battuto, molto fisica e con le qualità per metterci in difficoltà. Dovremo giocare con attenzione e intensità per 40 minuti”. […]”.

Fonte: ufficio stampa Olimpia Milano

Commenta
(Visited 21 times, 1 visits today)

About The Author

Enrico Pecci Classe ’96, proveniente da quel favoloso luogo chiamato Marche (provare per credere), studente di Scienze della Comunicazione ed appassionato di calcio quanto di basket. Collaboratore per nba24.it e tuttobasket.net, sognando un futuro in cui scrivere di sport, basket e calcio in particolare, sia un lavoro oltre che una passione. Appassionato di basket sin dai primi passi mossi nel parquet dal Re, King LeBron James. #IPromise.