Napoli, Kaiser Gates lascia la squadra: al suo posto ecco Emmitt Williams

Sono state ore concitate per il mercato della Gevi Napoli Basket. Questa mattina infatti la società partenopea ha dichiarato tramite il proprio ufficio stampa che, senza alcun permesso, l’ala Kaiser Gates ha deciso di venire meno all’accordo raggiunto nelle scorse settimane con la squadra, non rispondendo alla convocazione per provare a trovare un posto nel roster di una franchigia NBA:

La Gevi Napoli Basket rende noto che il giocatore americano Kaiser Gates, dopo aver nei giorni scorsi regolarmente sottoscritto un contratto professionistico con la società azzurra per la prossima stagione 2022/2023, ha comunicato, attraverso i suoi procuratori, per le vie brevi prima, e non rispondendo alla convocazione poi, di non voler rispettare l’impegno formalmente assunto, e di non venire a giocare a Napoli, in virtù di un asserito interesse manifestato nei propri confronti da franchigia NBA.

La Gevi Napoli Basket nel prendere atto della unilaterale ed illegittima presa di posizione del giocatore americano Kaiser Gates, e dei suoi procuratori, avendo ricevuto un evidente e grave danno sportivo e di immagine, intraprenderà nei confronti dell’atleta Kaiser Gates, tutte le opportune azioni a tutela della propria immagine e dei propri diritti.

 

Sono passate poche ore tuttavia prima che la Gevi annunciasse prontamente il sostituto, ovvero Emmitt Williams, proveniente da alcune stagioni in G-League. Questo il comunicato di benvenuto della società per il nuovo giocatore:

La Gevi Napoli Basket comunica di aver ingaggiato l’atleta americano Emmitt Williams per la stagione 2022/2023.

Nato a Fort Myers, Florida, il 15 settembre 1998, Williams è un’ala di 201 centimetri per 104 Kg di peso. Nella carriera liceale, Williams è protagonista di ottime prestazioni con l’OAK Ridge di Orlando. Nel Jordan Brand Classic, prestigiosa sfida tra i migliori giocatori delle High School Americane, gioca una clamorosa partita da 44 punti (22/23 dal campo), superando il record di punti segnati nella storia del trofeo di Lebron James, e ottenendo il titolo di MVP.

Prodotto dell’Università di Louisana State, dove gioca con i Tigers, nel suo debutto, stagione 2018-2019, disputa un torneo da 7 punti e 5.4 assist per partita. Nel campionato successivo Williams chiude a 13.3 punti di media e 6.6 rimbalzi in 31 partite disputate. Nel 2020-2021, il nuovo giocatore della Gevi gioca in G-League con gli Agua Caliente Clippers, 4.2 punti e 4.2 rimbalzi. Nella stagione appena terminata Williams milita ancora negli Agua Caliente Clippers, 7.6 punti e 4.7 rimbalzi.

Ecco le dichiarazioni di Coach Maurizio Buscaglia:

“Sono molto contento dell’arrivo di Emmitt perché è un giocatore che abbiamo seguito ed iniziato a seguire in prospettiva. Poi si sono create le condizioni per averlo prima, e mi fa molto piacere. È un ragazzo che ovviamente dovrà fare esperienza perché è alla sua prima volta ad affrontare un certo tipo di mondo e di percorso, ma è molto motivato. Emmitt ha anche le caratteristiche giuste per il nostro team, e non era facile visto quello che è accaduto. Ringrazio molto la società, ed il direttore sportivo Bolognesi per come ci siamo immediatamente attivati rispondendo prontamente alla problematica avvenuta. Un forte benvenuto ad Emmitt perché è un ragazzo che ha grande voglia di emergere, che vuole ritagliarsi una carriera, e sono molto contento che abbia scelto Napoli come primo step del suo percorso professionale”

Ecco le dichiarazioni del D.S. Alessandro Bolognesi:
“Williams è un giocatore di grande energia e fisicità. Ha accettato la nostra proposta con grande carica, mostrandosi molto motivato per giocarsi le sue chance in Europa. Aggiungiamo un giocatore che ci darà una grandissima mano in difesa e a rimbalzo. Corre molto bene il campo, nostra prerogativa. Inoltre, negli ultimi anni, ha migliorato notevolmente il suo tiro da fuori.”

Commenta
(Visited 50 times, 1 visits today)

About The Author

Massimo Furlani Nato a Trento nel 1998, laureato in Studi Internazionali e aspirante giornalista. Malato del basket tanto italiano quanto americano, Dwyane Wade e Steve Nash gli idoli.