La Paffoni vince con Cecina, Andreazza: "Non siamo belli, ma tosti e duri a morire"

“La Paffoni Fulgor Basket guida per 40′, ma non riesce mai a chiudere definitivamente i conti. Prandin e compagni partono forte, nel secondo periodo allungano sino al +14, ma poi Cecina rientra con l’ottimo Bartoli. Nella ripresa i toscani restano a contatto, arrivano al -3, ma la Paffoni risponde sempre presente e, anche in una serata con percentuali al tiro non brillantissime, arriva un importante successo sul 70 a 63. Domenica a San Miniato i rossoverdi concluderanno la regular season.

Coach Andreazza commenta a fine gara: “Sapevo che sarebbe stata una partita del genere. Cecina è tosta, con un allenatore che conosce la pallacanestro e sa plasmare le sue squadre: se non ci fosse stato il Covid, avrebbero fatto i play off al 100%. Ecco perchè questi due punti me li tengo stretti: non siamo stati bellissimi, forse non lo saremo mai, ma siamo tosti e duri a morire. Voglio dire bravi ai miei ragazzi, allo staff, alla società ed all’ambiente: il 20 dicembre, dopo il pesante ko con Faenza, immagino che nessuno potesse pensare che ci saremmo giocati il terzo posto nell’ultima partita a San Miniato. Da quel giorno, abbiamo perso solamente in tre occasioni: a Rimini dove non ci siamo presentati, con Piombino che quella sera faceva canestro anche dalla Nigoglia ed a Livorno dopo aver dominato il primo tempo, staccando la spina nella ripresa. Sono orgoglioso di essere l’allenatore della Fulgor: ora comincia il bello e abbiamo le carte in regola per divertirci“.”.

Fonte: ufficio stampa Paffoni Fulgor Basket

Commenta
(Visited 14 times, 1 visits today)

About The Author

Enrico Pecci Classe ’96, proveniente da quel favoloso luogo chiamato Marche (provare per credere), studente di Scienze della Comunicazione ed appassionato di calcio quanto di basket. Collaboratore per nba24.it e tuttobasket.net, sognando un futuro in cui scrivere di sport, basket e calcio in particolare, sia un lavoro oltre che una passione. Appassionato di basket sin dai primi passi mossi nel parquet dal Re, King LeBron James. #IPromise.