Pavia, preoccupazione per l'infortunio di Corral

“Riso Scotti Pavia – Mamy.eu Oleggio 79-69 (26-19, 24-13, 15-11, 14-26)

Riso Scotti: Calzavara 12 (4/7, 0/2), Donadoni 18 (3/6, 3/5), Torgano 10 (2/4, 2/8), Sgobba 17 (6/7, 0/1), Corral 2 (1/1); Quartieri 4 (2/2, 0/3), Rajacic 14 (3/5, 2/2), Lebediev 2 (1/2), Birra (0/1, 0/3), Licari. Ne: Sorrentino. All. Ducarello

Mamy.Eu: De Ros 9 (1/4, 2/6), Giampieri 29 (5/8, 6/11), Negri 13 (2/5, 2/3), Giacomelli (0/1 da 3p), Riva 6 (3/9, 0/2); Toure 3 (1/3, 0/3), Del Debbio (0/3, 0/3), Colussa 9 (3/4, 1/2), Seck (0/1, 0/1), Palestra. Ne: Ballarin. All. Nava

Arbitri: Grappasonno e Giambuzzi

Primo tempo: 50-32. Tiri liberi: Riso Scotti 14/17, Mamy 6/11. Rimbalzi: Riso Scotti 45 (off. 6, Rajacic 10), Mamy 33 (off. 7, Colussa 7). Cinque falli: nessuno. Punti dalla panchina: Riso Scotti 20, Mamy 12. Massimo vantaggio: Riso Scotti +23 (63-40), Mamy +3 (0-3).

Sospesa tra euforia e rabbia. Questo è il tumulto interiore con cui tutta la Riso Scotti chiude il suo ultimo match di campionato sul parquet amico. Da un lato, l’ennesima vittoria netta, il convincente spettacolo offerto e la certezza aritmetica di essersi guadagnata il quinto posto del ranking per l’accesso ai playoff. Dall’altro, l’ennesimo problema fisico di una pietra angolare del roster come Diego Corral che, dopo quattro minuti di partita, si accomoda in panchina e viene fasciato al polpaccio. Sul PalaRavizza cala il gelo, il centro argentino ha già avuto problemi a quel muscolo, c’è evidente apprensione per l’esito degli esami strumentali che si terranno nel pomeriggio di martedì. Una vera disdetta, nella settimana in cui Gennaro Sorrentino tornerà ad aggregarsi ai compagni e potrebbe tornare in campo per qualche minuto domenica prossima con Omegna.

LA PARTITA. Oleggio lascia il nostro ex Toure in panca e sceglie il quintetto stazzato con Negri abbinato a due lunghi veri. Il capitano degli squali sfrutta il massiccio presidio dell’area scelto dai pavesi per mettere la tripla dell’unico vantaggio ospite (0-3) ma i pesi leggeri di casa Scotti vanno a nozze contro una squadra molto pesante. Un break di 9-0 a tutta transizione (triple per Donadoni e Torgano) rimette immediatamente il boccino in mano ai pavesi (12-6) e, dopo altri due minuti, arriva la prima sgasata (17-10, 5′) con Donadoni deciso a festeggiare il venticinquesimo compleanno con una prestazione da ricordare. Sgobba lavora da califfo in post basso, Quartieri e Rajacic danno impatto sostanzioso dalla panca per il progetto di fuga in chiusura di quarto (26-17). Giampieri tiene la Mamy in galleggiamento (28-22) ma le accelerazioni di Calzavara e un Rajacic mai così determinante (altra tripla e recupero) mandano la Riso Scotti a guadagnare il centro del ring (35-22, 15′). Il branco annusa l’odore del sangue e azzanna: anche con quintetti ultraleggeri ed atipici la triade Donadoni-Rajacic-Sgobba si prende l’attacco in spalla e Pavia, alla sosta lunga, è volata via (50-32), producendo spettacolo con ottime cifre dal campo (21/30 con 6/11 da tre) e una bella aggressività difensiva (vi raccomandiamo Quartieri che non spreca un pallone e difende come un ragazzino). Vista l’assenza di Corral e la necessità di centellinare le energie in una settimana complicata (ricordiamo che mercoledì si viaggerà a Livorno per recuperare il match con la Pielle), il margine ampio è molto gradito. Oleggio sembra l’antitesi dell’affamata Sangiorgese di una settimana fa: molle e poco reattiva dietro, arruffona e aggrappata al solo Giampieri in attacco (anche Toure stecca). Serve l’ultimo sforzo per poi gestire energie e allungare le rotazioni. Detto, fatto. Rajacic rimane in campo e ricambia la scelta di Ducarello raccattando rimbalzi (doppia doppia per il serbo che aggiunge 10 rimbalzi ai 14 punti) con clamorosa puntualità. Le percussioni di Calzavara e Donadoni fanno il resto, allargando la forbice fino alla dimensione di sicurezza (63-40, minuto 28′). Ok, il match è in ghiaccio e si può gestire. Minuti per Birra (12) e Lebediev (10) e ossigeno per i pretoriani. La mitragliatrice di Giampieri è sempre carica, gli squali riducono il gap nel garbage time (dal 74-54 è 5-15 negli ultimi tre giri di valzer), l’ottima cornice di pubblico ringrazia ad uno ad uno i ragazzi e il coach. Si finisce coi sorrisi, si parte con il countdown del responso medico su Corral. Superfluo rimarcare come dalla diagnosi dipenda molto del potenziale percorso che la Riso Scotti potrebbe mettere insieme nei playoff.  Non ci resta che attendere. Se la malasorte guardasse per una volta altrove nessuno si offenderebbe”.

Fonte: ufficio stampa Omnia Basket Pavia

Commenta
(Visited 131 times, 2 visits today)

About The Author

Enrico Pecci Classe ’96, proveniente da quel favoloso luogo chiamato Marche (provare per credere), studente di Scienze della Comunicazione ed appassionato di calcio quanto di basket. Collaboratore per nba24.it e tuttobasket.net, sognando un futuro in cui scrivere di sport, basket e calcio in particolare, sia un lavoro oltre che una passione. Appassionato di basket sin dai primi passi mossi nel parquet dal Re, King LeBron James. #IPromise.