Ragusa esce sconfitta, la finale di Supercoppa sarà Schio-Venezia

Ragusa perde il primo incontro ufficiale e lo fa al cospetto delle padrone di casa del Famila Schio, che si aggiudicano la seconda semifinale di Supercoppa e se la vedranno, domani sera, con la Reyer Venezia che ha superato Bologna nel primo incontro della final four. La squadra di coach Recupido era partita senza la propria play Mariella Santucci, rimasta a casa per una botta al ginocchio nell’ultima amichevole precampionato e senza l’ultima arrivata, Samantha Ostarello che non ha potuto essere della partita dal momento che la federazione spagnola non ha ancora mandato il nulla-osta, documento necessario per il tesseramento dell’atleta (devono arrivare anche le Wnba Awak Kuier e Ruthy Ebard, la prima che ha già terminato i propri impegni oltreoceano mentre la seconda è ancora impegnata con le Chicago Sky). Poco da raccontare della partita, che ha visto le ragusane con appena 6 giocatrici senior e con la giovane ragusana Francesca Bucchieri a fare da settima. Ragusa resiste in pratica 20 minuti, poi finisce benzina e ossigeno e allora le padrone di casa prendono il largo. Finisce 99-57 ma con coach Recupido che dà ampio spazio a tutte le giovani partite alla volta del Palaromare. Tra le biancoverdi, da segnalare le doppie cifre di Asia Taylor (19, e 11 rimbalzi), Nicole Romeo (15) e Marzia Tagliamento (11).

“Nei primi due quarti abbiamo tenuto botta nonostante la differenza di organico e stato di preparazione – commenta coach Gianni Recupido – abbiamo lottato tanto anche se non abbiamo ancora difeso come dobbiamo difendere, qualche numero di Nicole ci ha tenuto un po’ a galla, ma purtroppo c’è stato un approccio nel terzo quarto quanto mai deficitario, un po’ per la stanchezza, un po’ per le scarse rotazioni. Da quel momento in poi la partita ha avuto ben poco da dire. Diciamo che ci dobbiamo portare le cose buone che abbiamo fatto nella prima metà di gara, anche se in quei frangenti qualche errore non è mancato, e dobbiamo metterci a lavorare su quello che invece non è andato nella seconda metà. Speriamo di potere recuperare Santucci, che ha bisogno di qualche giorno di riposo, e contiamo di potere tesserare Ostarello in vista dell’esordio nell’Opening Day della prossima settimana”.

Commenta
(Visited 19 times, 1 visits today)

About The Author

Gennaro Dimonte Nato a Barletta nel 1994. Prossimo alla laurea in Scienze della Comunicazione e aspirante giornalista. Si divide tra la palla a spicchi e il calcio, con i miti di Carmelo Anthony e Del Piero nel cuore. Grande appassionato di NBA, spera di rivedere i suoi Knicks tra le grandi.