Reyer Venezia, De Raffaele: "A Roma dovremo fare molta attenzione"

Coach Walter De Raffaele ha presentato in videoconferenza stampa la partita tra Roma e Umana Reyer in programma domenica 8 novembre alle 16.30, diretta su Eurosport Player.

È un prepartita un po’ particolare, innanzitutto per presentare Roma, mi verrebbe da partire dalla grande vittoria che hanno fatto domenica scorsa a Brescia, in una situazione, come si legge, di difficoltà societaria. Credo che questo sia potuto avvenire soprattutto grazie all’abilità di chi lavora, il coaching staff nella figura di Piero Bucchi ma anche tutto il management, perché sono riusciti a ricompattarsi e andare a cogliere una vittoria importante. Roma può contare anche su giocatori di qualità e quindi sono quelle situazioni in cui, quando c’è questa compattezza, dovremo fare molta attenzione, perché si reclutano poi nuove energie e nuove motivazioni, visto che si cerca di fare sempre il meglio possibile.

Quindi è una partita per questo aspetto qui molto difficile, anche perché giocata fuori casa. Detto questo, oggi non faremo allenamento perché non ci sono abbastanza giocatori disponibili. Siamo rientrati dalla Russia con Mazzola che ha subito uno stiramento all’adduttore e quindi starà fuori per un po’, Watt non sappiamo quando rientrerà, Fotu ha riportato una distorsione e in questo momento la caviglia è molto gonfia, poi c’è sempre il problema di Vidmar e Daye e si è aggiunto un problema alla caviglia per Cerella. Domani partiremo, cercando di fare la conta dei giocatori: purtroppo è un momento così, difficile. Se devo guardare al bicchiere mezzo pieno, cerco di guardare alla partita condotta a Kazan con grande sacrificio: mi prendo certamente lo spirito di squadra e la disponibilità di tanti giocatori a dare il massimo”.

Dichiarazioni a cura di Ufficio Stampa Reyer.

Commenta
(Visited 38 times, 1 visits today)

About The Author

Gianluca Zippo Nato a Formia il 13/01/1988. Laureato in Giurisprudenza presso la Federico II di Napoli, già collaboratore e redattore per Teladoiolamerica.net e Road2sport.com, il calcio, l’NBA e la F1 sono la mia malattia, ma il mondo dello sport mi affascina a 360°.