Reyer Venezia, alle porte la sfida di Eurocup con il Lokomotiv Kuban

L’assistant coach orogranata Gianluca Tucci presenta ai nostri microfoni la partita di 7Days EuroCup in programma a Krasnodar mercoledì 9 ottobre alle 19.00 italiane (diretta su Eurosport Player): “Il Lokomotiv Kuban, insieme al Partizan Belgrado, è una delle accreditate per la vittoria della 7Days EuroCup ed è una delle squadre da battere del nostro girone. Kuban ha una taglia fisica media imponente, nei ruoli dal tre al cinque hanno tutti giocatori che superano i due metri ed è inoltre una squadra lunga. Sicuramente il primo impatto sulla gara sarà fisico, le nostre guardie saranno chiamate ad un extra sforzo in difesa, nel limitare le loro transizioni e nel non concedere rimbalzi offensivi: dobbiamo limitare il loro numero di extra possessi se vogliamo pareggiare il loro talento a metà campo“.

O’Bryant è il loro giocatore di spicco, ex NBA (scelto nel primo giro del draft) e l’anno scorso al Maccabi Tel Aviv, ha grande talento, è un quattro con tiro da fuori ma sa segnare in tanti modi” – continua Tucci – “Lokomotiv ha un attacco molto fisico che porta a giocare spalle a canestro anche i piccoli come Dekker (ex NBA) e Kalnietis. Anche a metà campo l’impatto fisico sarà decisivo. Ognuno di noi deve fare qualcosa in più, ma se è vero che gli ultimi risultati non sono stati positivi, siamo comunque in un momento in cui giochiamo bene e quindi siamo fiduciosi di poter fare una partita intensa e combattuta“.

Capitan Michael Bramos: “Dobbiamo scendere in campo con la stessa durezza mentale, intensità e difesa delle ultime due partite. Kuban è una grande squadra, anche loro hanno perso la prima partita e ci aspettiamo che giocheranno con grande aggressività. Sarà una partita difficile, ma giocando con la giusta intensità possiamo portare a casa la vittoria“.

Dichiarazioni a cura di Ufficio Stampa Reyer.

Commenta
(Visited 90 times, 1 visits today)

About The Author

Gianluca Zippo Nato a Formia il 13/01/1988. Laureato in Giurisprudenza presso la Federico II di Napoli, già collaboratore e redattore per Teladoiolamerica.net e Road2sport.com, il calcio, l’NBA e la F1 sono la mia malattia, ma il mondo dello sport mi affascina a 360°.