A Varese la battaglia dell'Enerxenia Arena. Cremona cade dopo due overtime

OPENJOBMETIS VARESE –VANOLI CREMONA 110-105 (2 t.s.)
Parziali : 21-18, 27-31, 19-15, 20-23, 8-8, 15-10.
Progressivi: 21-18, 48-49, 67-64, 87-87, 95-95, 110-105.
OPENJOBMETIS VARESE: Beane 27, Morse 6, Scola 30 (10 rimbalzi), De Nicolao ne, Jakovics 13, Ruzzier 5,  Strautins 6, De Vico 2, Ferrero 4, Douglas 17 (10 rimbalzi), Virginio e Van Velsen ne. All. Massimo Bulleri.
VANOLI CREMONA: Poeta  30, Mian 13, Lee, TJ Williams 4, J Williams 11 (13 rimbalzi), Hommes 22, Palmi 10,   Cournooh 15, Trunic e Donda ne. All. Paolo Galbiati.
Resta il tabù Varese per la Vanoli Cremona che, in 12 anni di serie A1, non è mai riuscita ad espugnare il PalaSport di Masnago, Varese. Anche in questa circostanza, i biancoblu hanno incontrato disco rosso. E’ stata una partita bellissima, carica di tensione ed adrenalina sino alla fine. Ci sono voluti ben due tempi supplementari per determinare la vittoria dei biancorossi di casa, con il punteggio di per 110-105. E’ stata una sfida estenuante ed alla fine ha prevalso chi ha avuto le ultimissime energie da utilizzare. Scola da una parte e Poeta dall’altra, i due “vecchietti” assoluti protagonisti della partita, entrambi con 30 punti personali a referto.  Per l’argentino 8 su 13 da 2 punti, 4 su 7 da 3 e 8 su 9 in lunetta; per “Peppe” 8 su 13 da 2, 2 su 7 da 3, 8 su 10 ai liberi.
Primo quarto: Cremona parte più determinata in attacco e si porta a più 8 al 5’, con Varese che “spara a salve” dalla lunghissima distanza. Un “time-out” chiesto da coach Bulleri da ottimi frutti. I locali, infatti, infilano grazie alla star Luis Scola un parziale di 12-0 per  l’15-11 all’8’. Opta per “il doppio cinque” sul parquet  il coach cremonese, con Lee e Jarvis Williams in formazione. I primi 10 minuti terminano sul 21-18 Varese.
Secondo Quarto: i padroni di casa allungano ulteriormente, con il solito Scola che fa valere esperienza (40 anni) e tecnica (33-29 al 15’). Cremona reagisce a sua volta con un altro contro break (33-34). Tre triple consecutive per i varesini conducono invece sul 42-34; a Scola risponde Hommes, ed una “bomba” a fil di sirena di Poeta fissa il punteggio all’intervallo 48-49. Da segnalare che Scola e Palmi gravati da tre falli.
Terzo Quarto: la Vanoli concede rimbalzi in attacco a Varese, ma si abbassano notevolmente le percentuali al tiro delle due contendenti. Bean tiene i suoi davanti, mentre Mian si distingue sia in attacco che in difesa. 67-64 al 30’, recita il tabellone.
Quarto Quarto: Toney Douglas (ex Nba) prova a prendere  in mano Varese, portandola sul 77-73. Mian commette tre falli di seguito e va in panchina con il quinto. Al 36’ siamo sul 78-75. Jakovics segna una  “tripla” importante (81-75), ma la Vanoli non molla e si porta in parità (81-81), con Poeta che è la star dei cremonesi. Una “doppietta” dei locali sembra chiudere il match. Sbaglia clamorosamente due tiri liberi Douglas; segna da tre in replica Cournooh per il sorpasso ma, a fil di sirena, Strautins, unico suo canestro del match,  rimanda il verdetto all’overtime (87-87).
1° Overtime: Nel prolungamento ecco il quinto fallo di Hommes; poi  “4 triple” di seguito mantengono in parità il punteggio. Vi sono errori da ambo le parti, sia in termini di palloni persi che al tiro, con i giocatori stanchi fisicamente. Al suonare della sirena siamo sul 95-95.
2° Overtime: E’ Bean a siglare da tre punti in apertura, e gli risponde il commovente Poeta, che sigla il suo “trentello”. Altra tripla di Bean, seguita da un’azione d’esperienza di Scola, che ha ancora un pochino di lucidità; tutto ciò frutta i 5 punti di margine ad 1’15” dalla fine. Palmi centra subito il canestro da tre a 30” dalla sirena, ma un fallo subito sotto canestro da Scola gli dà i due tiri dalla lunetta del successo.
Varese era carica per la vittoria nel recupero infrasettimanale contro Brindisi. Ora si è rimessa in piena corsa per la salvezza. La squadra biancorossa ha due gare in meno: la prima la giocherà mercoledì sera alle 20 contro la Germani Brescia e la prossima settimana quella contro la Fortitudo Bologna. Il campionato ora starà fermo circa tre settimane per le Final Eight di Coppa Italia di Milano e per le gare della nazionale azzurra di coach Sacchetti. I biancoazzurri riprenderanno il 28 al PalaRadi contro  la Dolomiti Energia Trento.
Articolo a cura di Marco Ravara.
Commenta
(Visited 18 times, 1 visits today)

About The Author

Gianluca Zippo Nato a Formia il 13/01/1988. Laureato in Giurisprudenza presso la Federico II di Napoli, già collaboratore e redattore per Teladoiolamerica.net e Road2sport.com, il calcio, l’NBA e la F1 sono la mia malattia, ma il mondo dello sport mi affascina a 360°.