Fortitudo Agrigento, al via i playoff contro l'Andrea Costa Imola

Dopo settimane travagliate e di lunga attesa finalmente sono arrivati i playoff per la Fortitudo Agrigento, prima in classifica da diversi mesi e aritmeticamente prima da quasi un mese. L’avversaria per i ragazzi di coach Catalani è la Andrea Costa Imola, ottava nel durissimo ed equilibrato girone C. La Fortitudo, dopo questi giorni complicati segnati dalla scomparsa del patron Salvatore Moncada e dalle assenze pesanti dell’ultimo match contro Cassino come Grande, Morici e Peterson, cerca di ritrovare la condizione ottimale ed arrivare al meglio per Gara 1 e Gara 2, entrambe al Palamoncada grazie alla posizione in classifica conquistata in questa regular season. Domenica alle ore 18 andrà in scena Gara 1 mentre martedì alle 20:30 il secondo round.

Dopo l’emozionante esordio di domenica, arriva il primo vero banco di prova per Lorenzo Ambrosin, tornato ad Agrigento con il sogno di riportarla in Serie A2. Coach Catalani ha affrontato una settimana molto complessa per la squadra dal punto di vista emotivo e fisico ma è pronto a dare battaglia ad Imola: “Iniziamo i nostri playoff affrontando l’Andrea Costa Imola, squadra dallo spiccato talento offensivo e un ottimo collettivo. Noi arriviamo a questo punto della stagione dopo una regular season di grande livello, ma adesso dovremo azzerare tutto ciò che abbiamo fatto, perché da ora in poi esiste solo quello che abbiamo davanti e non quello che abbiamo alle spalle. Ogni nostro sforzo mentale adesso è rivolto alla serie con Imola; sappiamo di avere di fronte un avversario pericoloso, con esterni dal grande estro e lunghi dinamici. Dovremo essere solidi dal primo minuto approcciando con grande attenzione ad una squadra che durante il campionato ha dimostrato di poter essere competitiva con tutti”.

 

Comunicato e dichiarazioni a cura di Ufficio Stampa Fortitudo Agrigento.

Commenta
(Visited 41 times, 1 visits today)

About The Author

Gianluca Zippo Nato a Formia il 13/01/1988. Laureato in Giurisprudenza presso la Federico II di Napoli, già collaboratore e redattore per Teladoiolamerica.net e Road2sport.com, il calcio, l’NBA e la F1 sono la mia malattia, ma il mondo dello sport mi affascina a 360°.