Supercoppa, seconda vittoria nel girone per il Green Basket Palermo

Secondo successo consecutivo nel girone per il Green Basket Palermo, che nella seconda giornata della LNP Supercoppa Centenario 2020 espugna il PalaPadua di Ragusa per 70-73. Gara intensa e molto combattuta, sia sul piano fisico che mentale, con i padroni di casa a vendere carissima la pelle: a decidere la maggiore esperienza dei palermitani nei momenti più delicati dell’incontro.

Pronti via ed è subito Caronna a sbloccare il punteggio, a cui replica Mastroianni; il lungo palermitano sfrutta una bella penetrazione di Guerra per firmare altri tre punti (appoggio con fallo subito e successivo libero realizzato). La risposta degli iblei non tarda arrivare con la tripla di Stefanini, poi è Mastroianni a firmare due triple di fila per il +6 che costringe coach Mazzetti a chiamare un prezioso time-out. Iurato fa +8, con il Green che prova ad ritrovare ritmo offensivo ancora sull’asse Guerra-Caronna, ed è dello stesso play la tripla che consente ai biancoverdi di accorciare sul -3. A 3’ dalla fine del quarto però un contropiede incassato costa caro ai palermitani, che commettono due falli antisportivi sulla stessa azione difensiva: 4/4 dalla lunetta di Salafia e Ragusa di nuovo sul +8. I padroni di casa volano sul +11, ma due marcature di fila di Gentili valgono il -7 dopo 10’.

Con la tripla di Mastroianni e l’appoggio di Ianelli Ragusa vola sul +13, costringendo ancora al time-out coach Mazzetti. Reazione immediata di Palermo che trova la retina con la bomba di capitan Lombardo, subito replicato da Boffelli per il -7. Anche André si iscrive a referto dall’arco, rispondendo al contropiede incassato e realizzato da Chessari, per il -6. Le tante palle perse fruttano diversi facili contropiedi trasformati per gli iblei, con Chessari che riporta in doppia cifra il vantaggio dei padroni di casa. Entrambe le squadre raggiungono presto il bonus di falli di squadra: di esperienza Palermo accorcia le distanze, commettendo meno falli in questa fase di gara e trasformando diverse volte dalla lunetta con Bedetti e Boffelli, con lo stesso Bedetti che in contropiede firma il -2. Stavolta il time-out obbligato è di coach Bocchino, ma un altro contropiede di Bedetti chiuso in schiacciata vale la parità a quota 37. Caronna da sotto il ferro riporta Palermo avanti dopo quasi 20’. Dalla lunetta Guerra e Caronna rimpolpano il vantaggio palermitano, e sul filo della sirena è lo stesso play ospite a realizzare in solitaria al termine di un’azione splendida per il 38-44 con cui si va all’intervallo.

Bedetti apre la ripresa con una penetrazione delle sue per il +8, che diventa più 10 ancora con il n°11 biancoverde. Ragusa non ci sta e con Stefanini dall’arco trova il -5, Guerra sistema la situazione con un gran coast-to-coast in contropiede e Caronna firma il +11. Gli iblei approfittano di un fallo tecnico sanzionato alla panchina palermitana per tornare sul -6, ma è l’ennesima tripla di serata, stavolta targata capitan Lombardo, a concedere ulteriore respiro ai biancoverdi. I padroni di casa registrano meglio la difesa sul finire del quarto e accorciano fino al -2, la splendida rovesciata spalle a canestro di Caronna chiude il periodo sul 53-57 per il Green.

Le due squadre si ribattono colpo su colpo: Stefanini punisce dall’arco, risponde Gentili con la stessa moneta dall’angolo. Il Green cerca di resistere sul doppio possesso di vantaggio, ma la tripla di Mastroianni e l’acrobazia di Ianelli riporta Ragusa su un pericolosissimo -1. Lo stesso Ianelli a firmare la parità a quota 66, ci pensa ancora Guerra dall’arco a punire la difesa di casa con una tripla fondamentale: senza Bedetti uscito per falli sono proprio i due creatori di gioco biancoverdi Gentili e Guerra a prendersi la squadra sulle spalle. Non basta per regalare un finale tranquillo al Green, perché la difesa ragusana chiude ogni spazio bloccando tutte le offensive ospiti. Il finale è ad alta tensione: Palermo gestisce l’ultimo possesso, ma sbaglia e consegna a Ragusa la chance del sorpasso clamorosamente fallita da sotto il ferro. Gentili si prende il fallo e dalla lunetta ne mette solo uno, poi i padroni di casa falliscono l’ultima occasione per rientrare sbagliato lo scarico sull’esterno. È l’autostrada che si apre verso il successo del Green, che domenica prossima si giocherà il passaggio agli ottavi di finale in casa della Moncada Agrigento.

 

TABELLINO

VIRTUS KLEB RAGUSA-GREEN BASKET PALERMO 70-73 (26-18, 12-26, 15-13, 17-16)

RAGUSA: Salafia 5, Chessari 13, Kitsing, Idrissou, Ianelli 9, Stefanini 13, Mastroianni 20, Ferlito ne, Iurato 10, Sorrentino ne, Di Natale ne, Canzonieri ne. Coach: Bocchino.

PALERMO: Gentili 12, Caronna 15, Boffelli 5, Lombardo 6, Ben Salem 1, Guerra 15, Bedetti 14, Drigo, Mazzarella ne, Nicosia, Andrè 5. Coach: Mazzetti.

ARBITRI: Luca Attard-Antonio Giunta.

Commenta
(Visited 37 times, 1 visits today)

About The Author

Gennaro Dimonte Nato a Barletta nel 1994. Prossimo alla laurea in Scienze della Comunicazione e aspirante giornalista. Si divide tra la palla a spicchi e il calcio, con i miti di Carmelo Anthony e Del Piero nel cuore. Grande appassionato di NBA, spera di rivedere i suoi Knicks tra le grandi.