Trento ospita Amburgo, Molin: "Vogliamo reagire e dimostrare di poter competere"

Dolomiti Energia Trentino (1-6) vs. Hamburg Towers (2-5)

Round 8 regular season 7DAYS EuroCup | BLM Group Arena, Trento

Mercoledì 22 dicembre 2021 ore 20.00 | Sky Sport Arena, Eleven Sports

Possibili quintetti

Trento
G – Diego Flaccadori, G – Wesley Saunders, F – Cameron Reynolds, F – Jordan Caroline, C – Johnathan Williams

Hamburg
G – Jayson Brown, G – Max di Leo, F – Caleb Homesley, F – Seth Hinrichs, C – Eddy Edigin

1) Sbloccarsi anche in coppa

La Dolomiti Energia Trentino vuole sfruttare l’entusiasmo e la consapevolezza del dopo partita contro Napoli per tornare a muovere la propria classifica di EuroCup: i bianconeri contro Amburgo domani sera giocheranno una partita davvero importante per la graduatoria del gruppo A e per le ambizioni di Playoff europei della formazione allenata da coach Lele Molin. Battere i tedeschi significherebbe rimettersi nelle otto che alla fine della regular season si giocheranno la coppa, mentre in caso di sconfitta i trentini si troverebbero lontani un paio di partite dall’ottavo posto, in vista del girone di ritorno.

2) Le parole di Wesley Saunders e coach Lele Molin

“Dobbiamo affrontare Amburgo – commenta coach Lele Molin – al meglio delle nostre possibilità, per fare meglio di fronte ai nostri tifosi rispetto all’ultima sfida di coppa contro Ankara che non ci ha soddisfatti sotto tanti punti di vista. Questa voglia di reagire deve darci orgoglio e determinazione, perché vogliamo dimostrare che anche nel contesto europeo possiamo dire la nostra e competere. Siamo rientrati da Napoli soddisfatti del risultato conseguito, ma anche con tante cose da migliorare e perfezionare, perché i margini di miglioramento della squadra sono ancora grandi. La partita con Amburgo deve darci conferme: affrontiamo una squadra che gioca un basket molto frizzante e aggressivo, con un attacco fluido e pulito che può generare tanti punti. La nostra difesa dovrà avere un impatto importante sulla partita se vogliamo riuscire a strappare la vittoria”.

“Per noi – riprende Wesley Saunders, guardia della Dolomiti Energia – è una partita molto importante,perché siamo in fondo alla classifica del nostro girone di coppa e vogliamo reagire, anche perché sappiamo di essere assolutamente noi i padroni del nostro destino. Amburgo è la squadra che ci precede in classifica, quindi vogliamo batterli per raggiungerli e per prendere ritmo e fiducia, per fare qualche risultato importante anche in EuroCup. Contro Napoli è stata una bella vittoria, non è mai facile in trasferta e su un campo poi caldo come il PalaBarbuto. Però siamo stati compatti, abbiamo giocato assieme per tutti i 40′ contando gli uni sugli altri. Il mio impatto? Nelle ultime settimane mi sento più a mio agio in campo, ho preso un po’ di ritmo e confidenza dal punto di vista fisico e del mio ruolo nella squadra. Sono stati fondamentali il sostegno e la fiducia dello staff tecnico e dei miei compagni”.

3) Amburgo

Gli Hamburg Towers sono reduci dalla loro miglior prestazione stagionale, uno show balistico offensivo che ha permesso ai tedeschi di avere la meglio addirittura sulla corazzata Lokomotiv Kuban, battuta in casa 100-82. A vestire i panni del trascinatore, dal punto di vista realizzativo, c’è Caleb Homesley, il terzo miglior marcatore di tutta la competizione ad oltre 19 punti di media. L’esterno USA è il riferimento offensivo di Amburgo non solo per le sue ottime percentuali dall’arco, ma anche per la sua capacità di coinvolgere i compagni (4,0 assist di media, il migliore tra i tedeschi nella statistica. La sua “spalla” principale è il piccolo ma letale play Jaylon Brown, 14 punti a partita con un massimo di 21 (5/7 da tre) realizzati proprio la scorsa settimana contro il “Loko”. Sotto le plance, a fare la voce grossa c’è il possente lungo Maik Kotsar, oltre 12 punti e quattro rimbalzi a partita. Non ci sono altri giocatori a disposizione del coach spagnolo Pedro Calles oltre la doppia cifra di media a referto, ma sono davvero tanti i giocatori che possono fornire un contributo determinante in attacco. Da Ray McCallum a Zach Brown, ma anche tra i teutonici come Justus Hollatz (promettente realizzatore classe 2001) e Lukas Meisner.

E’ la prima sfida assoluta tra le due formazioni.

Comunicato a cura di: Ufficio Stampa Aquila Basket Trento
Commenta
(Visited 27 times, 1 visits today)

About The Author

Massimo Furlani Nato a Trento nel 1998, laureato in Studi Internazionali e aspirante giornalista. Malato del basket tanto italiano quanto americano, Dwyane Wade e Steve Nash gli idoli.