Trento, Nardelli rinnova la fiducia alla squadra: "Nessuno in discussione"

Andrea Nardelli, attuale responsabile commerciale e dal 1° luglio nuovo direttore generale della Dolomiti Energia Trentino al posto di Salvatore Trainotti, ha fatto il punto della situazione sul “Corriere del Trentino”, dichiarando subito che non sono previsti cambiamenti di figure chiave alla guida della squadra: “Innanzitutto non c’è nessuno in discussione, in secondo luogo come società siamo ben presenti, vogliamo vincere e il quadro attuale non ci spaventa. Sapevamo che la stagione sarebbe stata complicata, il Covid ha inciso direttamente dentro e fuori dal campo ma nessun dramma”.

“Nessuno nel club e tra i componenti della squadra ha mollato di un solo centimetro”, prosegue Nardelli, “siamo tutti sul pezzo, ben allineati per tornare a gustare il sapore dei due punti possibilmente già da domenica prossima. A Molin ci lega un contratto molto lungo perché crediamo nel suo lavoro così come crediamo in quello che sta facendo il nostro direttore sportivo Rudy Gaddo. Se qualcuno pensa siano sotto osservazione è sulla cattiva strada. Proprio con loro due mi sto rapportando quotidianamente, tutte le scelte fatte sono assolutamente condivise”.

Infine, un obiettivo per il futuro a breve termine: “Lavorare a testa bassa senza spendere inutili energie fisiche e mentali su altri fronti, alla fine del campionato mancano 8 partite che per noi dovranno essere 8 finali scudetto. Sento dire che ora i ragazzi scendono in campo con la paura della vittoria e l’abitudine alla sconfitta, io non credo. È fisiologico che dopo tre mesi come quelli che stiamo vivendo la fiducia venga un po’ meno ma basterà vincere un match per ritrovarla. Non eravamo fenomeni quando lo scorso dicembre eravamo terzi, non siamo così scarsi ora”.

Comunicato a cura di: Sito Ufficiale Lega Basket Serie A

Commenta
(Visited 54 times, 1 visits today)

About The Author

Massimo Furlani Nato a Trento nel 1998, laureato in Studi Internazionali e aspirante giornalista. Malato del basket tanto italiano quanto americano, Dwyane Wade e Steve Nash gli idoli.