Un campionato come l'NBA, ecco la proposta delle squadre di C Gold

Le società di C Gold hanno presentato un’interessante proposta alla federazione. Sicuramente la volontà di riprendere è tanta e l’idea innovativa che hanno avuto alcune squadre si piazza insieme a tante altre sul tavolo della FIP. La nuova formula somiglia tanto al campionato NBA per alcuni aspetti. Ecco il testo completo della proposta:

La presente proposta ha quale intento principale quello di “fidelizzare” il più possibile ragazzi e ragazze che, a seguito dell’esito purtroppo infausto della stagione in corso, potrebbero pensare di abbandonare il basket avvicinandosi ad altre discipline, circostanza da non sottovalutare e che per il nostro mondo sportivo produrrebbe effetti destabilizzanti.

La rimodulazione su tre stagioni prevede una prima con 8 campionati, una seconda con 7 ed una terza attestata definitivamente su 6 categorie. Il passaggio graduale darebbe la possibilità concreta a TUTTI di disputare stagioni complete, aumentando addirittura le possibilità per i più giovani atleti di ultimare in maniera corretta tutte le annate con la possibilità, anche per la prossima, di far rientrare la classe 1999.

Tale riorganizzazione darebbe una forte spinta ed un grandissimo entusiasmo a tutto il movimento giovanile, circostanza della quale abbiamo enormemente bisogno.

Tale progetto si dovrebbe raffrontare con la situazione a livello nazionale, nella considerazione che alcune regioni, specie nel nord Italia, potrebbero avere tempi di ripresa diversi rispetto alle regioni del centro e del sud. Applicando tali regole infatti, ogni regione potrebbe partire autonomamente per disputare campionati con titoli identificati da specifiche qualifiche (gold – silver – bronze).

A seconda delle tempistiche delle altre regioni, per la categoria Gold potrebbe così determinarsi a fine stagione una classifica che consentirebbe di disputare una interzona (conference stile NBA) e perché no…. anche una finale nazionale, magari per ogni livello (gold-silver-bronze).

Tutto questo andrebbe a ricreare per tutte le classi di nascita un maggiore interesse ed una nuova voglia di riprendere proprio dalle giovanili, consentendo così anche alla FIP di disputare un maggior numero di campionati. Un modo concreto di ridare incentivo ad un movimento, che sia in termini sportivi che economici ha assoluta ed imprescindibile necessità di reinventarsi iniziative, promozioni ed organizzazione.

Commenta
(Visited 2695 times, 1 visits today)

About The Author

Martino Ruggiero Nato a Taranto, trasferito a Roma tre anni fa per inseguire il mio sogno e per studiare Giurisprudenza, 21 anni. Seguo qualsiasi sport da quando sono nato. Per la pallacanestro ho fatto il giocatore, l'allenatore e il telecronista ma i tasti più consumati del mio telecomando sono quelli che mi portano al calcio. Amante delle storie sportive, da raccontare, da leggere e da ascoltare. Appassionato di viaggi, non conosco un stato d'animo diverso dall'ottimismo.