Cremona travolge Pesaro 100-78: la cronaca della partita

VANOLI  CREMONA-CARPEGNA PROSCIUTTO PESARO 100-78
Parziali 24-16, 46-31, 73-53
VANOLI CREMONA: Poeta 16, Mian 23, Lee 9, Cournooh 12, TJ Williams 12, J Williams 7, Hommes 12, Barford 7,  Donda, Gallo.  All. Galbiati
CARPEGNA PROSCIUTTO PESARO: Drell 4, Filloy 8, Cain 9, J.Robinson 16, Tambone 13, Basso Serpilli Filipovity 15, Zanotti 9, Delfino 4. Basso, Serpilli, Mujakovic . All. Calbini-Pentucci
La Vanoli Cremona ha annichilito la Carpegna Prosciutto Pesaro battendola nettamente al PalaRadi 100-78. I marchigiani  che solitamente  praticano   un basket aggressivo, intenso, senza timore reverenziale, non hanno mai impensierito  i cremonesi. Tante scelte errate in attacco con idee confuse già dal primo quarto. Coach Repesa a casa per Covid, non si è certo divertito. Il sostituto Paolo Calbini   non è riuscito a spronare i suoi che, dopo  una buona settimana d’allenamento, hanno evidenziato a Cremona una prestazione molto negativa.   Cremona ha centrato 11 canestri da tre punti (su 20 tentativi) e Pesaro 7 su 31. 39  i rimbalzi difensivi contro i 23 degli avversari.
La Vuelle  con Robinson in regia,   costruisce attacchi per Cain  che si fa notare sotto canestro. Cremona trova uno strepitoso Fabio Mian che sigla 6 su 7 nei tiri da tre punti. 15-7 al 6’. Filipovity risponde con positive azioni 24-16 al 10’. Mian si “mette a disposizione “ della squadra e Poeta sovrasta  Zanotti . Questi, tuttavia,  in avanti serve bene Tambone e 32-27 al 15’. Da qui in poi Pesaro fatica molto ad andare a segno. Tanti rimbalzi in difesa per  i padroni di casa (21 all’intervallo e solo 11 per gli avversari). Una tripla di  Hommes  ed una fil di sirena di Poeta fissano il punteggio  46-31 all’intervallo. I marchigiani hanno centrato solo una canestro da tre punti su 13 tentativi ed il passivo accumulato sta praticamente qui.  Al rientro dagli spogliatoi i biancoblu controllano agevolmente la situazione, tirando sempre bene da tre punti 59-42 al 25’. E 73-53 al 30’. Bellissimi alley-oop di Poeta per Lee, schema perfettamente disegnato da coach Galbiati.  Nell’ultima frazione la Carpegna Prosciutto ha un sussulto con tre “triple” consecutive  77-64 al 33’ ma nulla di più. Per il sodalizio del presidente Aldo Vanoli si tratta di un successo estremamente importante ai fini del discorso salvezza, in virtù delle sorprendenti vittorie delle dirette concorrenti Varese e Trento contro due big del campionato Sassari e Milano.
Marco Ravara
Commenta
(Visited 15 times, 1 visits today)

About The Author

Enrico Pecci Classe ’96, proveniente da quel favoloso luogo chiamato Marche (provare per credere), studente di Scienze della Comunicazione ed appassionato di calcio quanto di basket. Collaboratore per nba24.it e tuttobasket.net, sognando un futuro in cui scrivere di sport, basket e calcio in particolare, sia un lavoro oltre che una passione. Appassionato di basket sin dai primi passi mossi nel parquet dal Re, King LeBron James. #IPromise.