Desio soffre contro il fanalino di coda Jesolo ma alla fine ha la meglio

DESIO – Brillantissima non lo è stata, vincente invece sì. La Rimadesio Aurora Desio aveva bisogno di tornare a muovere la classifica e lo ha fatto davanti al proprio pubblico imponendosi sul fanalino di coda (con Bernareggio) Secis Jesolo con il punteggio di 63-58. Per il roster di coach Gabriele Ghirelli, nonostante la situazione di classifica assai più favorevole, avere ragione dei veneziani non è stato propriamente semplice. Fino a dieci minuti dal termine, infatti, era la Secis ad avere il risultato dalla sua parte, poi, con uno scatto d’orgoglio, Mazzoleni e compagni l’hanno fatta loro. Punti tranquillità, con una strizzatina d’occhio alla zona playoff, in cassaforte e a quello soprattutto Desio guardava e guarda.
PRIMO QUARTO – La sfida risulta piuttosto tirata tanto che la Rimadesio resta avanti per 13-9 soprattutto con gli autografi realizzativi del suo bomber di punta Sirakov ma non riesce a scrollarsi di dosso i determinati ospiti a loro volta bravi a restare a contatto alla fine del primo quarto con una tripla di Rosada che vale il parziale di 13-12.
SECONDO QUARTO – Rosada dimostra il suo buono stato di forma e riporta Jesolo in quota, Desio risponde però con Giarelli, Molteni e Gallazzi riportandosi in quota. Jesolo appare comunque determinata a giocarsi le sue carte per cercare di portare a casa tre punti che varrebbero oro per sperare di uscire dalla sua situazione di classifica nera dipinta nel nero. I canestri di Rossi e Favaretto e di un Rosada che continua a dimostrare di essere in giornata di grazia la portano infatti al largo. Nonostante Desio avesse cercato di ricucire con Sirakov, il roster del lido veneziano conclude all’intervallo lungo con il vento a favore sottoforma del punteggio di 31-37.
TERZO QUARTO – Jesolo continua a tenere il piede schiacciato sull’acceleratore grazie a Malbasa e Rossi firmando il suo massimo vantaggio di dodici lunghezze: 31-43. Mazzoleni e Gallazzi in contropiede provano a riavvicinare la Rimadesio sul meno otto ma l’ex Unieuro Forli’ Bolpin consente agli ospiti di restare in quota con il punteggio di 40-45  vanificando i canestri di Gallazzi e Vangelov.
ULTIMO QUARTO – Desio si guarda bene dall’alzare bandiera bianca e il ritrovato Leone, Vangelov e Gallazzi, che alla fine si riveleranno i più prolifici, e Molteni la portano in corsia di sorpasso ed è il 53-45 a metà quarto. Jesolo prova a tornare a contatto con Rossi ma Vangelov, poi Mazzoleni, Gallazzi e Leone in serie portano Desio in definitiva fuga sul 63-58 dopo avere corso il rischio di una nuova debacle.
TABELLINO
RIMADESIO AURORA DESIO: Vangelov 16, Gallazzi 16, Sirakov 10,  Leone 7, Mazzoleni 5, Molteni 5, Giarelli 4, Ivanaj, Nasini, Trucchetti, Piarchak, Basso. Coach: Gabriele Ghirelli.
Tiri liberi: 2 su 6, rimbalzi 35 (Vangelov 10), assist 14 (Leone 6)
Vangelov in doppia doppia
SECIS JESOLO: Rossi 23, Rosada 12, Favaretto 10,  Malbasa 9, Quaglia 2, Bolpin 2,  Bovo, Busetto, Maestrello, Edraoui. Coach: Giovanni Teso.
Tiri liberi: 8 su 13, rimbalzi 37 (Rossi 11), assist 8 (Quaglia 3)
Rossi in doppia doppia
ARBITRI
Eugenio Roberti di Napoli e Marcello Manco di San Giorgio a Cremano (NA)
Commenta
(Visited 45 times, 1 visits today)

About The Author

Cristiano Comelli Sono nato a Milano il 12 gennaio 1970 e mi occupo di giornalismo da circa vent'anni sia di cronaca sia di sport. Ho cominciato con il quotidiano locale "La Prealpina" scrivendo di calcio e ciclismo, poi, sempre per il calcio, ho avviato una collaborazione con il quotidiano "Il Giorno" che dura tuttora. MIisono poi avvicinato al mondo del basket attraverso le collaborazioni con alcune testate on line ed eccomi qua, pronto a vivere la magia del basket insieme con gli amici di Tuttobasket.