Due punti pesanti per la Reyer, Tortona ko al Taliercio

Parziali: 13-13; 28-26; 56-39

Umana Reyer: Stone 8, Bramos 5, Tonut 10, Daye 1, De Nicolao 5, V. Sanders 2, Mazzola 2, Brooks 16, Theodore 8, Cerella ne, Morena ne, Watt 12. All. De Raffaele.
Bertram Yachts: Mortellaro ne, Wright 6, Rota ne, Cannon 3, Tavernelli 2, Armanino ne, Mascolo 4, Severini 6, J. Sanders 5, Daum 7, Cain 6, Macura 22. All. Ramondino.

Importante vittoria in prospettiva playoff per l’Umana Reyer che piega al Taliercio la Bertram Tortona per 69-61.
Senza Vitali, recuperati in extremis Theodore e Stone, rientra tra i 12 Cerella (fuori Echodas e Morgan nelle rotazioni degli stranieri) e partono in quintetto Theodore, Sanders, Tonut, Mazzola e Watt. Parte decisamente meglio Tortona (0-7 al 3’), con Sanders che sblocca gli orogranata al 3’30”. Il break dell’Umana Reyer arriva a 6-0 con Mazzola e Brooks per il 6-7 al 6’30”. Il match va avanti per un paio di minuti, tra pochi falli e basse percentuali dall’arco, con un elastico tra il -1 e il -3, con Bramos e un ottimo Brooks che tengono a contatto gli orogranata prima della tripla finale di Tonut che porta le squadre al primo intervallo in parità a quota 13.

Brooks continua a farsi notare, prima con una stoppata su Cannon e, dopo il libero del sorpasso di Daye al 10’30” (14-13), con i passi provocati a Sanders e con il seguente assist per la tripla di De Nicolao del 17-13 all’11’, infine con il canestro del 19-13 all’11’30”. La Bertram rientra bene dal time out tornando a segnare dopo 4’ e impattando sul 19-19 al 13’30” con due triple consecutive. A cavallo di metà quarto rispondono Tonut da 3 e De Nicolao a rimbalzo offensivo (24-19). L’Umana Reyer continua a difendere forte e Watt schiaccia di nuovo il +6, propiziato da un recupero di Theodore, al 16’30” (26-20). Tortona torna a -3 (26-23) al 17’30” e nel finale due liberi di Stone e un canestro e un libero di Wright mandano le squadre negli spogliatoi sul 28-26.

Il secondo tempo comincia con la tripla di Brooks e poi un paio di recuperi che permettono a Tonut e Watt di scavare per il 37-28 al 22’. Tortina ha un sussulto (37-32 al 22’30”), ma l’inerzia resta orogranata, con un’ottima intesa Theodore (8 assist: saranno 10 a fine partita)-Watt e il centro protagonista nel break completato da Brooks con il 43-34 al 24’30” che costringe la panchina piemontese al time out. Gli orogranata mostrano più reattività e, pur con pazienza nella costruzione del gioco, alzano i ritmi, continuando a difendere con intensità. Così, dal 43-37 subito dopo metà quarto, arriva l’allungo con il 13-0 aperto e chiuso da Theodore e intervallato dalle triple di Brooks e Stone (2 volte). La Bertram torna a segnare dopo 4’30”, ma il quarto si chiude sul 56-39: un parziale di 28-13 in cui l’Umana Reyer segna in 10’ tanti punti quanto l’intero primo tempo mentre gli avversari si fermano per il terzo periodo a 13.

La partita sembra in controllo per gli orogranata fino al 32’, con Theodore e Brooks a segno per il 60-44, ma non basta il time out di coach De Raffaele dopo la tripla di Jamarr Sanders per impedire la reazione piemontese. È Macura il trascinatore di Tortona, in un break di 0-13 che riapre completamente il match sul 60-57 al 35’30”. L’Umana Reyer riparte dai liberi (1/2 di Bramos, 2/2 per tornare a muovere il punteggio dopo 3’30”). Watt firma poi il 65-57 al 37’, con Cain che prova a non mollare: due canestri di fila, con l’errore nell’and one del secondo, ed è 65-61 al 38’30”. Con la penetrazione di Theodore del 67-61 si entra nell’ultimo minuto: si lotta nell’area orogranata e l’Umana Reyer regge. I liberi di Bramos chiudono infine il match sul 69-61.

 

Comunicato a cura di: Ufficio Stampa Umana Reyer Venezia

Commenta
(Visited 38 times, 2 visits today)

About The Author

Massimo Furlani Nato a Trento nel 1998, laureato in Studi Internazionali e aspirante giornalista. Malato del basket tanto italiano quanto americano, Dwyane Wade e Steve Nash gli idoli.