7DAYS EuroCup, debutto amaro per Trento. Badalona domina 56-86

La Dolomiti Energia Trentino apre il suo percorso europeo con una sconfitta casalinga: la corazzata Joventut Badalona passa alla BLM Group Arena 56-86 nel Round 1 di regular season in 7DAYS EuroCup. Debutto complicato per i bianconeri, che faticano tremendamente a mettersi in moto nella metà campo offensiva e che devono subito fare i conti con la stazza e la forza d’urto di una delle big del gruppo A di EuroCup.

Badalona costringe al 30% dal campo l’attacco di capitan Forray e compagni, trovando poi nella metà campo offensiva leadership e giocate determinanti da tutti i suoi senatori, su tutti Tomic (13 punti e otto rimbalzi) e Ribas. Alla Dolomiti Energia non è bastata la coinvolgente intensità di Jordan Caroline (12 punti e 11 rimbalzi) e uno sforzo difensivo importante che però non si è mai, o quasi, concretizzato nell’altra metà campo.

I bianconeri cercheranno un pronto riscatto domenica, quando torneranno in campo di nuovo alla BLM Group Arena contro Treviso: palla a due alle 17.30 e caccia al terzo successo consecutivo in Serie A.


La cronaca | I bianconeri aprono le danze con una tripla di Williams, ma fanno presto i conti con la stazza e la classe dei lunghi della Joventut: sono di Tomic e Brodziansky i canestri che inducono coach Molin a chiamare il primo timeout della partita. La Dolomiti Energia impatta bene il match in difesa, ma fatica a trovare continuità nella metà campo offensiva: è una gran tripla sulla sirena di bradforda a scrivere il 14-17 dopo i primi 10’ di gioco. Il 3/14 di squadra da due punti messo nel tabellino delle statistiche del primo quarto è un numero che l’Aquila fatica a migliorare, così con una tripla di Ribas gli ospiti arrivano anche a +8: sono due giochi da tre punti di Flaccadori e Reynolds a ridare energia a pubblico e squadra (24-29). Gli spagnoli però sono chirurgici e con un ottimo finale di tempo volano all’intervallo lungo avanti 28-40.

L’ondata biancoverde travolge i padroni di casa anche in avvio di terzo quarto: coach Molin spende un timeout con i suoi sotto di 19, ma l’inerzia non si smuove. Ribas e Vives sono metronomi perfetti, i lunghi iberici continuano a fare la voce grossa a rimbalzo e sotto ai tabelloni. Gli ospiti allungano fino anche al +30, i bianconeri provano con orgoglio a stringere i denti e non mollare la presa ma non possono evitare la prima sconfitta stagionale in EuroCup. Settimana prossima la Dolomiti Energia affronterà in trasferta la seconda formazione spagnola del girone, Andorra (27 ottobre, ore 20.00).


DOLOMITI ENERGIA TRENTINO 56

JOVENTUT BADALONA 86

(14-17, 28-40; 37-62)

Dolomiti Energia Trentino: Bradford 9, Williams 3, Reynolds 8, Conti 2, Forray 2, Flaccadori 6, Saunders 8, Mezzanotte 5, Ladurner 1, Caroline 12. Coach Molin.

Joventut Badalona: Busquets 5, Paul 2, Ribas 9, Brodziansky 13, Ventura 2, Vives 2, Feliz 9, Willis 6, Birgander 12, Parra 13, Maronka, Tomic 13. Coach Duran.

Arbitri: Javor, Udyanskyy, Boubert.


Le parole di coach Lele Molin | “Non siamo felici della nostra prestazione, non solo per la larga sconfitta ma per il modo in cui è arrivata. Per tutta la partita non siamo riusciti a fronteggiare i problemi che Badalona ci ha posto, e la loro difesa ci ha costretto a basse percentuali al tiro. Questo con il passare dei minuti ci ha fatto perdere fiducia, abbiamo provato a reagire a testa bassa ma abbiamo finito per disunirci: facciamo tesoro di questa esperienza, resettiamo e prepariamoci alla sfida di domenica contro Treviso”.


La prossima | Domenica 24 ottobre alle ore 17.30 i bianconeri cercheranno di infilare la terza vittoria consecutiva in campionato: alla BLM Group Arena arriva la Nutribullet Treviso nel quinto turno di campionato Serie A UnipolSai. Biglietti disponibili online e presso l’Aquila Basket Store.

Comunicato, dichiarazioni e tabellini a cura di Ufficio Stampa Aquila Basket Trento.

Commenta
(Visited 24 times, 1 visits today)

About The Author

Gianluca Zippo Nato a Formia il 13/01/1988. Laureato in Giurisprudenza presso la Federico II di Napoli, già collaboratore e redattore per Teladoiolamerica.net e Road2sport.com, il calcio, l’NBA e la F1 sono la mia malattia, ma il mondo dello sport mi affascina a 360°.