FIBA Europe Cup, la Pall. Reggiana chiude la prima fase a gironi perdendo 82-77 a Saragozza

Sconfitta indolore per la Pallacanestro Reggiana, impegnata sul parquet del Pabellon Principe Felipe di Saragozza per l’ultima giornata del Girone D della prima fase di FIBA Europe Cup. Ad imporsi sono stati i padroni di casa del Casademont per 82-77, chiudendo così al primo posto il raggruppamento, mentre i ragazzi di coach Attilio Caja hanno concluso al secondo posto.

Nonostante le assenze dei vari Baldi Rossi, Strautins e Johnson (ko nell’immediato pre partita), sono gli ospiti a partire meglio, piazzando un break di 4-16 nei secondi 5′ di frazione che vale il 14-22 al 10′. Il margine di vantaggio di Reggio Emilia si amplia oltre la double-digit ad inizio secondo periodo (17-28 con 7’38” da giocare), prima del ritorno degli spagnoli, sotto di 4 lunghezze a 3’06” dalla sirena di metà partita (28-32). I canestri di Hopkins e Thompson Jr. ricacciano indietro Saragozza, che quindi chiude al 20′ sul -6 grazie a Mobley (30-36).

Al rientro dagli spogliatoi, è nuovamente la Reggiana a farsi preferire, toccando il massimo vantaggio di +14 con una bomba di Crawford (32-46 con 7’02” sul cronometro). I locali, però, hanno il merito di non mollare e, con un parziale di 11-0, tornano sul -3 (43-46 a 4’58” dall’ultimo intervallo). Nonostante il tentativo di reazione ospite, Saragozza completa la rimonta con la tripla di Waczynski e il canestro di Vilà Soley (53-53 e 2’02” da giocare), operando il sorpasso subito dopo con un 2/2 dalla lunetta di Mara Gomez. La sirena di fine terzo periodo vede gli spagnoli guidare 58-57, con Thompson Jr. a metter dentro il -1 con poco più di 1″ dalla sirena.

La lotta punto a punto prosegue ovviamente nel quarto periodo, con le due squadre che ribattono colpo su colpo. Reggio Emilia riesce a tornare avanti con due liberi ancora di Thompson Jr. (65-66 con 6’23” dalla fine); immediato, però, arriva l’8-0 di parziale con cui Saragozza vola sul +7 (5’16” da giocare); una tripla di Okoye a 2’13” dal termine regala il massimo vantaggio agli iberici, +8 (79-71). Reggio Emilia prova a non demordere, arrivando sul -4 con Candi con 1’31” sul cronometro (79-75). Ma Saragozza resiste e la porta a casa 82-77.

Gli spagnoli mandano a referto tutti i giocatori utilizzati da coach Ponsarnau; in doppia cifra Stan Okoye e Ramon Vilà Soley (10 a testa), bene anche Deon Thompson (8+8 rimbalzi e 4 assist). Per la Reggiana, invece, il top-scorer è stato Bryan Dejuan Crawford (16+6 assist), seguito da Leonardo Candi (15), Osvaldas Olisevicius (12+12 rimbalzi) e Stephen Mark Thompson Jr. (12).

TABELLINI

CASADEMONT SARAGOZZA – PALLACANESTRO REGGIANA 82-77

PARZIALI: 14-22; 16-14; 28-21; 24-20.
PROGRESSIVI: 14-22; 30-36; 58-57; 82-77.

SARAGOZZA: Mobley 7, Okoye 10, Radoncic, Vanwjin 5, D. Thompson 8, Vilà 10, Waczynski 6, Mara Gomez 2, Font 7, Sipahi 9, Hilnason 9, Garcia 9. All. Jaume Ponsarnau.

REGGIANA: S. Thompson 12, Hopkins 6, Candi 15,  Crawford 16, Colombo ne, Cinciarini 8, Olisevicius 12 (12 rimbalzi), Bonacini 2, Diouf 6. All. Attilio Caja.

Commenta
(Visited 21 times, 1 visits today)

About The Author

Gianluca Zippo Nato a Formia il 13/01/1988. Laureato in Giurisprudenza presso la Federico II di Napoli, già collaboratore e redattore per Teladoiolamerica.net e Road2sport.com, il calcio, l’NBA e la F1 sono la mia malattia, ma il mondo dello sport mi affascina a 360°.