LBA - Tutti i risultati della quindicesima giornata

Ad aprire la quindicesima giornata di Lega Basket Serie A ci ha pensato un match di grande pregio, atteso da una città intera ma anche da migliaia di tifosi in tutta Europa: la Virtus Bologna supera la Fortitudo 94 a 62 in un match senza storia.

Continua a perdere Pesaro, sconfitta da Cantù con il punteggio di 72 a 87. Vince anche l’altra lombarda Varese che stacca Pistoia di ben 31 lunghezze, vincendo 91 a 60 con una prova di Jakovics da 24 punti. Nel derby della Lombardia è Brescia a vincere contro Cremona: non servono a nulla i 22 punti di Ethan Happ, top scorer del match, una bella prova corale della Leonessa la porta ad una vittoria con il punteggio 91 a 76 ai danni di coach Sacchetti.

La laguna diventa la cornice di una bella partita tra Venezia e la Virtus Roma, vinta dalla Reyer 79 a 77. Negli ultimi 4 minuti succede di tutto, con Roma che rimonta prima dal 72-66 al 72-77 con un break di 11 punti e poi spreca tutto nell’ultimo minuto concedendo 7 punti in una manciata di secondi a Venezia.

Nessun problema per Brindisi che rimane sempre in vantaggio e batte 87 a 72 Reggio Emilia. Stessa sorte per Trento che chiude con il massimo vantaggio del match: +28, 80 53 contro Pallacanestro Trieste.

In programma domani a chiudere il turno Universo Treviso contro Dinamo Sassari.

 

15° Giornata Serie A 2019/20

Virtus Bologna – Fortitudo Bologna 94-62

Vuelle Pesaro – Pall. Cantù 72-87

Pall. Varese – OriOra Pistoia 91-60

Reyer Venezia – Virtus Roma 79-77

Germani Brescia – Vanoli Cremona 91-76

Happy Casa Brindisi – Pall. Reggiana 87-72

Aquila Basket Trento – Pall. Trieste 80-53

Treviso Basket – Dinamo Sassari 27/12

Riposa: Olimpia Milano.

CLASSIFICA: Virtus Bologna 24, Sassari ed Olimpia 20, Brescia 18, Cremona, Fortitudo e Brindisi 16, Venezia, Varese, Cantù e Virtus Roma 14, Treviso, Trento e Reggio Emilia 12, Pistoia 10, Trieste 6, Pesaro.

Commenta
(Visited 92 times, 1 visits today)

About The Author

Martino Ruggiero Nato a Taranto, trasferito a Roma tre anni fa per inseguire il mio sogno e per studiare Giurisprudenza, 21 anni. Seguo qualsiasi sport da quando sono nato. Per la pallacanestro ho fatto il giocatore, l'allenatore e il telecronista ma i tasti più consumati del mio telecomando sono quelli che mi portano al calcio. Amante delle storie sportive, da raccontare, da leggere e da ascoltare. Appassionato di viaggi, non conosco un stato d'animo diverso dall'ottimismo.